• Google+
  • Commenta
18 giugno 2013

Festival di Cortometraggi. Cervantes: festival di cortometraggi Días de Cortos

L’Instituto Cervantes di Palermo presenta la prima edizione del festival di cortometraggi Días de cortos

Il festival di cortometraggi Días de cortos è un festival internazionale ideato, prodotto e realizzato dall’Instituto Cervantes di Palermo, con l’intento di sostenere e promuovere la creazione cinematografica di giovani registi.

La prima edizione del festival di cortometraggi Días de cortos. Fronteras visibles, con la direzione artistica di Belén Fiallos, è dedicata ai processi migratori contemporanei. L’obiettivo di questa edizione è, infatti, quello di creare uno spazio di conoscenza e di riflessione sul tema dell’immigrazione, vista attraverso gli occhi di giovani cineasti.

All’interno del festival di cortometraggi, in programma dal 24 al 28 giugno, sarà presentata una selezione internazionale di 36 cortometraggi, che hanno partecipato ai più importanti festival del cinema di tutto il mondo ed hanno ricevuto, in molti casi, premi e riconoscimenti.

Storie di emigrazione, viaggi di profughi verso terre lontane e sognate, sbarchi d’immigrati, episodi di precaria solitudine, immagini di diversità culturale e religiosa, barriere, frontiere, nostalgia verso la terra natia, speranza, melanconia, racconti di separazione e dolore, conflitti culturali, opportunità che nascono da scambi culturali, donne di altri paesaggi che entrano a far parte di nuovi paesaggi: questi i temi toccati dal festival di cortometraggi.

Le proiezioni, che si terranno presso la Sala Cinema dell’Instituto Cervantes di Via Argenteria Nuova 33, seguono principalmente una proposta “per paese”: si comincia lunedì 24 giugno con il cortometraggio spagnolo Exit, un film interattivo à la carte in cui lo spettatore determina l’evoluzione narrativa del cortometraggio scegliendo tra le diverse opzioni a sua disposizione. Martedì 25 giugno il paese protagonista dei cortometraggi sarà Cuba, mercoledì 26 giugno i film saranno ambientati tra la Spagna e l’America Latina; giovedì 27 giugno i film affronteranno le tematiche migratorie in Spagna, Italia (partecipano registi italiani provenienti da Bologna, Napoli, Roma, Bra, Como, Lampedusa) ed Africa, venerdì 28 giugno la rassegna si concluderà con la proiezione di alcuni video su storie di migrazioni tratte dal progetto web multidisciplinare Migrar es cultura, ideato dal Museo de América di Madrid.

Fitto il calendario di eventi culturali collaterali che arricchiscono il festival di cortometraggi. Il primo evento che fará da introduzione al festival di cortometraggi sarà la conferenza di venerdì 7 giugno La diaspora negli audiovisivi cubani. Una narrazione al di là del territorio: una riflessione sul fenomeno della migrazione cubana da un punto di vista cinematografico tenuta da Jorge Fernández, Direttore del Centro de Arte Contemporáneo Wilfredo Lam di Cuba.

Altra occasione di confronto sul tema sarà meartedì 25 giugno con la conferenza Cinema, Teatro e Immigrazione che vede la partecipazione di Alfio Scuderi, direttore del Palermo Teatro Festival e di Gabriella d’Agostino, direttrice del Festival di Cinema Sole Luna. Si affronterà il tema delle produzioni teatrali e cinematografiche, con uno sguardo attento a quelle italiane e palermitane.

Il festival di cortometraggi prevede anche un momento formativo con il laboratorio sulla realizzazione di cortometraggi, in programma dal 17 al 21 giugno, a cura di Carla Purriños.

L’omaggio alle suggestioni della fotografia e dell’audiovisivo è affidato alla mostra collettiva Migrantes che inaugura il 24 giugno e rimane aperta oltre il festival di cortometraggi, fino al 12 luglio. In mostra le opere di Serena Giordano, Rori Palazzo ed Oriana Palermo che presentano le proprie riflessioni sul fenomeno migratorio contemporaneo attraverso due fili conduttori: l’esperienza fisica dello spostamento territoriale e l’esperienza onirica intesa come ricerca interiore, mutazione e cambiamento.

Si chiude venerdì 28 giugno al Teatro Nuovo Montevergini con il concerto degli Zoobazar, innovativo quartetto di musicisti di Madrid che propongono differenti stili musicali del Mediterraneo contaminati da musiche occidentali.

Il festival di cortometraggi è promosso dall’Ambasciata di Spagna a Roma – Ufficio Cultura, dal Consolato Generale di Spagna a Napoli, dall’Instituto Cervantes e dall’A.I.E. (Artistas en Ruta)

È realizzato in collaborazione con Migrar es Cultura – Museo de América di Madrid, la filmoteca del Ministero degli Affari Esteri di Spagna, la Fundación Audiovisual de Andalucía, Kimuak, la Filmoteca Vasca, il Governo Vasco e l’Instituto Etxepare,  il Palermo Teatro Festival – Nuovo Montevergini, il Sole Luna Festival.

Google+
© Riproduzione Riservata