• Google+
  • Commenta
20 Agosto 2019

Sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019 dopo la crisi di governo

Sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019
Sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019

Sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019

Ecco quali sono gli ultimi sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019 dopo la crisi di governo e le comunicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

Grafici con possibili gradimenti delle alleanze delle forze politiche dopo le dimissioni del Governo Conte a causa delle crisi aperta dal ministro Matteo Salvini.

Il sondaggio politico effettuate da You trend alla trasmissione Omnibus su La7 presenta gli scenari possibili dopo la crisi nel governo giallo-verde.

Agli esperti di politica (giornalisti, cronisti parlamentari) è stato chiesto: cosa accadrà in Italia dopo il fallimento dell’esperienza giallo-verde?” Gli esperti prevedono: un accordo M5S e Pd. Gli esperti vedono molto probabile un accordo tra grillini e democratici, con il 36% dei favorevoli. Considerando anche i numeri in parlamento, a seguito delle elezioni politiche del marzo 2018.

L’altra ipotesi potrebbero essere le elezioni subito, opzione avanzata dal 22% degli esperti, nel caso in cui non si formasse una nuova maggioranza. Le altre alternative sono poco sopra il 10% e poco prevedibili almeno ad oggi.

Una nuova alleanza tra leghisti e grillini è praticamente impossibile, come una coalizione atipica con M5S-Pd-Fi.

Ci sarebbe anche la possibilità di un governo che traini l’Italia fino alla primavera prossima, fino alle nuove elezioni. Anche questa ipotesi, personalmente mi sembra improbabile.

Infine l’ex coalizione di centrodestra (Lega-Fi-Fdi) sarà molto probabile nelle prossime elezioni.

Questi i possibili scenari designati dagli esperti:

  • Alleanza M5S-Pd : 36%
  • Voto subito : 22%
  • Alleanza M5S-Lega: 13%
  • Coalizione M5S-Pd-Fi: 12%
  • Governo elettorale con voto nel 2020: 12%
  • Coalizione centro-destra Lega-Fi-Fdi: 4%

Sondaggi politici di oggi 20 agosto 2019: con il centrodestra unito sarà maggioranza bulgara

Tra le varie possibilità, conseguenti alla crisi di governo e che determina la fine dell’esperienza giallo-verde, ci sono nuove elezioni politiche.

I sondaggi politici hanno designato questo scenario, nel caso di una coalizione formata dalle forze di centrodestra( Lega-Fdi-Fi). I sondaggi politici YouTrend lasciano pochi dubbi: in caso di coalizione del centrodestra ci sarà una maggioranza bulgara sia in senato sia alla camera.

Camera dei deputati:

  • Centrodestra: 416 seggi +2 partito popolare sudtirolese
  • M5S: 81 seggi
  • Centrosinistra: 119 seggi

Senato della Repubblica:

  • Centrodestra: 210 seggi +2 partito popolare sudtirolese
  • M5S: 40 seggi
  • Centrosinistra: 57 seggi

Dando poi un’occhiata alla cartina dello stivale noteremo una nazione cosparsa di blu, che corrisponde alla coalizione di centrodestra.

Le zone azzurre presenti in Sicilia, nelle province di Napoli e Caserta, in Molise ed al confine lucano-pugliese invece vedono una leggera maggioranza del centrodestra rispetto al centrosinistra e al M5S.

I grillini sono invece in vantaggio nell’area metropolitana di Napoli. Tra toscana ed Emilia-Romagna è sfida aperta tra Lega-Pd e M5S con l’esclusione dell’hinterland bolognese e fiorentino dove mantiene il centrosinistra, contrassegnati con il colore rosso.

Nel zona dell’Alto Adige è in netto vantaggio l’ Svp , il partito popolare sudtirolese. Se verranno confermati questi dati anche dalle prossime elezioni politiche il centrodestra godrà di un ampia maggioranza.

Ultime notizie di politica italiana: si dimette il Premier Giuseppe Conte

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte pochi minuti fa, dinanzi al Senato della Repubblica ha rassegnato le proprie dimissioni. Le dichiarazioni del Presidente Conte ovviamente cambiano gli scenari, sondaggi politici e intenzioni di voto degli italiani.

Il presidente ha rimproverato più volte il ministro dell’Interno Matteo Salvini facendo riferimento ai suoi atteggiamenti poco consoni al ruolo che ricopre.

Il Premier ha attaccato il vicepremier leghista sulla questione russa, su alcune iniziative prese ( in riferimento presumibilmente al fatto di anticipare eventuali operazioni di polizia ed anche in merito alla questione migranti poichè non aveva titolarità per chiudere o aprire i porti). L’affondo più duro del Presidente Conte contro il ministro Salvini è per aver mostrato più volte, durante i suoi comizi, un Rosario con la Madonna.

Il primo ministro ha tenuto a precisare che l’Italia resta una nazione laica e invita il ministro a non confondere la fede politica con quella religiosa. Conte ha rivolto anche una piccola stoccata all’altro vicepremier, Luigi Di Maio che, insieme al suo gruppo, aveva abbandonato l’aula durante il suo discorso al Senato sulla questione Russia-Lega il 24 luglio 2019.

La risposta del leader della Lega non si è fatta attendere. Il ministro Matteo Salvini ha dichiarato che rifarebbe tutto quello che ha fatto, di essere un uomo libero e chiede elezioni subito.

A breve inizieranno le consultazioni del Presidente della Repubblica con i partiti politici per verificare se c’è una maggioranza alternativa.

Google+
© Riproduzione Riservata