• Google+
  • Commenta
5 luglio 2012

Calabria, si punta sul progetto “una scuola per la legalità”

Novantaquattro istituti scolastici calabresi, membri del progetto “Una scuola per la legalità“, godranno di un incentivo statale per estirpare una vera piaga sociale dell’abbandono scolastico, ormai frequente in determinate aree ad alta densità criminale. L’obiettivo è quello di creare progetti, proposte valide per avvicinare i giovani alla scuola, alla legalità e per allontanarli da un futuro segnato dai clan malavitosi: furti, vendita e consumo di droga sono spiacevoli abitudini giovanili in alcuni paesi. Quest’anno, più degli altri anni, si cercherà di lavorare per la  prevenzione e il recupero della dispersione scolastica, problema che tocca un pò tutto il Sud Italia, dove l’indice di analfabetismo è ancora troppo alto rispetto alla media europea( circa il 4 %). Tutta la giunta regionale calabrese crede in questo progetto per rilanciare il futuro dei ragazzi.

L’investimento totale ammonta però a sette milioni di  euro, che saranno destinati prevalentemente alle scuole dei comuni considerati ad alta densità criminale. Giacomo Mancini, assessore al Bilancio e alla Programmazione Nazionale e Comunitaria ha detto che in un momento di crisi come quello che sta vivendo l’Italia e maggiormente il Sud Italia bisogna puntare sulle nuove generezioni, che hanno in mano il futuro commerciale e culturale. Continua affermando con decisione che gli studenti vanno educati alla legalità, preservandoli da ambienti malsani.
Una risposta e una vera soluzione al problema dell’abbandono dell’attività scolastica.

Google+
© Riproduzione Riservata