• Google+
  • Commenta
17 agosto 2012

Tibetani seconda parte: esercizi antiage

A chi piacerebbe condurre un’esistenza sempre in forma, sempre piena di vitalità, in una parola sempre giovane? A tutti noi naturalmente, per questo motivo vi ho parlato dei Cinque Tibetani, per aiutarvi a raggiungere l’ ambito traguardo di una vita alla Peter Pan! Per noi però niente sirene, Bambini Sperduti ne tanto meno un’Isola che non C’è ma solo esercizi e costanza.

Questi 5 riti possono essere eseguiti in qualsiasi momento della giornata, l’importante è essere costanti e cercare di esercitarsi ogni giorno. Se sceglierete il mattino, avrete in cambio una buona dose di energia per le attività che seguiranno, se sceglierete la sera prima di coricarvi invece avrete sonni tranquilli, l’unica accortezza da avere è evitare lo stomaco troppo pieno. Si tratta di 3 ripetizioni per ogni esercizio per un totale di 5 minuti complessivi: un’inezia in realtà! Ogni settimana potreste aggiungerne 2 fino ad un massimo di 21 per un allenamento di 20 minuti giornalieri da suddividere, eventualmente, in due sessioni.

Siamo quasi pronti per iniziare, mancano solo le ultime raccomandazioni sulla respirazione: occorre sapere che, contrariamente da quanto accade durante un movimento fisico intenso da palestra come una corsa oppure il sollevamento pesi, la respirazione nei Cinque Tibetani è invertita ovvero si inspira mentre i muscoli si contraggono e si espira quando di distendono.

Il primo esercizio si chiama la Ruota: partendo in piedi con le braccia divaricate ed i palmi delle mani rivolti versi il basso, consiste nell’effettuare un giro su se stessi in senso orario portando il braccio sinistro verso destra. L’unico inconveniente può essere quello di avvertire un giramento di testa, in questo caso la soluzione migliore è ruotare molto lentamente e fissare una mano mentre si gira: la pratica e la costanza vi aiuteranno ad acquisire maggior scioltezza nei movimenti.

Il secondo esercizio è l’Angolo: partendo dalla cosiddetta “posizione del cadavere”, ovvero distesi supini con le braccia lungo i fianchi, bisogna sollevare contemporaneamente le gambe fino in posizione verticale posizionando i piedi a martello e la testa vicino al petto mentre spalle, bacino e schiena restano ben adese al terreno. Per non affaticare troppo i muscoli addominali, si possono piegare le gambe all’altezza delle ginocchia mentre salgono.

Il terzo esercizio è nominato l’Arco: si parte in ginocchio con le mani sull’apice delle cosce, i piedi con le dita flesse sul suolo e la testa appoggiata al mento quindi si inarcano all’indietro con un unico movimento fluido schiena, testa e spalle. Durante la fase di inarcamento, tenere la bocca aperta aiuta a respirare meglio e distendere tutti i muscoli anteriori del collo.

Il quarto esercizio è il Ponte: si comincia in posizione seduta con le gambe distese leggermente divaricate, il tronco dritto e i palmi delle mani appoggiati a terra, quindi si piegano le ginocchia sollevando il bacino e rovesciando indietro la testa sempre con la bocca aperta.

Il quinto ed ultimo esercizio è la Montagna: si cerca di arrivare alla “posizione del cane con le testa in giù” partendo dall’insolita “posizione del cane con la testa in su” ovvero supini con le dita dei piedi flesse come nel secondo esercizio, con la testa rivolta all’indietro mentre gambe e bacino sfiorano terra senza nessun contatto. Il tutto consiste nel sollevarsi da terra facendo leva su braccia e mani mentre si flette l’addome: è consigliato svolgere questo rito, come tutti gli altri, scalzi su di una superficie non scivolosa.

È importante sapere che i Cinque Tibetani non sono un classico allenamento fisico che mira alla perfezione del corpo, ma piuttosto un mezzo per raggiungere l’armonia dei sensi: è fondamentale l’attenzione profusa durante l’atto piuttosto che l’atto in sé. Bisogna ricordarsi che si sta facendo del bene a se stessi, inspirando energia positiva e buttando fuori quella negativa.

Fonte immagine: http://www.lovvy.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy