• Google+
  • Commenta
30 Marzo 2019

Kawasaki Ninja 636 ZX-6R: prezzo, dimensioni, scheda, colori, foto

Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R
Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R

Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R

Nuova Kawasaki Ninja 636 ZX-6R: prezzo, dimensioni, scheda tecnica e colori e foto della supersport della casa motociclistica nipponica.

Kawasaki ha presentato la Ninja 636 ZX-6R allo scorso AIMExpo, dando una scintilla vitale al settore delle supersport, che ormai credevamo stagnante.

La nuova due ruote giapponese ha debuttato al Salone delle Moto EICMA 2018, equipaggiando addirittura un motore da 636 cc. Ciò significa che la casa motociclistica nipponica ha scelto di aumentare la cilindrata, così da non rispettare le regole dei campionati e non ammettere la Ninja 636 ZX-6R alle corse.

Pertanto, sembra che le novità siano pessime per gli appassionati di gare, ma non è così. Difatti, la Kawasaki ha realizzato la supersport come una vera media sportiva, cioè più versatile perché sfruttabile anche su strada.

Quindi, arriverà una versione RR con un propulsore sotto i 600 cc, che soddisferà la fame da competizione su pista.

La nuova due ruote giapponese torna indietro, fino al 2006, ultimo anno di produzione del motore da 636 cc, per andare avanti, oltre la concorrenza attuale. Così, la casa motociclistica nipponica ha ridisegnato, rinnovato e rivoluzionato la Ninja 636 ZX-6R, prendendo dal passato e dal presente. Vediamo allora prezzo, dimensioni, scheda tecnica e foto della supersport.

Nuova Kawasaki Ninja 636 ZX-6R: caratteristiche, colori e foto della supersport

Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R

Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R

Il punto focale della Ninja 636 ZX-6R è il motore 4 cilindri in linea da 636 cc, che eroga una potenza di 130 CV a 13.500 giri/min e una coppia di 70,8 Nm a 11.000 giri/min.

Chiaramente, la maggiorazione della cilindrata è avvenuta grazie a un aumento complessivo della corsa di 2.6 mm, che è stato accompagnato da alcune revisioni nelle bielle, nei condotti di aspirazione, nella fasatura e nel rapporto di compressione.

Inoltre, la Kawasaki ha modificato iniettori, scatola del filtro, sistema dello scarico e tolto un dente al pignone a vantaggio della ripresa.

Il propulsore della supersport ha pure il controllo di trazione KTRC a 6 livelli. La due ruote giapponese gode del cambio dotato di quickshifter (solo a salire sopra i 2.500 giri/min) e della frizione regolabile in 5 posizioni. Sul fronte elettronico, completano il pacchetto il sistema ABS “sport-oriented”, il sistema di frenata intelligente antibloccaggio KIBS e 2 diverse mappature (Full Power e Low Power).

Scheda tecnica della 636 ZX-6R: prestazioni e dimensioni, immagini

Foto Kawasaki Ninja 636 ZX-6R Nera

Foto 636 ZX-6R Nera

Riguardo alla strumentazione, la Ninja 636 ZX-6R presenta un tachimetro analogico affiancato su un lato da spie di avviso e su un lato da un indicatore di posizione del cambio e da uno schermo LCD multifunzione. Invece, passando alla ciclistica, la supersport utilizza lo stesso telaio perimetrale in alluminio pressofuso e lo stesso telaietto reggisella in alluminio forgiato della ZX-6R e della ZX-6R 636. Sia il forcellone sia la forcella Showa SFF-BP (Separate Function Fork – Big Piston) sono totalmente regolabili.

La nuova due ruote giapponese ha una sella più corta per consentire una seduta più comoda e riposante durante i lunghi viaggi. Il fresh look della carenatura anteriore e del cupolino offrono maggiore protezione al centauro. La Ninja 636 ZX-6R pesa giusto196 Kg in ordine di marcia.

I freni anteriori contano su 2 dischi semiflottanti da 310 mm morsi da pinze monoblocco radiali Nissin a 4 pistoncini. Le gomme sono le Bridgestone Battlax Hypersport S22. I colori disponibili sono il verde “Lime Green / Ebony / Metallic Graphite Gray” e il nero “Metallic Flat Spark Black / Ebony Metallic Flat Spark Black / Ebony”.

Prezzo Kawasaki Ninja 636 ZX-6R: quanto costa la supersport

Con il lancio della Ninja 636 ZX-6R, la Kawasaki ha sancito la ricomparsa della supersport dopo un periodo in cui è stata accantonata a causa delle normative antinquinamento. Purtroppo, le direttive Euro 4 sono particolarmente penalizzanti per le medie cilindrate. Se la casa motociclistica nipponica avesse deciso di usare un motore rispettoso delle normative antinquinamento, avrebbe ottenuto una moto meno potente del modello da 599 cc del 2009.

La scelta è certamente stata agevolata dal fatto che il propulsore da 636 cc, ultimo della media cilindrata a essere montato nel 2012, fosse già stato pensato secondo le direttive Euro 4. Perciò, è normale che le prestazioni dichiarate siano rimaste identiche. Oltretutto, ciò significa che la Kawasaki ha dovuto apportare per lo più aggiornamenti secondari (assetto, dotazione, elettronica, ergonomia, estetica) per ottenere la nuova due ruote giapponese.

Così la casa motociclistica nipponica ha potuto contenere i costi e proporre la Ninja 636 ZX-6R a un prezzo più basso di € 1.500 rispetto alla precedente versione. Infatti, la supersport costa € 11.890 nella variante base (€ 12.090 nella KRT Edition). Difficile trovare una vera media sportiva che venga meno di € 12.000.

Anzi, mettiamo queste cifre in prospettiva. Le principali rivali della nuova due ruote giapponese, la Yamaha YZF-R6 e la MV Agusta F3 675, costano rispettivamente € 13.990 e € 15.490. Questi dati evidenziano quanto la Ninja 636 ZX-6R sia interessante. Insomma questa estate per gli amanti delle due ruote la potenza non manca, nemmeno ricordiamolo, per chi ama gli scooter.

Google+
© Riproduzione Riservata