• Google+
  • Commenta
1 Aprile 2019

Vacanza a Lecce: cosa fare e dove andare, cosa vedere e quando

Vacanza a Lecce
Vacanza a Lecce

Vacanza a Lecce

Ecco come organizzare una vacanza a Lecce: breve guida per sapere cosa fare e dove andare nella città salentina, consigli ed opinioni su cosa vedere e quando visitare la città.

Sei ti stai chiedendo cosa vedere a Lecce e dintorni sei nel posto giusto. Qui troverai una guida su cosa fare a Lecce in estate e in inverno, cosa vedere in una vacanza di uno o due giorni, anche con bambini.

Vacanze al mare con famiglia o amici? In questo articolo troverai dei consigli su dove andare al mare a Lecce: San Cataldo, Torre Chianca o Torre Rinalda. Le spiagge del Salento sono da sempre attrattiva principale di coppie, gruppi di amici, ma anche famiglie.

Non è solo una città per vacanze estive al mare. In città puoi trovare tante cose da fare, sia di giorno che di sera. E’ una città turistica in tutti i sensi. E’ ricca di chiese e monumenti da vedere, sia in città che nei dintorni.

Se non sai  cosa vedere a Lecce in uno o due giorni, qui ti aiuteremo a realizzare un itinerario perfetto per una vacanza perfetta. E’ una città visitabile in qualsiasi periodo dell’anno. 

Sei alla ricerca di consigli su cosa mangiare e dove mangiare a Lecce? Nella città salentina non mancheranno occasioni per gustare i suoi prodotti tipici grazie ai tantissimi ristoranti e locali sparsi anche nei dintorni.

Ecco alcuni consigli su dove andare in vacanza a Lecce, cosa fare in uno o due giorni e cosa vedere in estate e in inverno.

E se stai pensando ad una vacanza last minute nel Salento,  sei nel posto giusto.

Vacanze a Lecce: cosa fare in estate e in inverno e dove andare, famiglia, coppia o amici

Cosa fare in vacanza a Lecce? Si può scegliere di organizzare un viaggio tra le spiagge più belle del Salento oppure una visita nel centro storico, tra le tante chiese e musei. Viene anche chiamata la Firenze del Sud proprio per le fantastiche opere d’arte sparse sul territorio.

Se ti stai chiedendo quand’è il periodo migliore per visitare il Salento, la risposta è tutto l’anno.

Puoi visitare questa città del Salerno tanto in estate quanto in inverno: non solo spiagge mozzafiato e mare limpidissimo, ma chiese e palazzi storici che si snodano nel centro storico della città.

E’ la città giusta per una vacanza in famiglia con bambini grazie alle tante attrattive, una tra tutte le botteghe della cartapesta dove i bambini possono ammirare affascinati il lavoro degli artigiani.

Passeggiare per le strade del centro storico potrebbe essere interessante per le tante cose che ci sono da vedere: portali, balconi, terrazze sono rivestiti da decorazioni a dir poco estrose realizzate con la famosa pietra calcarea leccese.

Un luogo assolutamente da vedere se si va in vacanza è Piazza Sant’Oronzo, fulcro della città salentina, luogo di incontro e ritrovo, famosa per la sua storia.

Viene anche chiamata la Signora del Barocco perchè con il dominio spagnolo la città ha abbandonato, o per meglio dire sostituito, l’arte classica con un nuovo stile, più ricco in senso di decorazioni e di utilizzo di materiali.

Nella città salentina si possono visitare interessanti musei che raccontano la storia di Lecce e della Puglia più in generale, dalle origini messapiche fino ai giorni nostri.

Ecco dunque cosa vedere a Lecce in uno o due giorni per una vacanza completa ed indimenticabile.

Cosa vedere in uno o due giorni di vacanza a Lecce e quando visitarla

Cosa vedere a Lecce in uno o due giorni? La città pullula di cose da fare e da vedere, sia di giorno, a partire dalle spiagge, per chi è amante del mare, che di sera nei locali del centro storico.

Per chi invece volesse unire relax in spiaggia e passeggiata culturale, la città offre molti luoghi da visitare come:

  • Anfiteatro e Teatro Romano: sono stati realizzati quando la classe nobile messapica ottenne i diritti di espansione dopo il passaggio all’Impero romano. L’Anfiteatro si trova in Piazza Sant’Oronzo, patrono della città, mentre il Teatro sulla via Arte della carta pesta.
  • Castello di Carlo V: realizzato per volere di Carlo V d’Asburgo nel 1539 e costruito su progetto dell’architetto Gian Giacomo dell’Acaya. Ha svolto da subito una funzione difensiva. Alla fine del 1800, dopo l’Unità D’Italia,  è diventato una caserma e un distretto militare, oggi invece è sede dell’Assessorato alla Cultura.
  • Museo Faggiano: dal nome della famiglia al quale appartiene l’edificio in cui è custodito. Nel 2000 vennero realizzati dei lavori di manutenzione dell’edificio e sotto alla pavimentazione furono scoperti dei reperti molto importanti risalenti all’epoca messapica. Emerse anche che l’edificio era, in precedenza, un convento di suore.
  • Museo Sigismondo Castromediano: è il museo più antico della Puglia. Al suo interno si conservano reperti che raccontano quasi mille anni di storia, dalle cramiche messapiche alle statue di età Imperiale. Il museo presenta anche una biblioteca e una pincoteca divisa in due sezioni: arte rinascimentale e barocca e artisti salentini del XIX e XX secolo.

Da piazza Sant’Oronzo all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Piazza Sant’Oronzo è il cuore della città salentina. La piazza è stata intitolata al santo patrono della città nella metà del 1600, in precedenza veniva chiamata Piazza del Mercato, per la presenza di numerose botteghe e negozi, scomparsi poi per costruire la sede della Banca D’Italia. Sulla pavimentazione della piaza è stato realizzato lo stemma della città a mosaico e al centro della stessa è stata eretta una colonna con all’estremità la statua d Sant’Oronzo che benedice la città in segno di ringraziamento per averla protetta dalla peste.

Durante la nostra vacanza, anche se di uno o due giorni soltanto, non possiamo non visitare il Duomo di Lecce, situato nell’omonima piazza. La cattedrale, dedicata a Maria SS: Assunta, è stata realizzata in epoca medievale ma ricostruita poi verso la metà del 1600. Per questo motivo presenta dei tratti classicheggianti e sobri che rimandano alla cultura medievae e altri particolari che invece inneggiano alla tradizione barocca.

Simbolo vero e proprio del barocco leccese è la Basilica di Santa Croce, un edificio di straordinaria bellezza grazie alla convivenza tra elementi rinascimentali e barocchi. Di fianco alla basilica abbiamo l’ex convento dei Celestini, ordine che commissionò la realizzazione dell’edificio religioso. Attualmente l’edificio del convento è sede del Palazzo del Governo.

Un luogo assolutamente da visitare per una vacanza completa a Lecce è l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate. E’ uno dei pochi esempi di srchitettura romanica salentina. Il complesso è stato costruito intorno al 1200 per volere di Tancredi d’Altavilla, fino al 1500 l’abbazia è stata un’importante centro religioso. Nel 1700 è stata vittima di saccheggi ed è stata abbandonata. Nel 1965 iniziarono i lavori di restauro. Del monastero purtroppo non abbiamo testimonianze ma la chiesa è stata recuperata quasi interamente.

Google+
© Riproduzione Riservata