• Google+
  • Commenta
26 febbraio 2013

Cinquanta sfumature di grigio – Film Cinquanta sfumature di grigio a breve al Cinema e già si parla di Cinquanta sfumature di Rosso

Mentre fervono i preparativi per il film Cinquanta sfumature di grigio, ancora in tanti si interrogano sui reali motivi sottesi alla lettura avida di questa trilogia. Ancora dubbi sui segreti del successo editoriale chiamato James.

Cinquanta sfumature di grigio,  bastano queste solo parole per animare gli animi di milioni di appassionati, soprattutto appassionate lettrici della saga della scrittrice esordiente Erika Leonard James.

Un successo tira l’altro per la casalinga inglese che dichiara di aver scritto quasi per gioco. Il primo raggiunto in tempi da record con il libro che inaugura la storia Cinquanta sfumature di grigio. A seguire, l’immediata popolarità del secondo episodio e, infine, e inevitabilmente, anche del terzo. È un dato di fatto: chi legge il primo libro della saga, quasi come se fosse una maledizione, non può, non deve fermarsi e deve passare immediatamente al “nero”; una volta letto il secondo non si potrà per nulla al mondo rinunciare alla terza parte della storia, su cui ci si getterà a capofitto: “Cinquanta sfumature di rosso”, il romanzo conclusivo. L’epilogo finale della storia d’amore e sesso più letta degli ultimi tempi.

[adsense]

Oggi ancora in tanti considerano inspiegabile il successo di questa saga erotica scritta dalla cinquantenne casalinga ormai più nota al mondo, Erika Leonard James.

Ma quali gli ingredienti che hanno decretato il successo senza eguali di questa appassionante trilogia: rapporti intimi e senza inibizioni, amore, eros, amore, e ancora eros. Sì, perché questi sono in realtà i due temi chiave, i due fili conduttori di questa storia avvincente. Tutto il resto: denaro, potere, famiglia disagi sociali e personali diventano presto, infatti, solo dei contorni che sembrano banalizzarsi di pagina in pagina destando sempre mnor interesse nel lettore avvolto dall’alone dell’eros.

Christian Grey di Cinquanta sfumature di grigio, è ormai personaggio dell’anno. Un personaggio inesistente se non sulla carta, ma, se solo esistesse al di là di un libro, possiamo essere certi, avrebbe vinto tutti i possibili premi del caso. Il protagonista dell’anno editoriale, infatti, ha davvero fatto innamorare tutte le donne del mondo che l’hanno visto e concretizzato nelle loro menti in tutti i modi (al di là della descrizione fornita dalla stessa protagonista del romanzo). Bello, impossibile, complesso ma soprattutto lussurioso. Il filo conduttore della sua vita? L’BDSM. Per chi il sesso lo vive “in normalità”, presto spiegato l’acronimo ormai diventato famoso grazie a questi libri:  bondage, dominio.

Secondo le più importanti testate americane e inglesi il successo editoriale di questa saga è da ricondurre ad un unico aspetto: in milleduecento pagine all’incirca, la concretizzazione e l’esplicazione del mondo onirico di ogni donna moderna. Un uomo bellissimo, ricco, appassionato, che desidera e ama ardentemente la propria donna e che va contro se stesso e le sue paure più celate pur di averla e renderla felice. Ma anche un uomo “erotico”, perverso, con il vizio del sesso estremo. Che fa del sesso quasi una ragione unica, un filo conduttore, la sua vita. Un “dovere” per rispondere ai mali della sua vita pregressa.

Probabilmente sono davvero queste le ragioni, la spiegazioni che giustificano milioni di copie vendute nel mondo, acquistate soprattutto da donne di tutte le età. Ma forse, è possibile rintracciare anche qualche motivazione in più, che ha spinto in tanti, tantissimi, a leggere ingordamente, fino all’ultima pagina, questa saga.

Il mondo intorno a noi si è cosi “appesantito” da farci sentire sempre più piccoli e preoccupati. Ciascuno di noi oggi sente il peso di una responsabilità indiretta del male di vivere di una società e di un’economia mondiale che va a rotoli e fa “strage” di vite. Forse siamo davvero stanchi del nostro circostante così pieno di problemi, criticità, collassi. Rispetto a ciò, appare evidente il desiderio, la volontà in tanti, di ritagliarsi delle piccole oasi felici. Di pace, di serenità, fossero anche solo oniricamente costruite e vissute nella piccola “bolla” di un libro. Un libro che fa sognare ancora, un libro che nella sua leggerezza ci allontana dai mali, un libro che con tutti i suoi ingredienti riporta in auge la nostra umanità, quella atavica. L’umanità sopraffatta e dimenticata da ognuno di noi.

Tuttoggi la saga in tutto il mondo continua a registrare importanti vendite e non ha abbandonato le classifiche dei libri più venduti. E mentre tanti uomini continuano a guardare interdetti e “preoccupati” le proprie donne leggere avidamente questi tre romanzi, (da Cinquanta sfumature di grigio in poi) quest’ultime perseverano nel sognare il loro idolo: il “fantastico” e desiderato Christian Grey, che presto avrà anche un volto grazie alla prossima produzione cinematografica (che ovviamente sarà vietata ai minori di 18 anni per eccesso di “eros”).

Pasqualina Scalea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy