• Google+
  • Commenta
31 agosto 2012

La Bocconi per l’Emilia: il progetto del Master in Economia del Turismo

Rimarrà scolpito nella memoria di molti emiliani il 29 Maggio: paura, sgomento, dolore e rabbia sono alcuni dei sentimenti provati in quella giornata da chi ha sentito tremare fortemente la terra sotto i piedi e visto crollare in venti secondi case, fabbriche e negozi, frutti del lavoro di una vita intera. Su tutti però a predominare era la sorpresa, lo stupore per l’improvviso arrivo di una scossa di intensità pari a quella che solo nove giorni prima aveva colpito le stesse terre, le stesse persone.

Oggi, a distanza di tre mesi da quella giornata, Mirandola, la città da cui scrivo, è un nido di container e ruspe: all’interno dei container sono dislocati i negozi che prima si trovavano in edifici resi inagibili dal sisma, mentre decine di ruspe lavorano attorno alle fabbriche lesionate, la cui produzione è momentaneamente spostata in altre città lontane che gli operai raggiungono alla mattina presto tramite pulmini messi a disposizione dalle ditte.

Le tendopoli si svuotano progressivamente: alcuni vivono in camper o in roulotte aspettando la predisposizione dell’apposita normativa per la ricostruzione e soprattutto l’arrivo dei contributi, mentre altri, la cui casa è completamente distrutta, attendono la disposizione di soluzioni abitative per l’inverno. Alcune zone della città sono ancora transennate: fa effetto vedere la propria città natale tra macerie ed edifici distrutti, ridotta come se fosse appena uscita da un bombardamento.

Fortunatamente l’attenzione degli italiani attorno alla situazione dell’Emilia terremotata resta ancora alta, nonostante i media non ne parlino più così spesso. Ne è un esempio l’iniziativa dell’Università Bocconi che esonera dal pagamento delle tasse di iscrizione e partecipazione all’edizione 2012/2013 del Master in Economia del Turismo (MET) coloro che risiedono nei 106 Comuni colpiti dal sisma e si dimostrano particolarmente interessati a frequentare il corso, il cui costo normalmente è di 11.500 €.

In sede di selezione, i candidati dovranno dimostrarsi particolarmente motivati, presentando un progetto particolarmente originale sul rilancio turistico delle aree terremotate. I docenti del MetBocconi si occuperanno della realizzazione del progetto vincitore, i cui risultati verranno presentati in Giugno 2013 nella giornata di chiusura del Master.

Il Met dura da ottobre 2012 a giugno 2013: prevede la frequenza obbligatoria e la verifica delle competenze acquisite attraverso esami. Le lezioni si tengono il venerdì (dalle 15 alle 19) e il sabato (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18). Sono inoltre previste 3 settimane full-time da lunedì a sabato (dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18) distribuite nell’arco dell’anno accademico.

Occorre presentare le domande di ammissione al master e all’esonero entro il 13 settembre; il 21 settembre si terrà il colloquio di selezione, i cui risultati saranno resi noti il 3 ottobre. Per ulteriori informazioni, cliccare sul sito del Master: www.unibocconi.it/met

Fonte immagine: Ansa, Maurizio Degl’Innocenti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy