• Google+
  • Commenta
4 Aprile 2019

Sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019: crisi dei vecchi partiti

Sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019
Sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019

Sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019 -Poll-of-Polls

Ultimi sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019: quali sono le intenzioni del voto e chi vince secondo le previsioni elettorali se andiamo a votare ora.

Al momento, in Italia, spaventa la Lega, il quale, se dovessimo andar al voto oggi, conquisterebbe il pieno dei seggi.

Il Movimento 5 Stelle resta in flessione mentre sono in bilico, attaccati ad un filo, sulla soglia di sbarramento, Fratelli d’Italia e +Europa.

Siamo sempre più vicini alle delicate elezioni europee, con il voto negli Stati membri che si terrà dal 23 al 26 maggio.

Resta in piedi la questione Brexit, infatti se verranno prorogate le trattative fino all’estate, anche il Regno Unito parteciperà regolarmente al voto.

Ciononostante, i suoi deputati, andranno poi a decadere al momento dell’uscita dall’Europa.

Il Parlamento europeo (in collaborazione con Kantar Public)  da lunedì 18 febbraio monitora le intenzioni di voto di circa 400 milioni di elettori nei 27 paesi Ue. Elaborando una possibile proiezione dei seggi.

Sondaggi elezioni europee oggi 4 aprile 2019: chi vincerebbe se si andasse al voto oggi

L’aggiornamento delle intenzioni di voto rilevato secondo i sondaggi elezioni europee a fine marzo, prendendo in considerazione la composizione attuale dell’Europarlamento, vedeva una lenta ma costante risalita da parte dei partiti tradizionali.

Ma lo scenario, in breve tempo sta via via cambiando, ad oggi. Il sentore è quello di una crisi generale dei partiti tradizionali in tutta Europa.

Protagonista resta la situazione legata alla Brexit nel Regno Unito. Infatti, i Socialisti si vedrebbero penalizzati dalla fuoriuscita dei Laburisti britannici. Uno scenario questo che li vede in forte calo rispetto ai partiti comunemente noti come ‘populisti’.

In Germania i Verdi riprendono vigore, mentre in Francia, i Liberali, con l’ingresso di En Marche! di Macron, sono il gruppo in maggiore crescita. Con il leader francese al suo interno, i centristi si allontanano da una possibile alleanza con la destra.

Nonostante ciò, Matteo Salvini, tesse la sua tela per creare una possibile unione di tutti i gruppi sovranisti attualmente presenti nel Parlamento Europeo. Nel caso in cui questa fusione dovesse andare in porto, il gruppo di destra sarebbe la seconda forza dietro i Popolari, arrivando, magari nel tempo, addirittura al sorpasso.

Ultimi sondaggi elettorali Poll of Polls: popolari e destra in crescita

Poll of Polls monitora in costantemente la situazione nell’Unione Europea. Interessante è vedere il loro grafico dove viene indicato l’andamento degli euro gruppi nell’ultimo anno.

Stando all’ultima rilevazione dei sondaggi elezioni europee del 3 aprile, i Popolari insieme alle altre forze europeiste dovrebbero riuscire a mantenere la maggioranza.

Una possibile unione tra ECR (Conservatori e Riformisti), ENF (Front National e Lega) ed EFDD (M5s e AfD), porterebbe il blocco sovranista a 157 deputati in totale. Diventando così la seconda forza al Parlamento Europeo dopo i Popolari.

Il calo dei Socialisti si unirebbe a quello dei Verdi e della sinistra. Mentre con la scelta di Emmanuel Macron di aderire all’ALDE (Alleanza dei Democratici e Liberali per l’Europa) i liberali prendono un grande slancio.

Analizzando lo scenario dell’Italia, Poll of Polls al momento assegnerebbe 28 seggi alla Lega, 18 al Movimento 5 Stelle, 18 al Partito Democratico, 8 a Forza Italia e 4 a Fratelli d’Italia.

Il partito della Meloni, al momento sarebbe oltre la soglia di sbarramento del 4%.

Google+
© Riproduzione Riservata