Sondaggi regionali 2020: Puglia e Campania, sfida governatori uscenti

Gabriella De Rosa 21 Luglio 2020

Ecco quali sono i sondaggi regionali 2020: confermano il primato i presidenti di regione uscenti in Puglia e Campania, Vincezo De Luca e Michele Emiliano.

Le elezioni regionali di settembre sono di particolare importanza per il futuro di questo governo.

Il 20 e 21 settembre si voterà in sette regioni: Puglia, Campania, Marche, Veneto, Valle d’Aosta, Toscana, Liguria. I sondaggi regionali sono una previsione di quelli nazionali.

Secondo gli ultimi sondaggi regionali 2020 in Puglia, Emiliano presidente della regione uscente, vincerebbe la sfida con il 34,5% nonostante la sfida lanciata da più parti. A seguire c’è Laricchia al 31,1% davanti a Fitto della coalizione centrodestra, fermo al 30,2%. In coda, Scalfarotto di Italia Viva che tocca il 3,1%.

In Puglia, tra i partiti, Laricchia salva il Movimento 5 Stelle dalla discesa su scala nazionale guadagnando il primo posto con 22,7% di consensi, nonostante una perdita del 4,3%. Segue il PD con 21,7% e Lega con il 17,4%. Le liste civiche di Emiliano superano il 10% seguito da Fratelli d’Italia con il 9,3%.

I grillini conquistano il primato anche di fiducia in Puglia, infatti, Antonella Laricchia è al primo posto con il 44,5%. A seguire Raffaele Fitto del centrodestra con il 36,3% e Ivan Scalfarotto con il 36%. La fiducia in Emiliano scende al 32,3%.

In questo clima elettorale, Salvini inizia il suo tour del Salento per conquistare il sud. Matteo Salvini ha intrapreso questo tour salentino in completa solitudine senza i suoi alleati di coalizione. Nonostante in Puglia il candidato sia unico del centrodestra, Salvini insiste su slogan della Lega e non propri della coalizione. Raffaele Fitto, infatti, è un esponente di Fratelli d’Italia e questo sembra essere una sfida diretta agli alleati.

Mentre il senatore leghista si trova in Salento, Fitto continua la sua campagna elettorale sul lungomare di Bari con uno slogan e un simbolo tutto pugliese. Il claim “La Puglia domani” è accompagnato da un pumo di ceramica, un prodotto artigianale che inneggia alla rinascita.

Sondaggi regionali 2020: elezioni con supremazia del presidente De Luca e rabbia di Caldoro

Anche in Campania secondo i sondaggi regionali 2020 il presidente uscente Vincenzo  De Luca è al primo posto. Il governatore campano ha il 65,4% dei consensi mentre il suo sfidante Stefano Caldoro del centrodentra 21,9%. Le liste di voto di De Luca stimate al 19,8% garantiscono al centrosinistra il 45,1% dei consensi.

Il gradimento di De Luca è innegabilmente aumentato durante la pandemia. Secondo il sondaggio pare sia aumentato dal 42% al 75% dimostrando giudizi positivi sul suo operato nella gestione della pandemia nella regione campana.

Il candidato Stefano Caldoro durante la conferenza di ieri a Caserta ha presentato la sua candidatura e parlato della situazione scandalosa delle ecoballe a Villa Literno, urlando al fallimento dell’amministrazione De Luca. Il candidato di centrodestra si infervora contro il governatore chiedendo che venga cacciato a pedate insieme ai voltagabbana che sono passati con lui.

In Campania, nell’avellinese, si fanno sentire anche le Sardine d’Irpinia per le regionali di settembre. Le proposte che avanzano riguardano temi come lotta alla camorra, salvaguardia ambientale, investimenti nella sanità e nel lavoro. Sono questi gli argomenti che premono alle Sardine e su cui insistono i candidati irpini. Il calo demografico e la perdita di risorse in Irpinia aumenta sempre di più e questo è correlato soprattutto alla disoccupazione.

A domande chiare  chiedono risposte chiare e impegni precisi ai rappresentanti del centrosinistra, ma il loro voto non si baserà solo sulla lotta al sovranismo e al contrasto del dilagare della Lega al sud. C’è bisogno che nei prossimi cinque anni per l’Irpinia e per la Campania si prendano provvedimenti concreti ed adeguati.

Intenzioni voto regionali: sfidanti di Emiliano e De Luca

Le intenzioni di voto in vista delle elezioni regionali di settembre 2020 protendono per i governatori uscenti.

Gli attuali governatori De Luca e Emiliano godono di un gradimento molto alto e il centrodestra per contrastarli deve faticare. L’amministrazione di Michele Emiliano, in verità, è stata molto discussa anche all’interno della sinistra stessa, tanto da portare Renzi a scindersi e correre in solitaria con Scalfarotto per non appoggiare Emiliano.

L’amministrazione di Vincenzo De Luca è stata appoggiata e adulata anche a livello nazionale durante l’emergenza sanitaria e questo gli ha permesso di aumentare i suoi consensi.

Raffaele Fitto, troppo indietro nei sondaggi regionali per contrastare Michele Emiliano, è un politico esponente di Fratelli d’Italia. Ex presidente della Regione Puglia (2000-2005) è stato anche Ministro per i rapporti con le regioni sotto il governo Berlusconi e europarlamentare. La sua candidatura è sostenuta anche dall’Unione di centro.

Stefano Caldoro, candidato del centrodestra per le regionali 2020, è un esponente Forza Italia e ex presidente della Regione Campania (2010-2015). La sfida si ripete dieci anni dopo tra Caldoro e De Luca, quando l’attuale governatore aveva perso con il 43% contro il 54,2% del candodato del centrodestra.

© Riproduzione Riservata
avatar Gabriella De Rosa Sono una linguista specializzata in ambito giuridico. Sono appassionata di comunicazione e informazione. Ho unito i miei studi in lingue applicate alla comunicazione internazionale e la mia passione per l'ambito giuridico e politico, poiché credo fortemente in una partecipazione attiva del cittadino alla politica attraverso una comprensione del diritto e del linguaggio istituzionale. Rendere il linguaggio giuridico più chiaro è un dovere democratico. La mia formazione post-lauream mi ha portato ad uno stage negli uffici di Legal drafting e Affari Internazionali del Senato della Repubblica. Da lì ho approfondito i miei studi sul linguaggio politico e il fondamentale rapporto tra politica e comunicazione. Leggi tutto