• Google+
  • Commenta
7 settembre 2012

Il Codacons invita a denunciare gli editori

 NUOVE EDIZIONI DEI LIBRI SCOLASTICI UGUALI A QUELLE DEGLI ANNI PASSATI? DENUNCIAMO GLI EDITORI!

Questo è il messaggio che leggiamo nel blog del sito http://www.carlorienzi.it/ ,si tratta di un appello fatto dal  Codacons ( Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) riguardo il vertiginoso aumento delle nuove edizioni dei libri di testo che poi presentano lievi modifiche dalle edizioni passate.

Come sappiamo la spesa per i testi scolastici crea sempre più scompiglio tra le famiglie, da qualche anno ad allievare i dolori del portafoglio ci hanno pensato i mercatini dei libri usati,comprare libri usati a metàprezzo è un opzione che ha interessato la maggior parte degli studenti.Purtroppo però a causa delle nuove edizioni dei libri( che differiscono da quelle precedenti solo per poche pagine o qualche illustrazione),le famiglie si trovano costrette a non poter usufruire dello sconto del libro usato.

Nonostante ci siano due decreti ministeriali impongono alle scuole di adottare “testi in formato misto ovvero scaricabile da Internet”,i docenti hanno ordinato l’acquisto della versione aggiornata con il conseguente rincaro della spesa per i genitori rispetto al 2011

Il Codacons replica : “Questa pratica impedisce pero’ il commercio dei libri usati e danneggia l’utenza, tenuta ad acquistare i nuovi testi individuati dagli insegnanti”. L’associazione utilizzera’ le segnalazioni ricevute “per procedere a denunce in Procura contro gli editori che hanno messo in atto la pratica scorretta, denunce nelle quali si chiedera’ alla magistratura di procedere per il reato di truffa”.

Non resta che prendere alla lettera quanto detto nel blog, www.carlorienzi.it : “Vi invito a segnalare su questa pagina le nuove edizioni di quei libri che quest’anno, sia in formato cartaceo che digitale, non presentano modifiche sostanziali rispetto alle edizioni dello scorso anno.Utilizzeremo poi le segnalazioni ricevute per procedere a denunce in Procura contro gli editori che hanno messo in atto la pratica scorretta, denunce nelle quali si chiederà alla magistratura di procedere per il reato di truffa”.

Fonte della foto :www.libreriamarcopolo.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy