• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

The Amazing Spider-Man, kolossal in 3D con nuovi attori protagonisti

A partire dal 4 luglio nelle sale italiane ci sarà The Amazing Spider-Man, l’atteso kolossal della Columbia in 3D, diretto da Marc Webb  che racconta la storia dell’eroe dei fumetti della Marvel sotto un altro aspetto, completamente inedito.

LA TRAMA. Peter Parker è un ragazzo che da piccolo venne affidato agli zii dai genitori, impegnati in una ricerca genetica top secret. dieci anni dopo la scomparsa dei genitori trova in soffitta una valigetta appartenuta al padre , colma di documenti riservati, sicchè le sue ricerche lo conducono fino alla Oscorp laboratorio all’avanguardia  dove si studiano pericolosi innesti tra cellule animali e umane, grazie allo scienziato Curt Connors vecchio amico di suo padre. Proprio lì Peter verrà morso da un ragno geneticamente modificato e successivamente svilupperà i suoi poteri da supereroe. Dopodichè Peter si troverà a combattere contro il suo pericoloso avversario, il mostruoso Lizard, alter ego di Connors.

IL CAST. La nuova pellicola dedicata all’eroe della Marvel contiene numerose novità a cominciare dal cast artistico, totalmente rinnovato. Dopo Sam Raimi alla regia troviamo infatti Marc Webb e protagonista principale sarà non più Tobey Maigure ma Andrew Garfield, che indosserà il costume dell’Uomo Ragno. Cambia anche la partner femminile: il ruolo della  fanciulla amata da SpiderMan è stato destinato ad Emma Stone, che veste i panni della compagna di liceo di Peter, ossia Gwen Stacy e che di certo non farà rimpiangere la vecchia Mary Jane, interpretata da Kirsten Dunst nella saga diretta da Raimi. Infine il villain del film -ovvero Curt Connors– è toccato a Rhys Ifans, che il grande pubblico ricorderà certamente nel ruolo di Spike in Notting Hill; completano il cast di attori Martin Sheen e Sally Field , rispettivamente nei ruoli di Ben e May Parker, gli  zii “adottivi” di Peter.

UN NUOVO SPIDERMAN. difficile reinventare di sana pianta un personaggio come quello dell‘Uomo Ragno con cinquant’anni di vita sulle spalle (cliccando qui tutte le info sulla mostra evento milanese a lui dedicata). eppure regista e sceneggiatori sono riusciti nell’impresa. il nuovo Spiderman è stato girato in maniera più intensa e realistica dal punto di vista visivo. Ed è un perfetto risultato cinematografico, sintesi di computer grafica e astuzie tridimensionali, dal punto di vista tecnico. Mentre sulla ridefinizione del personaggio, c’è una cura nel delineare il carattere del giovane Peter, colto nello stupore delle sue scoperte sovrumane e nei suoi turbamenti romantici, vero eroe dei giorni nostri, tecnologicamente al passo coi tempi. non c’è che dire, il film  -preceduto da una campagna virale martellante a dir poco su tutti i social net twitter in testa – mira a diventare campione di incassi per il box office di quest’estate 2012 priva di grandi titoli, e giustamente strizza l’occhio a un pubblico dichiaratamente teen.

 

Google+
© Riproduzione Riservata