• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2012

Studiare lontano da casa: la storia di Elda

La maturità è andata, i test d’ingresso pure, la paura del primo giorno di università anche. Ormai le attività universitarie stanno prendendo il loro normale percorso e tutti gli studenti bene o male si stanno abituando alla vita universitaria acquisendo ogni giorno sempre di più dimestichezza con il tragitto da fare, dove è più conveniente fotocopiare i testi universitari, dove mangiare, come raggiungere le aule ma soprattutto, per i fuori sede, dove trovare casa.

Esatto, qualsiasi studente fuori sede ogni anno deve fare i conti non solo con i problemi causati dalla gestione, il più delle volte disorganizzata, delle attività universitarie ma anche con quelli derivanti dalla decisione di voler seguire costantemente i corsi universitari al fine di finire il più presto possibile il percorso di studi scelto che impone agli studenti di dover trovare una giusta sistemazione a km di distanza dalla loro famiglia.

Per capire meglio quale sia la situazione di tutti gli studenti fuori sede abbiamo intervistato Elda, dottoressa in Scienze della Comunicazione che attualmente è iscritta al secondo anno del corso di laurea magistrale in “Teoria dei Linguaggi e della Comunicazione Audiovisiva” presso l’Università degli Studi di Salerno.

 

1. Elda, come mai hai scelto l’Unisa come meta dei tuoi studi specialistici?

Mi sono laureata alla triennale presso l’Università di Cassino nel novembre dell’anno scorso. Volendo integrare i miei studi di altri 2 anni ho dovuto ponderare al meglio la mia scelta in quanto l’Unicas, purtroppo, offre solo un percorso della laurea specialistica che non si addiceva per niente con ciò che avrei voluto fare da grande.

Gli unici due atenei che soddisfavano realmente le mie aspettative erano La Sapienza e l’Università degli Studi di Salerno, che per fortuna offrono agli studenti più di un corso di laurea magistrale, ma dati i costi elevati degli appartamenti nella Capitale ho dovuto optare per Salerno ed è così che iniziò la mia ricerca disperata per una casa, anche se ora come ora posso dire che la scelta che ho preso, al di fuori dei vari problemi a cui mi ritrovo a dover fronteggiare ogni giorno, sia stata la scelta giusta.

 

2. Come è stata la ricerca della casa? Su quali fattori ti sei basata maggiormente? posizione, costi, accessori (internet, riscaldamenti…)

La ricerca della casa è stata tragica! I prezzi sono alti, sia per la location (diciamolo: Fisciano non è il massimo della movida!) sia per i servizi.
Oltre a chiederti cifre come 180-200 euro ogni mese devi pensare anche alle spese delle varie bollette: acqua, luce, gas ecc. Per poi non parlare dei costi della spazzatura e del condominio. Insomma a fine mese ti ritrovi a spendere non meno di 250 euro, il tutto senza calcolare le spese del cibo.

Ho provato anche a chiedere per gli alloggi universitari dell’A.di.su. presenti nella zona ma oltre a chiedere 250 euro mensili c’era l’obbligo di affittare l’alloggio per tutto l’anno accademico, da settembre a luglio, anche se in alcuni mesi, specialmente quelli di gennaio-febbraio e giugno-luglio in cui venivi solo per dare gli esami, non la usavi. Insomma, avrei dovuto pagare per un servizio che non utilizzavo.
Per concludere in bellezza il 95% degli appartamenti non include internet e, cosa divertentissima, quando chiedi al proprietario: “E per internet?” quello con una faccia come per dire “E che sarà mai!” ti risponde: “Eh vabbè signorina a quello ci pensate voi, vi fate un abbonamento telefonico e vi attaccate internet.” (giustamente che saranno mai altri 30/40 euro al mese!).

3. Il tuo affitto ha un contratto o è a nero?

Io ho trovato una stanza a Penta, non è il massimo, ma per cercare di non sforare i 200 euro mensili si fanno un pò di sacrifici e ovviamente, come l’anno scorso, è tutto in nero…

4. Pensi che gli affittuari se ne approfittino delle vostre “difficoltà” nella ricerca di un alloggio che vi promettono cose che poi non mantengono?

Assolutamente si! A volte ti capita anche di ritrovarti con un bel “pacco”.

A me personalmente è capitata questa stanza, di cui l’annuncio diceva: “200 euro compresi tutti i servizi”. Contattai subito l’affittuario tramite mail per accettarmi che era proprio tutto così e mi assicuravano acqua, luce, gas ed internet compresi nei 200€. Era proprio un’ occasione da non perdere!
Ma attenzione: solo dopo aver pagato la caparra mi informano della presenza di un guasto tecnico che a quanto sostengono non dipende da loro che per il momento non si dispone di una connessione ad internet, una vera tragedia per chi come me ci lavora con internet!

Ma come è giusto che sia se ne lavano le mani perché dopotutto sono loro che fanno un favore a te mettendoti a disposizione una stanza, un bagno e una cucina, il resto non conta, non conta se nell’annuncio avevano detto una cosa e effettivamente te ne offrono un’altra, il prezzo comunque non cambia l’unica cosa che cambia è che a tutt’oggi mi ritrovo senza connessione e sono obbligata a sborsare altri soldi al di fuori del mio budget prefissato per fare un abbonamento ad internet. Ovviamente non è una questione di soldi, perché a saperlo avrei cercato altrove, ma è per una questione di principio perché con la scusa della casa con tutti i confort si prendono gioco di ragazzi che cercano un posto dove stare e vivere in modo decente. Insomma “Cornuto e mazziato!”.

In conclusione ritengo che noi poveri studenti dobbiamo fare più di un sacrificio per prenderci questo famosissimo pezzo di carta, penso che la forza di continuare sia dovuta al fatto che, un giorno, tutto questo sudore verrà ripagato, o almeno si spera!

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy