• Google+
  • Commenta
23 Marzo 2019

Elezioni regionali Basilicata 2019: chi sono i candidati e liste

Elezioni regionali Basilicata 2019
Elezioni regionali Basilicata 2019

Elezioni regionali Basilicata 2019

Prima di conoscere le ultime previsioni delle elezioni regionali Basilicata 2019 cerchiamo di capire chi sono i candidati presidenti di regione, liste e programmi elettorali.

Domenica 24 marzo, la Basilicata è chiamata al voto per le elezioni del governatore e consiglieri della regione Lucania che potrebbe cambiare volto dopo la regia dei Pittella.

I sondaggi danno favoriti i candidati di centro destra, Lega e Forza Italia, ma anche del Movimento 5 Stelle. Ma Il PD ed centro sinistra già ai primi exit poll potrebbero riservare  sorprese.

Cerchiamo di conoscerli e capire chi sono i candidati delle regionali in Basilicata. Vito Bardi per il centro destra, Carlo Trerotola, centro sinistra, Antonio Mattia Movimento 5 stelle e Valerio Tramutoli, liste civiche ad ambientaliste. Saranno scelti 20 candidati per il consiglio regionale. Ciascun candidato ha un programma elettorale.

Tuttavia la sfida è fra infrastrutture e territorio. Il nuovo presidente sostituirà il governatore uscente Marcello PIttella. Quest’ultimo si è dimesso a seguito dello scandalo sulla sanità locale.

Elezioni regionali Basilicata 2019 domenica 24 marzo 2019: sondaggi e come si vota

Domenica 24 marzo dalle ore 7 alle 23  si vota per le elezioni regionali in Basilicata. Nello stesso giorno alla chiusura delle urne si procederà allo spoglio e ai primi exit poll. Le elezioni lucane saranno caratterizzate dal nuovo sistema elettorale.

Ricordiamo che nell’agosto del 2018, il partito democratico nella persona di Piero Lacorazza, votò alcune modifiche al sistema elettorale. Le modifiche riguardano l’abolizione del listino e il voto disgiunto.

Il nuovo sistema elettorale conferma il sistema maggioritario con l’elezione diretta del presidente della Regione. Votando il consigliere presente in lista. Il voto sarà associato direttamente al candidato presidente. Non è previsto il ballottaggio.

I seggi saranno assegnati alla lista vincente in base alla percentuale ricevuta. Cioè fino al 30% , si avranno 10 seggi più presidente. Per la percentuale 30-40%, si avranno 11 seggi più presidente. Oltre il 40%, 12 seggi più presidente. In tutti i casi il limite previsto è di 14 seggi più presidente. Ogni elettore può esprimere due preferenze.

Previsioni elettorali regione Basilicata: chi è il candidato che vince a oggi

In questi giorni che hanno preceduto le elezioni, i sondaggi sono stati motivo di scontro fra i candidati. E più precisamente si fa riferimento a un post pubblicato da un capogruppo di Fratelli d’Italia, Alessandro Galella. Il consigliere avrebbe diffuso sul suo profilo social dei sondaggi  elettorali. Nel post si legge che i sondaggi erano stati diffusi dall’istituto Euromedia Research di Milano. Pronta la risposta della società milanese, che avrebbe definito “una fake news” la notizia. In più, la società ha scritto in una nota che avrebbe agito per via legale.

Duro il commento dell’esponente pentastellato Antonio Mattia: “Scorrettezze per vincere – illegalità per governare”. In conclusione come unico dato facciamo riferimento a sondaggi di qualche mese fa.

Queste le ultime previsioni elettorali delle elezioni regionali in Basilicata:

  • Movimento 5 stelle favorito con 39%;
  • Segue Centro Destra con 30,6%;
  • Terza lista è quella di centro sinistra con il 18,9%;
  • Fanalino di coda per la sinistra con il 7,4%.

Domenica a partire dalle ore 23, avremo una risposta definitiva salvo ballottaggio.

Chi sono i candidati alle elezioni regionali Basilicata 2019: biografie e CV

Vito Bardi, del Centro destra, sostenuto da 5 liste e principalmente dalla Lega di Salvini e da Berlusconi, Forza Italia. La sua campagna elettorale è incentrata sulla costruzione di infrastrutture che evitano l’isolamento della regione e favoriscano l’insediamento di multinazionali.

Carlo Trerotola, del Centro Sinistra. Farmacista potentino legato all’ex governatore Pittella. Sostenuto da 7 liste e dal nuovo segretario del Pd, Zingaretti. Il farmacista si è reso protagonista di alcune gaffe durante i comizi elettorali. La sua posizione politica è stata definita ambigua.

Antonio Mattia del Movimento 5 stelle ha 47 anni, professione imprenditore. Laureato in giurisprudenza, ha impostato la sua campagna elettorale sul lavoro. Con il progetto dell’alta velocità Napoli – Taranto, ha preventivato 60mila posti di lavoro in 10 anni.

Valerio Tramutoli, classe 1957, docente universitario. La Basilicata Possibile. Il suo programma alle elezioni regionali è rivolto sopratutto ai giovani. Il suo impegno nella creazione di una rivoluzione tecnologica. Per incentivare i giovani a restare in Italia, in più ha puntato sulla riserva petrolifera del territorio.

Google+
© Riproduzione Riservata