• Google+
  • Commenta
26 agosto 2012

Riparte il campionato: oltre i veleni è il calcio che conta

Calcio Toscano - Calcio Giocato
Riparte il campionato

Riparte il campionato

“Riparte il campionato, sarà assolutamente un campionato di seria A. Continuiamo ad essere uno dei tornei più seguiti e richiesti nel mondo e tra i più avvincenti, che si decide sempre all’ultimo o penultimo giorno. Sarà assolutamente di grande attrattiva“.

Queste le parole di Maurizio Beretta, presidente della Lega Calcio di Serie A, convinto della bontà del nostro movimento calcistico e sicuro che sbaglia chi pensa che la Serie A sia ormai diventato un torneo di seconda fascia. Così, tra le tante polemiche e le aspettative, ritorna il campionato; dopo le scommesse, i veleni, i processi, dopo Pechino, l’ultima settimana di agosto rappresenta, per i tifosi italiani, la prima giornata di campionato.

E se da una parte è giusto ammettere che per il calcio italiano questa è stata la stagione più nera, così come è giusto ricordare la finale di Supercoppa, che invece di rilanciare il nostro calcio ha gettato altro fango sulla Lega e ancora, è giusto che chi ha sbagliato (se ha sbagliato) debba pagare o riaffermare la crisi di un calcio sommerso da debiti, dall’altra è giusto dire che questo è il campionato della speranza (Beretta è ottimista sull’approvazione della legge sugli stadi). E’ il campionato del futuro, considerando gli investimenti sui giovani che compensano l’assenza dei grandi campioni e permettono a Prandelli di ricostruire la Nazionale in vista dei Mondiali brasiliani 2014.

Se la crisi è innegabile è però possibile, anche sulla scia delle Olimpiadi londinesi, prendere come modello proprio gli inglesi che hanno risollevato il football dopo anni di buio. Certo è, come ha detto Beretta, che “in Italia il calcio di serie A è un fenomeno che viene seguito da circa 10 milioni di persone in tv e da 250 mila negli stadi. Tutte queste persone sono mosse da passione ed emozioni”, ed è questo che conta, il calcio che emoziona.

Volendo, infine,  stare alle previsioni, la favorita per lo scudetto anche quest’anno è la Juventus, ma potrebbero ostacolare il predominio Napoli, Roma e Inter. E’ il caso di dire buon campionato a tutti, con l’auspicio che sia all’insegna del calcio autentico.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy