• Google+
  • Commenta
4 dicembre 2013

Sonics e Duum: i Sonics da Barbara D’Urso al Nuovo di Milano

Le meraviglie di DUUM arrivano a Milano: esclusiva intervista al leader dei Sonics Alessandro Pietrolini

Sonics

Sonics

Dopo lo strepitoso successo iniziale nelle piazze italiane, oggi i Sonics approdano finalmente e nuovamente in teatro: e Milano li accoglie a suon di fragorosi applausi!

Da ieri e fino all’8 dicembre, la compagnia di acrobati aerei Sonics, sarà, infatti, ospite del teatro Nuovo in San Babila: pronta a stupire a colpi di acrobazie aeree tutto il pubblico presente in sala.

Ieri la prima di DUUM al teatro meneghino: tagliato il nastro e successo già decretato. I segnali e i rumors parlano chiaro: superlativo!

Dopo l’incontro con Barbara D’Urso a Domenica Live la scorsa domenica, Alessandro Pietrolini, leader e direttore artistico dei Sonics, si racconta a Controcampus.

“Non tutti nascono con i piedi per terra” il vostro slogan. Non avere i piedi per terra incarna lo spirito e il core dei vostri spettacoli acrobatici. Ma non avere i piedi per terra significa anche aver sognato, sognare e continuare a farlo. Quali sogni c’erano prima del 2001, anno di start up dei Sonics, e quali sogni ancora “bollono in pentola” e ritieni siano ancora da realizzare per i Sonics?

“Nel 2001 più che sogni c’erano incubi in realtà! Non si capiva come prenderla “questa cosa”. Abbiamo iniziato questa avventura acrobatica sui nostri colpi. All’inizio io e Eliana già masticavamo ginnastica artistica, cosi abbiamo fondato la compagnia e abbiamo cominciato a trasformare quello che era un fare sportivo in qualcosa di creativo. Quando ancora il genere non era conosciuto oltre al Cirque du Soleil. Conoscevamo anche poco dell’ambito. Poi abbiamo iniziato ad interpretare la danza e le acrobazie aeree proprio a partire dalla ginnastica artistica che poi abbiamo trasformato nel mondo Sonics. Dal 2001 al 2006 è stato solo un gioco. Non un vero lavoro. Successivamente a Torino, abbiamo avuto la possibilità, seppur per uno slot breve di tempo, di provare un passo a due di studi aerei. Da li è stato il nostro vero primo inizio e abbiamo poi provveduto a crearci la nostra storia con tutte le difficoltà del caso. Perciò non siamo mai stati per i piedi per terra e ora continuiamo a non esserlo.”

Sonics DUUM

Sonics DUUM

Essere acrobati non é da tutti. Ma, come si decide di diventarlo? Qual é stato il motore e la spinta che vi ha condotto a questa disciplina?

“Non è da tutti é vero fino a un certo punto. Dipende, lo puoi diventare. Devo allenarti tanto e lo si può davvero diventare. C’è tanta fatica, speranza. Ci vuole dedizione, ci vuole una forma capacità ad accettare i no e cosa non va bene. Cercando di conoscere i propri limiti e provare a superarli. Ognuno di noi ha una soglia diversa. Nel campo acrobatico noi l’abbiamo alzata molto, ma ancora ci sono margini di miglioramento. Io ho iniziato a 27 anni quest’avventura e non avevo mai fatto nulla prima. Con fatica e allenamento sono riuscito a creare il mio momento acrobatico. Si parte da bambino”

C’è, quindi, bisogno di uno specifico background “necessario”? Esistono delle scuole per diventare acrobati aerei?

“C’è bisogno no. C’è la possibilità di frequentare determinate discipline come la ginnastica artistica, si. Queste consentono di avvicinarsi più velocemente ad alcuni aspetti acrobatici. Un ex ginnasta ha un ottimo background.
Diventare acrobati aerei richiede specifiche predisposizioni fisiche, un essere “portatati” per un certo tipo di attività fisica o, al contrario l’allenamento, la tenacia e il duro lavoro possono bastare? Si, occorre tanto allenamento e tenacia e speranza. Il background sportivo può servire ma non è fondamentale.”

Il vostro curriculum vanta ad oggi ben cinque spettacoli di successo “OSA”, “FLIGHT”, “FLOW”, “MERAVIGLIA” e l’ultimo spettacolo da continui sold out “DUUM”. Quali gli elementi di diversificazione di questi spettacoli e quali, invece, gli aspetti ricorrenti e “tipici” di una performance in stile Sonics?

