Ultimi sondaggi politici oggi 30 giugno 2020: crescita del PD

Gabriella De Rosa 30 Giugno 2020

Gli ultimi sondaggi politici di oggi 30 giugno 2020 di Swg mostrano che il Partito democratico torna a crescere.

I dati dei sondaggi di fine mese fotografano la situazione politica italiana dopo l’emergenza coronavirus.

L’istituto demoscopico Swg rivela i dati aggiornati del sondaggio al tg La7 di Enrico Mentana. Il primo partito rende sempre più evidente la crisi che sta attraversando. La Lega, infatti, continua a perdere consensi e crolla, sempre più vicino al Pd. Con un calo dello 0,3% rimane in testa con un gradimento del 26,6%.

Vola il Pd con un boom di crescita dell’1% portandosi al 20,3% di gradimenti. Il governo è sotto pressione su vari fronti dopo la crisi della pandemia. Ora questo esecutivo deve dimostrare di essere in grado di ripartire e far ripartire questo paese. Uno dei fronti da sciogliere è il Mes e la trattativa con l’Europa.

Un leggero aumento dal Movimento 5 Stelle che si porta a un 16% tondo crescendo dello 0,1% ma i grillini non possono riposare sugli allori perché a non perdere quota è Fratelli d’Italia.
Ancora in crescita il partito di Giorgia Meloni, porta a casa un altro 0,6% e si arriva a 14,2%.

Unica nota positiva per il centrodestra è Fratelli d’Italia, visto il calo di Lega e Forza Italia. Gli azzurri di Berlusconi scendono a 5,6% perdendo lo 0,4%.

Sulla soglia dello sbarramento del 3% troviamo per un pelo il partito di Matteo Renzi. Cresce dello 0,1% e Italia Viva conquista il 3%. Al di sotto con il 2,9% si posiziona Azione di Calenda mentre +Europa rimane stabile al 2,5%. Trend negativo anche per i Verdi che perdono lo 0,4%.

Ultimi sondaggi politici oggi 30 giugno 2020 SWG: orientamenti di voto principali partiti e movimenti

Ultimi sondaggi politici oggi 30 giugno 2020. SWG

Ultimi sondaggi politici oggi 30 giugno 2020. SWG

Tutte queste forze politiche minori guardano con molta preoccupazione alla riforma della legge elettorale del Germanicum. Se dovesse passare il Germanicum ideato dalle forze di governo Pd-M5S, la soglia di sbarramento sarebbe al 5%.

Per quanto riguarda la maggioranza, stando ai sondaggi di oggi, sarebbe ancora in mano alla coalizione centrodestra. Nonostante sia al di sotto dei numeri toccati in precedenza – addirittura sfiorando il 51%, il centrodestra rimane vincente con il 47,6%. La coalizione diventerebbe maggioranza con entrambe le leggi elettorali, sia con il Rosatellum che con il Germanicum.

Il sistema elettorale di ispirazione tedesca è stato contrastato dall’opposizione che richiedeva un sistema maggioritario. Questa legge elettorale con soglia di sbarramento al 5% andrebbe a penalizzare i partiti più deboli che in questo momento sono tanti. Sul filo del rasoio vi sarebbe anche Forza Italia che orbita intorno al 5% e un leggero calo rischierebbe di tenerlo fuori dalle elezioni.

Quali sono le intenzioni di voto degli italiani oggi 30 giugno

Inaspettata la crescita del Pd e evidente la crisi della Lega. Gli ultimi sondaggi politici di SWG per La7 fotografano l’inversione di rotta dei partiti di maggioranza.

Le forze di governo mostrano una tendenza positiva ma devono stare attente perché è un momento critico e decisivo. Il governo impegnato con il Mes e con l’Europa deve prendere decisioni giuste e non può permettersi passi falsi anche perché potrebbe spaccare il M5S e mettere fuori gioco l’esecutivo.

Per quanto riguarda la destra, il Carroccio perde sempre più colpi mentre la sua alleata di coalizione non ne sbaglia una. Conferma la crescita Fratelli d’Italia, infatti, dando sempre più fastidio ai grillini. Continua questo travaso di consensi – che può tramutarsi in voti – dalla Lega a Fratelli d’Italia.

Se gli italiani fossero chiamati alle urne oggi, la situazione sarebbe questa. I partiti che compongono il governo giallorosso si fermano al 42,8% di consensi, unendo le forze Pd, M5S, Italia Viva e la Sinistra non riuscirebbero comunque a raggiungere la maggioranza.

L’opposizione che vede presentarsi come coalizione centrodestra Salvini-Meloni-Berlusconi raggiunge il 46,4%.

La situazione maggioritaria non cambia rispetto ai precedenti sondaggi ma quello che succederà con il Mes potrà decidere le sorti di questo governo.

© Riproduzione Riservata
avatar Gabriella De Rosa Sono una linguista specializzata in ambito giuridico. Sono appassionata di comunicazione e informazione. Ho unito i miei studi in lingue applicate alla comunicazione internazionale e la mia passione per l'ambito giuridico e politico, poiché credo fortemente in una partecipazione attiva del cittadino alla politica attraverso una comprensione del diritto e del linguaggio istituzionale. Rendere il linguaggio giuridico più chiaro è un dovere democratico. La mia formazione post-lauream mi ha portato ad uno stage negli uffici di Legal drafting e Affari Internazionali del Senato della Repubblica. Da lì ho approfondito i miei studi sul linguaggio politico e il fondamentale rapporto tra politica e comunicazione. Leggi tutto