• Google+
  • Commenta
5 Luglio 2019

Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 omnibus la7: intenzioni di voto

Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 omnibus la7
Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 omnibus la7

Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 omnibus la7

Ecco quali sono gli ultimi sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 di Supermedia youtrend/Agi per la trasmissione omnibus su la7: intenzioni di voto degli italiani, Lega sempre primo al 35,6%, il Pd al 22,7% ed il M5S al 17,7%.

I trend dei tre partiti principali sono essenzialmente gli stessi delle scorse settimane.

Vediamo infatti la Lega di Matteo Salvini ancora primo partito , seguito dal Pd e dal M5S.

I grafici confrontano le attuali intenzioni di voto degli italiani con i consensi ottenuti dai singoli partiti alle ultime elezioni europee.

Dei tre partiti sopracitati la Lega guadagna l’1,3%  mentre l’alleato di governo lo 0,6%, stabile il Pd.

Vediamo adesso come se la passano gli altri partiti italiani secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi 5 luglio 2019.

  • Forza Italia: 7,8%
  • Fratelli d’Italia: 6,7%
  • +Europa: 3%
  • La Sinistra: 1,7%
  • Europa Verde: 2,3%

Soltanto tre dei cinque partiti registrano un calo o un aumento dei consensi rispetto alle elezioni del maggio scorso.

Vediamo nel dettaglio quali sono:

  • Forza Italia perde un punto percentuale
  • Fratelli d’Italia guadagna lo 0,3%
  • +Europa perde lo 0,1%

Stabili invece gli altri due partiti, la Sinistra e L’Europa Verde, rispetto ai risultati delle elezioni europee.

Possiamo concludere dicendo che i due partiti che crescono di più questa settimana, anche se a velocità differenti, sono i due alleati di governo cioè il M5S e la Lega.

Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019: aree di governo e coalizioni e intenzioni di voto

Sondaggi politici oggi 5 luglio 2019 omnibus la7

Grafico sondaggio omnibus la7

Il secondo dei sondaggi politici di oggi svolti da Supermedia youtrend/Agi si concentra sulle percentuali delle aree di governo e delle coalizioni. In merito all’area di governo la fiducia degli elettori verso l’attuale esecutivo è al 53,3%, con un aumento del 2% dei consensi rispetto alle europee. Facendo riferimento a questi numeri il governo giallo-verde rimane sopra la linea di galleggiamento del 50%, aumentando i consensi a poco più di un mese dall’ultima competizione elettorale.

Per quanto riguarda i partiti di opposizione al governo guidato da leghisti e grillini , il sondaggio vede calare la fiducia dei cittadini.

Comparando infatti i numeri delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo con i numeri attuali: l’opposizione perde quasi un punto percentuale, lo 0,9%.

Dopo aver affrontato le aree di governo adesso passiamo alla valutazione delle coalizioni di governo. La coalizione di cento destra- che comprende Lega ,Forza Italia e Fratelli d’Italia – giunge alla soglia del 50,1% .La coalizione di centro sinistra invece – Pd e +Europa- raggiunge soltanto il 25,6%.

I numeri dei sondaggi politici confermano sicuramente due cose: la tenuta della maggioranza di governo regge, nonostante alcune scaramucce siano ancora presenti , mentre l’opposizione , escluso il Pd, è in netta minoranza.

Ultime notizie sul governo giallo-verde: ancora tensione Salvini-Carola , la capitana della Sea Watch querela il Ministro dell’interno

Non sembra placarsi la tensione tra i due assoluti protagonisti degli ultimi giorni.

Da una parte il Ministro dell’Interno Matteo Salvini e dall’altra il Capitano della nave Sea Watch.

Carola Rackete capitano della Sea Wacth era entrata nelle acque territoriali italiane e successivamente “avrebbe speronato” una motovedetta della guardia di finanza. Il comportamento di Carola Rackete ha diviso anche gli italiani.

Dopo la scelta del Gip di non procedere con l’arresto della “viziata e ricca comunista”, cosi definita dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini, lo stesso ministro ha chiesto l’espulsione della Rackete.

L’ennesimo episodio di questa avvincente vicenda è avvenuto oggi. Il capitano della Sea Watch ha querelato Matteo Salvini per istigazione a delinquere e diffamazione.

Queste le parole del suo avvocato Alessandro Gamberini:“Le parole utilizzate dal ministro in questi giorni nei confronti della mia assistita  la stanno esponendo ad eventuali aggressioni: una vera e propria istigazione a delinquere che arriva da un ministro della Repubblica. Un invito a farle del male, mi domando come mai nessun componente del governo abbia preso le distanze da queste parole che mi spingo a definire disgustose” .

Il ministro dell’interno ha subito risposto su Facebook con queste parole:“Infrange leggi e attacca navi militari italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi,figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni”. 

Google+
© Riproduzione Riservata