• Google+
  • Commenta
1 Maggio 2019

Concorso scuola secondaria 2019: date bando, requisiti e posti

Concorso scuola secondaria 2019
Concorso scuola secondaria 2019

Concorso scuola secondaria 2019

Ultime notizie circa il recente concorso scuola secondaria 2019: tutte le informazioni da sapere riguardo le date previste dal bando, requisiti per partecipare ed il numero di posti disponibili.

Il nuovo e più recente concorso riguarda la scuola secondaria di primo e secondo grado, ovvero le scuole medie e gli istituti superiori.

Giungono nuove informazioni al seguito della riunione tra l’amministrazione ed i sindacati circa i dettagli riguardanti il concorso del prossimo autunno che darà inizio a nuove assunzioni il prossimo anno.

Dopo tanta attesa finalmente nuove informazioni e notizie, il governo ha finalmente deliberato. Il Ministro Bussetti, nel raccontare ciò che è stato da poco decretato, sottolinea come il concorso sia indetto per portare una ventata di aria fresca.

L’obiettivo del governo è quello di portare una nuova energia nel sistema della scuola italiana. Cerca così di andare in quella direzione aumentando il numero di assunzioni.

Nuovo concorso scuola secondaria 2019: quando esce il bando, quali le date delle prove

Nonostante ci sia ancora da aspettare per la visione del documento effettivo sappiamo già che il nuovo bando per il più recente concorso riguardante la scuola secondaria di primo e secondo grado sarà pronto entro Luglio 2019.

Ad informarci è il Ministro Bussetti in persona nel corso del Video Forum, fiero di poter finalmente anticipare qualcosa ai giovani in attesa di risposte circa il loro futuro come insegnanti. Le nuove dichiarazioni fanno ben sperare che finalmente qualcosa si sia messo in moto nell’ingranaggio scolastico italiano. I cambiamenti sembrano essere vicini e questo sembra essere l’inizio di una nuova fase di rinnovamento che sarà messa in atto con la presentazione effettiva del nuovo bando.

Il periodo di svolgimento per le prove non sembra essere però tanto vicino. Difatti le prove, aggiunge il Ministro Bussetti, si svolgeranno nell’autunno del 2019.
Le assunzioni invece di conseguenza partiranno da Settembre 2020.
Le prove saranno tre e consisteranno in due scritti ed un colloquio orale per quanto riguarda i posti per gli insegnanti non di sostegno. Per i docenti di sostegno invece ci sarà una prova scritta ed una prova orale.

Requisiti dei concorsi per le scuole secondarie 2019 e posti disponibili

L’obiettivo di questo nuovo concorso è quello di assumere 48.536 posti, di cui 8.491 sul sostegno. Quindi i nuovi assunti saranno oltre 50.000.
Per poter accedere al concorso sarà necessario:

  • essere in possesso dell’abilitazione specifica all’insegnamento per la classe di concorso per la quale si concorre;
  • possedere il titolo di studio (laurea, magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato) previsto ai fini della classe di concorso per la quale ci si candida.
    Inoltre sarà necessario aver ottenuto i 24 CFU, ovvero crediti formativi universitari nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche ai sensi del decreto legislativo n. 59/2017;
  • essere in possesso dell’abilitazione per un’ altra classe di concorso o per un altro grado di istruzione, non tralasciando però il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa attualmente in vigore.
    Ci sono però anche alcune novità.  Per la prima volta il bando di concorso non sarà aperto ai soli docenti abilitati. Anche i precari storici potranno partecipare. Ovvero, tutti coloro che hanno maturato diversi anni di esperienza come docenti pur non possedendo l’abilitazione ma in possesso di laurea. Essi potranno partecipare anche senza aver conseguito i 24 CFU previsti. Avendo però di aver maturato almeno tre anni di servizio svolti negli ultimi otto, anche se non continuativi.Per quanto riguarda i posti destinati ai docenti di sostegno vi è l’aggiunta, oltre ai requisiti per i posti riservati agli altri futuri insegnanti, di una specializzazione sul sostegno.
Google+
© Riproduzione Riservata