Silence: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer

Mario Ragone 15 Gennaio 2020

Ecco di cosa parla il film Silence, diretto da Martin Scorsese con Andrew Garfield: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer.

La pellicola del noto regista italoamericano tratta le vicende di due gesuiti alla ricerca del loro padre spirituale rifugiatosi in Giappone.

Un’avventura ricca di suspence e colpi di scena accompagna i due protagonisti interpretati per l’occasione da Andrew Garfield ed Adam Driver (“Storia di un matrimonio”).

A completare poi il cast del film Silence vi sono Liam Neesom, Tadanobu Asano e Ciàran Hinds. Ma leggiamo nel dettaglio il ruolo di ogni attore protagonista nel film.

Un set nutrito che mescola in modo equilibrato attori di origine statunitense ad altri di chiaro stampo orientale, restituendo perfettamente lo scenario filmico del racconto.

Le tematiche chiave trattate riguardano per lo più la fede religiosa professata dai personaggi principali: ovvero il cristianesimo ed il buddhismo. Una contrapposizione di credenze che sovverte le sorti spirituali ed esistenziali dei protagonisti.

Trama e recensione Silence, con Andrew Garfield ed Adam Driver: di cosa parla il film

Dopo aver analizzato per sommi capi cast e tematiche del lavoro cinematografico di Martin Scorsese, passiamo ora al vaglio trama e recensione del film Silence. La storia incentrata su una coppia di giovani gesuiti che si lanciano nelle ricerche del loro padre spirituale perduto, va ben oltre un semplice racconto drammatico. Le connotazioni religiose che caratterizzano la vita dei personaggi in questione, appaiono come elementi di autoanalisi esistenziale per i protagonisti. Una messa in discussione dei valori cristiani spinta dall’affermazione di un’altra fede come quella orientale, capovolge difatto il percorso dei gesuiti.

Sebastião Rodrigues (Andrew Garfield) e Francisco Garupe (Adam Driver) sono i protagonisti della ricerca affannosa di padre Cristovão Ferreira (Liam Neesom). Quest ultimo, secondo le notizie recuperate da padre Alessandro Valignano, si trova in Giappone ed ha radicalmente cambiato la propria vita. Abbandonando la fede cristiana si è convertito alle credenze e costumi culturali del paese orientale. Così i due giovani gesuiti tentano di riallacciare i rapporti con la loro figura di riferimento sperando in un suo ritorno in patria.

Dopo aver raggiunto il Giappone e superato alcune peripezie legate alle usanze anticristiane locali (vedesi la pratica del “yefumi”), Rodrigues e Garupe decidono di dividersi per avere maggiore possibilità di individuare padre Cristovão. Mentre il primo si avvicina a questo scopo ritrovando più tardi Ferreira e scambiando con lui alcune parole per capirne motivazioni e nuovi ideali della sua vita, il secondo ha destino peggiore. Garupe, infatti, ritrova l’amico gesuita in una tragica circostanza.

Il finale del dramma religioso di Martin Scorsese

Entrambi i gesuiti si ritrovano su una spiaggia in occasione di un’esecuzione di cristiani tra i quali figura anche Garupe. Quest ultimo, non volendo sottostare al cambiamento religioso e conseguente rinnegamento della fede cattolica, viene ucciso al pari degli altri. Rodrigues, invece, viene condotto in un tempio buddhista dove cerca invano di convincere i locali della bontà della fede cristiana e del valore della sua verità.

Rassegnato ormai ad una sorte simile a quella a cui è andato incontro l’amico gesuita, Sebastião è pronto ad affrontare il martirio. Tuttavia le urla strazianti di altri cristiani e le parole del padre spirituale lo spingono ad abiurare pur di salvare le vite dei poveri fedeli. Convertito al buddhismo ed alle usanze orientali, anche Rodrigues inizia una nuova vita proprio come era capitato in precedenza a Ferreira. La scena finale del film vede l’anziano protagonista giunto alla morte, farsi cremare secondo le tradizioni della religione locale. Ciò nonostante, la moglie gli fa inserire nella bara un piccolo crocifisso a simboleggiare quella che era stata da sempre l’unica e sola fede del gesuita.

Una storia ricca di controversie legate alla religione, quella del film di Scorsese, che contrapponendo cristianesimo e buddhismo fa emergere una chiave di lettura ancor più importante. L’imposizione di una fede su di un’altra non è ammissibile in nessun contesto, e ciò si evidenzia con vigore in ogni scena del suo capolavoro cinematografico.

Scheda tecnica del film Silence e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
Una coppia di giovani gesuiti si spinge nella ricerca del padre spirituale scomparso in Giappone. Giunti sul posto i due protagonisti dovranno scontrarsi con gli usi e i costumi locali fondati su una fede diversa dalla loro. Una messa in discussione dei valori cristiani spinta dall'affermazione di un'altra fede.
TitoloSilence
Durata161'
Generedrammatico
CastAndrew Garfield, Adam Driver, Liam Neesom, Tadanobu Asano, Ciàran Hinds
RegiaMartin Scorsese
Anno di prod.2016
Scheda tecnica
Una coppia di giovani gesuiti si spinge nella ricerca del padre spirituale scomparso in Giappone. Giunti sul posto i due protagonisti dovranno scontrarsi con gli usi e i costumi locali fondati su una fede diversa dalla loro. Una messa in discussione dei valori cristiani spinta dall'affermazione di un'altra fede.
TitoloSilence
Durata161'
Generedrammatico
CastAndrew Garfield, Adam Driver, Liam Neesom, Tadanobu Asano, Ciàran Hinds
RegiaMartin Scorsese
Anno di prod.2016
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto