• Google+
  • Commenta
14 luglio 2012

Il Siani Reportage Prize: la libertà creativa al servizio della verità

Solo pochi giorni e si chiuderanno le iscrizioni al primo Siani Reportage Prize, il concorso nato dall’idea di Pasquale Testa e Salvatore Manzi della “Phoebus Edizioni”, realizzato con il sostegno di Paolo Siani.

La competizione  del Siani Reportage Prize ha inoltre il patrocinio del Comune di Napoli, Comune di Torre Annunziata, Provincia di Napoli, Regione Campania, Fondazione Valenzi, Fondazione Polis, Il Mattino, Reportage, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti della Campania, Accademia di Belle Arti e Fondazione Banco di Napoli.

Nel ricordo della dedizione totale alla verità che ha animato la carriera dell’indimenticato Giancarlo Siani,  giovane e promettente giornalista ucciso nel 1985 dalla camorra a soli 26 anni, il concorso promuove la libertà di espressione e di indagine attraverso il reportage fotografico e video.

Un’altra delle iniziative, l’ultima in ordine di tempo – spiega Paolo Siani, il fratello, in un’ intervista rilasciata alla fondazione Pol.i.s.nata per ricordare il sacrificio di Giancarlo, della sua giovane vita, della sua passione per il giornalismo e per l’inchiesta. Giancarlo non si limitava a raccontare fatti, li collegava tra loro, leggeva quello che c’era dietro ai fatti che raccontava. Ha scritto quasi mille articoli che la casa editrice Phoebus ha pubblicato per la prima volta nel 2006, Le parole di una vita“.

“Il premio fotografico e video Siani Reportage Prize è un altro tassello utile a diffondere i nostri desideri di verità e di giustizia sociale, è gratuito, per favorire la massima partecipazione specie di giovani, e per la sua prima edizione invita foto-reporter e video-reporter a inviare le proprie produzioni sul tema della scuola e dei suoi diritti, molto spesso violati“.

Paolo Siani aggiunge quindi: “Il Siani Reportage Prize è per la sua composizione un concorso vicino alla sensibilità dei giovani in questa nostra contemporaneità. Questo mi dona la piacevole sensazione di una nuova e ben diversa presenza di Giancarlo nel mondo del giornalismo attuale, dove la foto e il video rappresentano i nuovi strumenti per comunicare alla gente pur sempre la verità. È un premio rivolto particolarmente ai giovani, ai nostri ragazzi che devono conoscere il passato per affrontare il presente e costruire il loro futuro, per questo motivo ho deciso di lasciare il mio posto in giuria a Ludovica, mia figlia, giovane aspirante giornalista, che saprà guardare e giudicare i lavori che arriveranno con gli occhi, la mente e il cuore dei suoi 25 anni“.

La competizione è allora aperta a tutti, senza limiti d’età. Ed è gratuita.

La prima edizione del concorso ha come tema la scuola, con tutti i sui chiaroscuri. “Per ricordare Giancarlo – spiega Pasquale Testa, organizzatore – abbiamo deciso di partire dalla scuola, per arrivare ad abbracciare temi come devianza, evasione scolastica fino alla criminalità. L’istruzione, soprattutto oggi tra mille difficoltà, rappresenta un orizzonte di diritti, i buoni insegnati sono guardiani dell’utopia, impegnati a promuovere il cambiamento delle coscienze. La scuola è diritto alla conoscenza e alla formazione, ma anche un’occasione di riscatto in un territorio difficile” .

Lo stesso Giancarlo Siani era sensibile al tema. Sulle pagine del “Mattino” aveva infatti pubblicato un articolo sulla difficoltà di riorganizzare la scuola dopo il terremoto dell’Ottanta: Scuola, tra i banchi ancora mille terremotati.

Il bando del concorso, la domanda di partecipazione, i contatti e tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo www.sianireportageprize.it.

La partecipazione è aperta a singoli candidati, così come a gruppi e associazioni.

Il reportage foto/video va in ogni caso consegnato entro il 31 luglio 2012.

Al miglior lavoro per ciascuna delle due categorie, foto e video, selezionato da una giuria di esperti, andrà un premio di 1000 euro.

Il concorso prevede anche una sezione dedicata agli studenti delle scuole primarie e secondarie di tutta Italia. Anche i giovanissimi potranno partecipare come concorrenti singoli oppure in gruppo. E pure per loro la data ultima per la consegna dei lavori foto e video è fissata al 31 luglio.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy