• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Padova, laurea honoris causa a Andrew D. Hamilton

Venerdì 15 giugno alle ore 11.00, nell’Aula Magna “Galileo Galilei” a Palazzo del Bo alla presenza del Rettore dell’Ateneo Patavino, Giuseppe Zaccaria e del Direttore del Dipartimento di Scienze Chimiche, Paolo Scrimin si terrà il conferimento della laurea magistrale Honoris causa in Chimica al professor Andrew D. Hamilton, Rettore dell’Università di Oxford.

Andrew D. Hamilton, considerato uno tra i Chimici Organici di spicco nel panorama mondiale, è tra i padri fondatori della Chimica Supramolecolare, la chimica che studia le interazioni deboli tra le molecole, interazioni del tutto simili a quelle che avvengono in ambito biologico. Nel contesto di questi studi egli ha sviluppato sistemi sintetici in grado di mimare l’alfa elica e nuovi antitumorali. In questo modo egli è riuscito a ottenere molecole in grado di interagire in maniera selettiva con proteine chiave nella trasmissione del segnale cellulare. Le sue tematiche di ricerca hanno una forte sovrapposizione con quelle studiate nel Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Padova, tanto da favorire numerosi e frequenti scambi di giovani ricercatori, che possono effettuare periodi di studio e ricerca nei suoi laboratori al’Università di Oxford. Per tutte queste ragioni il Dipartimento di Scienze Chimiche ha voluto proporre il conferimento del prestigioso riconoscimento al prof. Andrew D. Hamilton.

Andrew D. Hamilton è nato a Guildford in Inghilterra il 3 Novembre 1952 Ha ottenuto il B.Sc. con lode alla Exeter University in Inghilterra nel 1974, il Master of Sciences (Chimica) alla Università della British Columbia a Vancouver in Canada nel 1976 sotto la guida del Professor David H. Dolphin e, successivamente, il Dottorato in Chimica presso l’Università di Cambridge in Inghilterra nel 1979. Durante questo periodo, sotto la guida del Prof. Sir Alan R. Battersby, si è occupato di chimica delle porfirine. In seguito ha svolto attività di ricerca post-dottorato con il Prof. Jean-Marie Lehn alla Università di Strasburgo in Francia occupandosi di Chimica bioorganica e supramolecolare. Parte del lavoro svolto in quel periodo ha poi contribuito al riconoscimento del Premio Nobel per la Chimica al prof. Lehn. Ha cominciato la sua carriera accademica alla Princeton University negli Stati Uniti nel 1981 dove ha ampliato il suo interesse rivolto alle interazioni deboli tra molecole portando contributi fondamentali alla chimica supramolecolare e, in particolare, alla specificità del riconoscimento molecolare. In seguito alla rilevanza di  questi studi è stato chiamato, nel 1997, dal Dipartimento di Chimica dalla Università di Yale a coprire la cattedra “Irénée duPont”. Dal 2009 è Professore di Chimica Organica dell’Università di Oxford in Inghilterra. Oltre all’attività scientifica ricopre importanti posizioni accademiche: direttore dei Dipartimenti di Chimica di Pittsburgh e Yale, prorettore alla ricerca e poi prorettore vicario a Yale ed, in fine, dal 2009, l’importante ruolo di Rettore (Vice Chancellor) dell’Università di Oxford.

Google+
© Riproduzione Riservata