• Google+
  • Commenta
10 luglio 2012

Il Fatto quotidiano perde lettori e chiede finanziamenti pubblici?

Il numero dei lettori del “Fatto Quotidiano” continua a crollare, arriveranno i finanziamenti pubblici? Le polemiche sono già iniziate…

Come scrive Beppe Grillo sul suo blog, forse l’aria di crisi e potrà portare al Fatto dei nuovi finanziamenti pubblici ad hoc per aiutare il giornale a risollevarsi… Le copie vendute sono calate, nel post-Berlusconi, dalle oltre 70.000 di un anno fa alle 50.000 di oggi.

Secondo il quotidiano Libero, i finanziamenti richiesti dal Fatto ammonterebbero a 162.000 euro, nonostante in prima pagina campeggi la scritta sotto la testata “non riceve alcun finanziamento pubblico“.

Il solito problema dell’imparzialità dell’informazione e dei condizionamenti dati dai finanziamenti pubblici si ripropone in questo caso in maniera ancora più evidente, innescando anche un problema di correttezza e trasparenza.

Finora i giornalisti del “Fatto quotidiano” non hanno smentito la notizia nè placato le polemiche circa il fatto che i finanziamenti arriverebbero proprio da “una legge del governo di Silvio Berlusconi, la n. 220 del 13 dicembre 2010 (art. 1, comma 40), che riconosceva a domanda delle imprese editoriali interessate un credito di imposta del 10% sulla carta acquistata e utilizzata. In teoria un finanziamento diretto a tutti. In pratica no: perché in tempi di crisi il plafond a disposizione non basta per tutti, quindi ottiene i soldi solo chi arriva prima degli altri.  – è questa l’accusa lanciata rispetto alla relazione di Poidomani, all’epoca presidente del cda del Fatto quotidiano – Il Fatto quotidiano non ha perso tempo, ed è stato fra i primi a fare domanda, anche se in attesa della risposta non ha inserito prudentemente l’importo del finanziamento pubblico in bilancio“.

Sul fronte del calo delle copie vendute e dei finanziamenti pubblici, si inserisce poi il discorso dei finanziamenti dati a Michele Santoro per la produzione di Servizio Pubblico, che ha portato al “Fatto quotidiano” ulteriori perdite economiche creando un rosso di oltre 200.000 euro.

Ora il giornalista ha firmato con La 7, ma sul 25% in meno di copie vendute dal Fatto e sulla questione dei contributi pubblici non ha rilasciato alcuna replica…

Era il 13 febbraio 2012 quando Giorgio Poidomani chiedeva al governo Monti il suo primo finanziamento pubblico, allegando alla relazione il bilancio 2011 dell’Editoriale Il Fatto, società che edita la testata diretta da Antonio Padellaro e Marco Travaglio, con un utile di 4,5 milioni di euro, rispetto ai 5,8 dell’anno precedente.

Un guadagno simile non giustifica la richiesta di finanziamento pubblico, ma tra le motivazioni presentate c’è la presa d’atto che da quando Silvio Berlusconi ha lasciato Palazzo Chigi sono iniziati problemi economici gravi per Il Fatto, iniziando a perdere da quel giorno circa il 10% di copie vendute. Oltretutto era andata male anche con la pubblicità, soprattutto dal mese di marzo in poi… “Giorgio Poidomani mette in evidenza il non soddisfacente risultato che emerge ad aprile, caratterizzato oltre che dalla prevista flessione delle vendite in edicola, anche da una preoccupante contrazione della raccolta pubblicitaria sulla carta: meno 25% rispetto al primo quadrimestre del 2011“. La crisi del Fatto riguarda anche gli abbonamenti (scesi a quota 21.900, di cui il 20% per via postale e l’80% on line) e gli investimenti bancari fatti dagli amministratori del quotidiano che, avendo comprato titoli di Banca Intesa, Unicredit, Monte dei Paschi e Banca di credito cooperativo di Roma,  hanno perso altri soldi perché le quotazioni erano scese. Allora non restava che invocare i finanziamenti o “pregare” Santoro per evitare il fallimento completo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy