• Google+
  • Commenta
9 agosto 2012

Terzo d’Aquileia, raid vandalico contro le scuole

La scuola elementare e quella dell’infanzia del paese in provincia di Udine prese di mira da alcuni teppisti.

Non è la prima volta che a Terzo d’Aquileia succedono episodi di vandalismo contro le strutture pubbliche. Questa volta però si è raggiunta una gravità e una preoccupazione al di fuori della logica perchè è stato colpito il sistema antincendio delle scuole, che dovrebbe essere intoccabile perchè salva la vita in caso di emergenza. Infatti, i teppisti hanno scavalcato il portone d’ingresso, hanno preso gli estintori, sistemati all’esterno e hanno iniziato a svuotarli su tutto ciò che intravano. In particolare hanno colpito i muri delle scuole, alcune piante, una parte della via e in particolare una Fiat Punto, di proprietà di una trentacinquenne impiegata del luogo.

L’episodio è accaduto tra domenica e lunedì di questa settimana, ma è stato reso noto soltanto ieri e oggi perchè il vicesindaco Nicola Musian si è recato dai Carabinieri di Aquileia per sporgere denuncia. I Carabinieri hanno raggiunto la scuola elementare e quella dell’infanzia per le constatazioni di rito, dove sono emersi altri particolari, come il ritrovamento dell’estintore vuoto poco distante dal cimitero di Terzo. Hanno deciso che il danno ammonterebbe a circa 700 euro, spesa che sarebbe versata dai teppisti o dalle loro famiglie nel momento in cui vengono trovati. Le Forze dell’Ordine, i presidi e tutta l’amministrazione comunale sperano di sfruttare le telecamere piazzate sule vie interessate.

 

Fonte notizia: Messaggero Veneto
Fonte foto: Corriere del Veneto

Google+
© Riproduzione Riservata