• Google+
  • Commenta
12 agosto 2012

Cari studenti, buone vacanze: il ministro ci fa gli auguri

Arrivano sotto il sole caldo di agosto gli auguri di buone vacanze da parte del ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, vacanze che in pochi quest’anno possono permettersi, come dimostrano le autostrade senza code e gli hotel semivuoti. Gli auguri sono comunque d’obbligo, anche se molti dei destinatari si accontenteranno di andare a prendere il sole al parco invece che stare sdraiati sotto l’ombrellone.

«Nulla ci è precluso»: secondo il ministro, l’Italia ha davanti a se una sfida ardua, ma possibile, un autunno intenso fatto – per noi – di impegni e sacrifici. Sono queste le riflessioni che il ministro dell’istruzione consegna alla lettera di augurio scritta il 10 agosto in una nota del Miur.

«In questi mesi ho infatti potuto toccare con mano la forza di questa grande comunità, il suo grande giacimento di risorse interiori fatte di generose disponibilità e di grandi slanci, la sua capacità di contribuire in modo determinante alla formazione dell’identità nazionale». Ma il ministro ricorda solo due i momenti in cui la scuola ha mostrato la sua compattezza: il centocinquantenario dell’unità nazionale e l’attentato alla scuola Falcone-Morvillo di Brindisi.

Certo quelli appena citati sono due momenti, uno di celebrazioni e l’altro di lutto, importanti e che hanno segnato questo denso 2012 scolastico, ma non sono di certo gli unici da ricordare. Non è possibile, almeno dal punto di vista di chi è dentro il sistema dell’istruzione, mettere da parte la solidarietà e la voglia di farsi sentire che ha unito l’Italia degli studenti, dei docenti e del personale scolastico nelle piazze italiane, voci che purtroppo sono rimaste in sordina.

Come ricordato nella nota, in questo anno le conquiste ci sono state: il nuovo sito Universitaly ha messo a disposizione le informazioni sempre aggiornate su tutti i percorsi di studio in Italia, rendendo più agevole la scelta degli studenti. Anche il sito Scuola in chiaro viene annoverato tra le conquiste del sistema scolastico italiano.

Tutte queste prodigiose innovazioni, secondo Profumo, sono passi necessari verso l’innovazione dell’intero sistema. Per tutti gli sforzi compiuti fino ad ora, e in previsione del futuro appoggio alle nuove sfide, nella lettera si ringraziano «tutto il ministero, a cominciare dai direttori e dai dirigenti impegnati negli uffici centrali e periferici […] tutti i funzionari e i lavoratori che collaborano con la nostra azione». E gli studenti?

Tra spending review e dematerializzazione dei processi, tutte operazioni volte al risparmio, l’espressione «Cari studenti» – con cui inizia appunto la lettera – da locuzione affettuosa potrebbe essere ironicamente intesa come sinonimo di “dispendioso”. Studenti fannulloni, sovversivi, “cari” a cui il ministro non dedica che l’incipit di rito.

Gli studenti, infatti, pilastro portante e destinatari per eccellenza dell’intero sistema dell’istruzione vengono menzionati solo una volta nella lettera di augurio del ministro, all’inizio. Per fortuna una bella promessa chiude la lettera: la programmazione di un nuovo concorso per insegnanti. «Perché è giusto e anzi necessario per la salute di tutto il sistema formativo che anche le generazioni più giovani possano dare il loro insostituibile ed originale apporto alla formazione dei futuri italiani».

Il testo integrale della lettera è disponibile sul sito del Miur

Fonte foto: http://lnx.gildafc.eu

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy