• Google+
  • Commenta
3 luglio 2012

Università Agraria di Viterbo & la tutela degli animali

L’Università  Agraria con l’ ATC di Viterbo, volontari del circolo locale dei cacciatori, sono stati protagonisti di un nobile gesto: hanno attivato un recinto di ambientamento in cui sono stati inserite ben quaranta lepri. Un progetto di ripopolamento faunistico che  va a rispondere ad una necessità molto importante: la tutela degli animali.

Il recinto situato nella zona di Civita (luogo in cui la caccia è vietata) dove è stata ricreata l’atmosfera di un habitat adatto con girasoli e cereali. Insomma tutto ciò che può essere utile a far vivere al meglio i cari amici animali.

L’Università Agraria di Viterbo con la collaborazione dei Volontari ha inoltre il merito di ‘fare del bene e farlo bene’ ciò significa che non solo si occupa di una giusta causa e lo fa con costanza e determinazione da anni, ma soprattutto lo fa cercando di contenere i costi, collaborando, unendo le forze di tutti per realizzare grandi progetti al minimo costo.

Inoltre L’Ente (ATC) fa sapere che vuole mettersi in contatto con l”Università della Tuscia per realizzare un progetto molto importante per il monitoraggio di specie come il cinghiale, la lepre e il fagiano nonché sull’effetto dannoso derivante della crescita esponenziale di daini che minano la ricrescita del bosco.

Al di là  delle parole ci devono essere i fatti. E l’Università Agraria ne sta facendo di ammirevoli. Bisogna sempre ricordare che la  tutela degli animali è un dovere che tutti dobbiamo osservare, perchè semplicemente molte volte loro sono meglio di tanti uomini!

Google+
© Riproduzione Riservata