• Google+
  • Commenta
29 settembre 2012

Parte dall’India la rivoluzione dei cellulari

Nella settimana in cui Apple mette in commercio l’Iphone 5, con conseguenti code chilometriche fuori gli Apple store, dall’India arriva una notizia rivoluzionaria che promette di trasformare i vecchi cellulari in veri e proprio oggetti ultra-tecnologici che nulla avrebbe da invidiare agli smartphone di ultima generazione.

Un ricercatore della Indraprastha Institute of Information Technology di Nuova Delhi, Kuldeep Yadav, ha spiegato, infatti, che i cellulari di vecchia generazione possano essere trasformati in rudimentali smartphone utilizzando soltanto la tecnologia già esistente per lo scambio degli sms e di telefonate, il Cell Broadcast Service, una serie di antenne attraverso le quali vengono trasmessi sms, notizie meteo, pubblicità a tutti i cellulari presenti nelle aree circostanti.

L’utilizzo della tecnologia CBS, spiega Yadav, potrebbe sostituire l’utilizzo di Google Maps e dei navigatori satellitari: i cellulari, adeguatamente riprogrammati, potrebbero utilizzare i segnali delle antenne per calcolare la propria posizione con un margine di errore di solo 600 metri. Una piccola rivoluzione per tutti coloro che non possono o non vogliono acquistare un cellulare di ultima generazione.

Un altro utilizzo della rete CBS, inoltre, sarebbe utile anche per lo scambio di file: un utente che vorrebbe scaricare una canzone o un film potrebbe, tramite la lista dei suoi amici di facebook, essere a conoscenza di chi è in possesso di quel file e tramite la tecnologia CBS ricevere comunicazioni in merito alla vicinanza dell’amico. Così facendo ci si potrebbe incontrare per scambiare i file desiderati tramite bluetooth, evitando, spiega Yadav, di utilizzare internet che il più delle volte, vista la sua lentezza, costringe l’utente ad estenuanti attese, rimanendo collegato 24 ore su 24.

Insomma, si parla di una piccola rivoluzione che sicuramente non cambierà il modo di intendere i cellulari né arginerà il dispendio di denaro legato all’acquisto dell’ultimo modello dello smartphone desiderato. È innegabile, infatti, che l’acquisto di un nuovo Iphone, Nokia, Htc non sia legato, necessariamente, alle necessità dell’utente medio ma sia, più che altro, un modo come un altro per sentirsi parte di un gruppo chiuso “alla moda” di possessori di smartphone che permette l’ingresso solo a chi può permettersi un cellulare da mille euro. Un’innovazione del genere, però, potrebbe essere molto utile nei paesi in via di sviluppo, come Sud America, Asia, Africa dove circa l’80% delle persone utilizza ancora cellulari della vecchia generazione in grado soltanto di inviare messaggi ed effettuare telefonate.

 

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy