• Google+
  • Commenta
22 Marzo 2019

Chi è Vito Bardi candidato centro destra Regionali Basilicata 2019

Foto per capire chi è Vito Bardi
Foto per capire chi è Vito Bardi

Foto per capire chi è Vito Bardi

Ecco chi è Vito Bardi, candidato scelto dal centro destra, Lega e Forza Italia per le elezioni regionali in Basilicata: dalla biografia al curriculum, fino al programma elettorale.

Un curriculum di tutto rispetto e una lunga carriera al servizio dello Stato: è il generale della Guardia di Finanza Vito Bardi, nome scelto dal centro destra per correre alle prossime elezioni regionali del 24 marzo in Basilicata.

Per conoscere meglio chi è Vito Bardi analizziamo insieme la biografia, il curriculum vitale e il programma elettorale presentato dal candidato del centro destra per far ripartire la Basilicata.

Una figura quella del Generale Bardi scelta dal centrodestra per le sue indubbie capacità professionali e di leadership.

A dare l’annuncio è stato Silvio Berlusconi (Forza Italia).

Il centrodestra si è infatti ricompattato intorno al nome del Generale della Guardia di Finanza, candidato unico della coalizione Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega con Salvini.

Soddisfazione nelle parole dell’ex premier Berlusconi. «Il nostro candidato sarà un generale, una persona che ha fatto una splendida carriera nel nostro esercito. Sono contento che anche la Lega e Fratelli d’Italia abbiano detto sì alla nostra proposta». 

Ma per capire qual è la ricetta proposta da Bardi per il governo della Regione Basilicata analizziamo di seguito i punti chiave del suo programma elettorale.

Non sono infine mancate le polemiche intorno alla scelta del candidato del centrodestra. In passato infatti il Generale della Guardia di Finanza ora in pensione è stato indagato due volte dal pm Henry John Woodcook. Nel 2011 con l’accusa di favoreggiamento e rivelazione di segreto e nel 2014 con quella di corruzione. Accuse in entrambi i casi archiviate.

Biografia Vito Bardi, candidato centro destra a presidente della Regione Basilicata – scarica CV

Curriculum Vitae del candidato centro destra alle regionali Basilicata << SCARICA

Scopriamo ora insieme chi è Vito Bardi, attraverso l’analisi del suo curriculum e della biografia. Il Generale, nato a Potenza il 18 settembre 1951, è sposato e ha due figli. Nel 1967 ha deciso di intraprendere la carriera militare, con l’ammissione alla Scuola Militare Nunziatella. Dove ha conseguito la maturità classica. Ha frequentato l’accademia del corpo dal 1970 fino al 1974, quando è stato nominato Tenente.

Nel frattempo ha proseguito negli studi, conseguendo ben quattro lauree. Economia e Commercio, Giurisprudenza, Scienze Internazionali e Diplomatiche e Scienze della Sicurezza Economica  e Finanziaria. A ciò si aggiunge un master alla Bocconi in Diritto Tributario d’Impresa. Il Generale è inoltre abilitato all’esercizio della professione forense ed è Revisore Ufficiale dei Conti.

Brillante anche la carriera nella Guardia di Finanza. Nel 1986 ha conseguito il grado di Maggiore, nel 1995 la nomina a Colonnello. Nel 2005 Generale di Divisione, e da Generale di Corpo d’Armata ha ricoperto gli incarichi di Comandante Interregionale dell’Italia Meridionale e di Ispettore per gli Istituti di Istruzione.

Numerose le onorificenze di cui è stato insignito per i numerosi meriti nel corso della carriera. Tra le altre ricordiamo quella di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. La Croce d’Oro con stelletta per oltre 40 anni di servizio e la Medaglia Militare d’Oro al Merito di Lungo Comando.

Programma elettorale del candidato di centro destra in Basilicata

Passiamo ora ai punti principali del programma elettorale presentato da Bardi per risollevare le sorti della Regione Basilicata.

Il punto principale attraverso cui si snoda l’intero programma è quello delle infrastrutture. Ecco le dichiarazioni del candidato del centrodestra. «Non ci può essere futuro senza infrastrutture materiali e immateriali». Di qui la necessità di costruire strade e ferrovie e di evitare la fuga dei cervelli, incentivando le multinazionali a insediarsi in Basilicata.

Fondamentali anche i settori del petrolio e dell’ambiente. Occorre rinegoziare le royalties sul petrolio in scadenza. In questo modo sarà possibile finanziare il programma per le infrastrutture e le imprese. Il tutto senza dimenticare la tutela dell’ambiente.

Per la questione giovani ed occupazione la soluzione prospettata da Bardi è quella della defiscalizzazione delle aziende. In questo modo è possibile creare nuovi posti di lavoro e quindi progettualità a medio e lungo termine.

Infine per quanto riguarda il turismo il Generale candidato del centrodestra propone la creazione di un Brand Basilicata. Per valorizzare i prodotti del territorio ed esportarli in tutto il mondo.

Google+
© Riproduzione Riservata