• Google+
  • Commenta
19 Novembre 2019

Giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019: frasi per bambini

Immagini Giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019
Immagini Giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019

Immagini Giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019

Il 20 novembre è la Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 2019: ecco quali sono le origini e la storia di questa festa, frasi per i bambini e citazioni famose da condividere su Facebook e Twitter.

Leggi inoltre cosa fare e dove andare in occasione della data del 20 novembre, un giorno da passare con i propri figli.

Nel 1980 si tiene il primo incontro dei 43 Stati appartenenti alla commissione per i diritti umani. Durante la 35ª sessione viene decisa l’organizzazione di un Working Group, il cui scopo era la stesura di una convenzione sui diritti del bambino.

A questi incontri potevano collaborare, con possibilità di prendere parola, gli altri membri delle Nazioni Unite e le organizzazioni intergovernative. Il Presidente del gruppo era il polacco Adam Lopatka, ministro degli affari religiosi e presidente della Corte Suprema in Polonia.

Approvata il 20 novembre 1989, ad oggi sono 194 gli Stati che aderiscono alla Convenzione. Questi stati, ad eccezione degli Stati Uniti, hanno ratificato la Convenzione (in Italia il 27 maggio 1991, con la legge n.176). Composta da 54 articoli, la Convenzione è uno strumento giuridico nonché un riferimento agli sforzi compiuti in difesa dei bambini

In occasione di quest’evento per la tutela dell’infanzia è stato anche creato un Telefono azzurro, per tutti i bambini vittime di abusi.

Leggi le nostre più belle frasi della giornata dell’infanzia e adolescenza da condividere con i propri figli o con le maestre e insegnanti di scuola.

Origini della giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019: storia e significato

Immagini giornata dei diritti di infanzia e adolescenza 2019

Immagini giornata diritti Infanzia – Chenzo

L’8 marzo 1989, durante la 45ª sessione, la Commissione delle Nazioni Unite ad hoc, presenta una bozza del documento. Il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale approva il testo senza alcun voto contrario.

Il documento ha avuto una lunga evoluzione iniziata nel 1924, con la Dichiarazione di Ginevra. Quell’anno l’Assemblea approva un documento in cinque punti, dove per la prima volta si fa riferimento ai diritti del bambino.

Nel 1948 da questo documento viene sviluppata una Dichiarazione in sette punti, adottata dall’ONU. Il 20 novembre 1959 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite promulga la Dichiarazione dei “Diritti del Fanciullo”, ancora oggi in vigore. I temi di queste dichiarazioni sono la necessità e il tutela del bambino di ricevere protezione e cura. E’ stato inoltre aggiunto il divieto di ammissione al lavoro per i minori, e il facoltà del minore disabile a ricevere cure speciali.

Nel 1979, durante l’anno del bambino, la dichiarazione viene presa come spunto per la stesura di una convenzione ad hoc. La Convenzione nasce grazie a due eventi: la nuova concezione e rappresentazione dei bambini, e il rafforzamento del diritto internazionale. Nel 1978 il Governo polacco presenta la proposta di adottare una specifica convenzione. Tuttavia la bozza non ottenne l’approvazione perché appoggiava le priorità delle autorità polacche in quel periodo.

I diritti garantiti sono raccolti in un documento onnicomprensivo senza distinzioni, né suddivisioni, perché ogni articolo è da considerarsi di uguale importanza. La Convenzione internazionale dell’infanzia è stato il primo strumento di tutela internazionale a sancire le diverse tipologie di diritti umani. Gli articoli possono essere raggruppati in quattro categorie:

  • principio di non discriminazione;
  • superiore interesse del bambino;
  • diritto alla vita;
  • ascolto delle opinioni del bambino.

Cosa fare e dove andare durante questa data del 20 novembre

In occasione di questo evento la città di Ferrara ha organizzato una serie di incontri per celebrare la giornata internazionale dell’infanzia e dell’adolescenza. Il calendario degli incontri si apre sabato 16 novembre, con l’inaugurazione di una mostra fotografica. La mostra, intitolata diritto al gioco: Fammi giocare solo per gioco, resterà aperta al pubblico fino al 6 gennaio 2020.

Nella mattina del 20 novembre, in collaborazione con gli istituti superiori, si terrà un torneo di scacchi alla Pista di Pattinaggio. Lo scopo del progetto A scuola con gli scacchi è quello di utilizzare gli scacchi come strumento educativo. Il progetto è articolato in una serie di lezioni sulla tecnica del gioco, che sottolineano gli aspetti cognitivi, affettivi e relazionali connessi alle situazioni di gioco. Sempre nella mattinata del 20 novembre tutte le biblioteche della città accoglieranno gli studenti delle scuole primarie. Qui saranno tenute delle letture sul tema, in modo da promuovere la cultura del rispetto reciproco, dei diritti e della pace.

Il Comune di Latina ha invece organizzato un incontro tra gli studenti delle scuole superiori di Latina e Sami Modiano, sopravvissuto al campo di sterminio di Birkenau. L’incontro, che si terrà il 21 novembre, ha lo scopo di accompagnare i giovani verso la Giorno della Memoria. Il giorno 22 novembre si terrà invece la cerimonia di insediamento del Consiglio Comunale dei Bambini e delle Bambine. Presso l’aula consiliare sarà inoltre affissa una targa come l’articolo 3 della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che recita:

«In tutte le decisioni relative ai fanciulli, di competenza delle istituzioni pubbliche o private di assistenza sociale, dei tribunali, delle autorità amministrative o degli organi legislativi, l’interesse superiore del fanciullo deve essere una considerazione preminente».

Frasi per la Giornata per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Ecco una raccolta di frasi per la Giornata  per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza 2019, citazioni e aforismi per i bambini da condividere su Facebook.

  • I bambini sono come i marinai: dovunque si posano i loro occhi, è l’immenso.Christian Bobin
  • Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini.Dante Alighieri
  • Ci sono solo due lasciti inesauribili che dobbiamo sperare di trasmettere ai nostri figli: delle radici e delle ali.Harding Carter
  • Dobbiamo imparare dai bambini. Amano senza dubitare. Abbracciano senza avvisare. Ridono senza pensarci. Scrivono cose colorate sulle pareti. Credono ad almeno 10 sogni impossibili. Non arrivano al cassetto più alto, ma toccano il cielo con la punta delle dita. E quando vengono affidati al sonno è come se il mondo avesse perso un po’ del suo splendore.Fabrizio Caramagna
  • I bambini sono come il cemento umido, tutto quello che li colpisce lascia un’impronta.Haim G. Ginott
  • I bambini sono degli enigmi luminosi.Daniel Pennac
  • Lasciate che i bambini siano felici a modo loro, non esiste modo migliore.Dr. Johnson
  • Ogni mattina il mondo è un foglio di carta bianco e attende che i bambini, attratti dalla sua luminosità, vengano a impregnarlo dei loro colori.Fabrizio Caramagna
  • I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie.Michel De Montaigne
  • Mentre cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto sulla vita, i nostri figli ci insegnano che la vita è tutto.Angela Schwindt
  • I bambini sono senza passato ed è questo tutto il mistero dell’innocenza magica del loro sorriso.Milan Kundera
  • I bambini illuminano veramente una casa. Non spengono mai le luci!Ralph Bus
  • Un neonato rappresenta il convincimento di Dio che il mondo debba continuare.Carl Sandburg
Google+
© Riproduzione Riservata