• Google+
  • Commenta
27 luglio 2012

Google: un Doodle… olimpico

Gli sport campeggiano nell’edizione odierna di Google

L’importante non è vincere, ma partecipare. O almeno, avere un bellissimo Doodle.

L’Olimpiade è l’evento mediatico sportivo per eccellenza: soldi, celebrità, sport di ogni genere, la quasi totalità delle nazioni rappresentata, i media di tutto il mondo puntati sull’agone sportivo. 

Google, il servizio di ricerca globale, il più potente occhio aperto sul mondo, non poteva che adeguarsi al clima olimpico che comincia a diventare elettrizzante, a poche ore dai nastri di partenza: nella home page di Google appare infatti un Doodle statico, semplice ma efficace, che raffigura vari sport olimpici come il calcio, il nuoto, il lancio del martello, la scherma e il basket.

Ovviamente, in un evento politically correct come le olimpiadi, è naturale che i 5 atleti rappresentino i continenti: Asia, Africa, America, Europa e Oceania.

Un omaggio multimediale per un’Olimpiade che guarda invece al passato, alla tradizione, a un mondo che non c’è più. L’esaltazione delle radici rurali sarà alla base dello spettacolo, dove sfileranno 70 pecore, 12 cavalli, 10 galline e 9 oche.

Nessun richiamo è stato fatto all’identità dell’ultimo teodoforo che accenderà la torcia olimpica, mistero che sta infittendosi dopo la smentita da parte di David Beckham di avere questo ruolo.

A completare la presentazione, avremo i vari esempi che hanno reso la cultura inglese celebre nel mondo. Dai Beatles di Liverpool, rappresentati da Paul Mc Cartney che si esibirà con Hey Hude, al Mr Bean di Rowan Atkinson e lo 007 di Daniel Craig, da Alice nel paese delle meraviglie a Mary Poppins.

 

Fonte immagine: Google

Google+
© Riproduzione Riservata