“Ogni spettacolo ha una sua vita, ha un suo luogo, un suo perché. Ad esempio OSA, è stato il primissimo spettacolo lanciato nelle piazze con una macchina scenica a piramide. Portavamo delle strutture metalliche nelle piazza. FLIGHT era per posti piccoli. MERAVIGLIA era uno spettacolo all’aperto più corposo come strutture e lo stesso lo abbiamo riadattato poi per i teatri. DUUM é la conseguenza di tutti questi spettacoli e unisce il tutto, racconta una storia e raccoglie tutto il nostro essere. La caratteristica comune: avere tanta acrobatica aerea e allo stesso tempo macchine sceniche originali sulle quali creiamo il nostro spettacolo.”

Sonics

Sonics

Quanto contano gli effetti luci e sonori in uno spettacolo di acrobazie aeree? Secondo quale criterio selezionate la musica soprattutto?

Quale genere si “sposa” meglio con le acrobazie?

“Noi abbiamo cercato di organizzare i nostri spettacoli in stile trailer con cambi ogni 3/4 minuti. Spiegare qualcosa in pochi minuti e non oltre cinque minuti di performance. Un breve, ma intenso percorso che conduca lo spettatore e lo coinvolga gradualmente ed emotivamente.”

I Sonics oggi sono in teatro con DUUM, ma é facile trovarli anche in televisione, averli già visti alle olimpiadi invernali di Torino, nello stadio di Kiev per gli Europei di calcio, nonché ritrovarli all’opera per importanti aziende e tra grandi brand con tutta la loro creatività e arte acrobatica. Ma quale, secondo Alessandro e i Sonics, è il “posto” per eccellenza dove si concretizza la meraviglia di uno spettacolo acrobatico in perfetto stile Sonics?

“Assolutamente il Teatro, per il contatto che hai con il pubblico. Nonostante sia il contesto meno pagato e più difficile strutturalmente. Però avere la possibilità di avere di fronte tante persone, che acquistano il biglietto per venire a vederti, per me non ha eguali. Il teatro é quello che ha fatto i Sonics. Poi facciamo altre attività più commerciali. Ma il teatro ti da i veri applausi che sono come una pacca sulla spalla e in teatro la senti! Ieri sera, ottocento persone! Per noi un grande risultato considerando che non pubblicizziamo se non sui Social network i nostri eventi. Non andiamo spesso in tv.”

Sonics DUUM

Sonics DUUM

Da ieri all’8 dicembre sarete al Teatro Nuovo di Milano e già si parla di sold out e di un ennesimo strepitoso successo per i Sonics in terra milanese. Quali aspettative avevi?

Milano è una terra che da tanto ma può anche togliere…

“In effetti siamo anche in una settimana difficile tra fiere, sant’Ambrogio e eventi vari a Milano. Non ci facciamo mancare nulla. Milano é Milano. Milano e Roma sono due grandi trampolini che fanno la differenza. Siamo già stati a Milano con Meraviglia e andò bene.”

“Non so adesso come andrà a finire! La partenza è stata ottima. In un momento come questo in cui non ci sono più spettacoli arrivare a Milano e in un teatro in pieno centro, è già una grandissima soddisfazione.”

Perché esserci? Come inviterebbe Alessandro dei Sonics le persone a partecipare ai vostri prossimi appuntamenti “aerei”…

Sonics

Sonics

“DUUM per come é nato ed è stato pensato come uno scambio tra acrobati e chi è dall’altra parte del palco. L’ho voluto far ruotare intorno al concetto della ricerca della felicità.

La voglia di riscoprire. Io sono convinto che sia una carezza per l’anima per tutti quanti. Sia per noi che andiamo in scena che per chi vedrà lo spettacolo. Sono sicuro che chi verrà, potrà piacere o meno lo spettacolo, apprezzerà il messaggio di DUUM al di là delle abilità tecniche o per le acrobazie o gli effetti.

Il messaggio che vuole dare é di fare un salto: scollegarsi dalla realtà per un’ora e mezza e fare un DUUM: per provare delle emozioni, ritornare al colore, imparare semplicemente quella che è la vita, nulla di più.”

Le prossime date di DUUM dei Sonics.

  • 26 Dicembre 2013 – Teatro Alfieri di TORINO – spettacolo MERAVIGLIA
  • 16 Gennaio 2014  – Teatro di Broni (PV) – spettacolo MERAVIGLIA
  • 18 Gennaio 2014 – Palazzo dei Congressi di LUGANO Svizzera – spettacolo DUUM
  • Dal 28 Gennaio al 2 Febbraio 2014 compresi – TEATRO EBE STIGNANI di IMOLA (BO) – spettacolo MERAVIGLIA
  • 22 Marzo 2014 – TEATRO del VIALE – Castelleone (CR) – 22 Marzo 2014 – spettacolo DUUM
Google+
© Riproduzione Riservata