• Google+
  • Commenta
25 agosto 2012

Scuola: dopo il decreto valutazione arrivano i nuovi docenti

Scuola: approvati quattro articoli del nuovo sistema di valutazione. Via libera anche alle assunzioni e intanto già si parla di un nuovo bando di concorso per l’anno 2013/2014.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato quattro articoli su sette del decreto sul nuovo sistema di valutazione per la scuola italiana. Un passo in avanti che mira ad avvicinare il nostro sistema scolastico agli standard europei.

Come già anticipato, il nuovo sistema valutativo si avvarrà dell’azione dell’Invalsi (l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema di istruzione e formazione), dell’Indire (l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa) e degli Ispettori amministrativi per coordinare, valutare e migliorare l’apparato scolastico nazionale.

Ogni scuola sarà  fornita dal Ministero di appositi dati in base ai quali potrà autovalutarsi e redigere quindi un rapporto che fungerà da punto di partenza per lo sviluppo di un piano di miglioramento mirato. In questo modo si favoriranno le autonomie scolastiche e si potranno valutare la reale efficienza e il rendimento delle scuole. Un sistema che, almeno in teoria, sembra promettere bene, soprattutto considerando il fatto che non dovrebbero esserci oneri per la finanza pubblica.

Non è tutto: sono state ratificate le assunzioni di 1.213 dirigenti scolastici e di 21.112 unità tra personale docente ed educativo per l’anno scolastico 2012/2013, un piccolo passo in avanti che sembra destinato a continuare sulla strada della crescita.

È stata infatti comunicata dal Miur anche l’apertura di un prossimo bando di concorso, il 24 settembre, per circa 11.892 cattedre nelle scuole statali di ogni ordine e grado da coprire per l’anno scolastico 2013/2014. Il concorso si articolerà in tre prove: la prima si svolgerà alla fine di ottobre e sarà uguale per tutte le classi di concorso, la secondo prova scritta è prevista invece per gennaio, l’ultima sarà orale e comprenderà anche la simulazione di una lezione frontale. Un secondo bando è inoltre previsto per maggio 2013.

Un concorso finalizzato a “portare in classe docenti più giovani, vicini ai nuovi insegnamenti, alle tecnologie avanzate” come dichiarato dal ministro dell’istruzione Francesco Profumo, che ha inoltre aggiunto: “Il programma di azione, nei prossimi mesi, è quasi temerario. Dobbiamo dare in tempi brevi una migliore scolarità a tutta la popolazione e pensare in modo concreto ai giovani che domani cercheranno lavoro”.

Questo sarà il primo concorso dal 1999.

 

Fonte dichiarazione: Asca

Fonte immagine: Laprofonline

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy