Come lavorare per Google: requisiti e candidatura spontanea

Anna Borriello 28 Agosto 2020

Indicazioni per sapere come lavorare per Google: come presentare curriculum e candidatura spontanea, come cercare l'offerta di lavoro più adatta, quali sono le opportunità di lavoro di Google in Italia, requisiti e come prepararsi al colloquio.

Quasi impossibile non essersi mai imbattuti nel motore di ricerca più utilizzato al mondo: Google. Lavorare per l’azienda californiana potrebbe sembrare un’ambizione irrealizzabile, ma non bisogna scoraggiarsi. Sono, infatti, migliaia le posizioni d’impiego aperte in Italia e all’estero per le quali ci si può candidare tramite candidatura spontanea e attraverso il portale ‘lavora con noi’. L’azienda non ha bisogno di troppe presentazioni: nata nel 1998 dagli studi di Larry Page e Sergey Brin, Google Inc. possiede il dominio del sito più visitato al mondo! In caso di dubbi e perplessità, Google, in quanto motore di ricerca fondato sull’analisi delle relazioni tra i siti, organizzerà per noi il numero infinito di informazioni disponibili sul Web. Ciò ha rivoluzionato interamente il modo di conoscere e la diffusione d’informazioni in tutto il globo. Lavorare per una delle aziende più grandi del pianeta, potrebbe rivelarsi un’eccezionale opportunità di carriera. Quindi, come lavorare per Google?

Se sei interessato a lavorare per questa fiorente azienda, una delle più grandi del mondo, segue una guida dettagliata con tutte le informazioni necessarie.

Come lavorare per Google: compilare il modulo lavora con noi e inviare candidatura spontanea

Prima di chiarire come concretamente si presenti una candidatura per lavorare per Google da casa e non solo, è necessario sapere che le posizioni aperte sono migliaia. Quindi, è bene imparare ad utilizzare il portale ‘lavora con noi’ dedicato alle posizioni d’impiego disponibili. Per controllare di quali figure professionali abbia bisogno Google al momento, bisogna recarsi sul portale lavora con noi https://about.google/intl/it/ e scorrere la pagina fino in fondo. In basso, sulla sinistra, avremo a disposizione la sezione ‘opportunità di lavoro’. Una volta cliccato su ‘opportunità di lavoro’ apparirà la sezione ‘what do you want to do?’, letteralmente ‘che cosa vuoi fare?’. In questa sezione sarà possibile visionare nove Team suddivisi per tipologia di mansioni. C’è l’imbarazzo della scelta: ingegneria informatica, risorse umane, design, finanze, marketing. Molte sono le figure professionali richieste in ognuno dei team ed è compito del candidato scegliere quello più adatto.

A questo punto, come lavorare per Google e visualizzare le posizioni disponibili all’interno dei Team? Basta cliccare accanto al team prescelto, in particolare sulla sezione ‘see job’. Ci verrà mostrata quindi la lista delle posizioni disponibili nel campo prescelto con i requisiti di curriculum ed esperienza. Per facilitare la ricerca è possibile spostarsi a sinistra ed inserire sotto la sezione ‘locations’ i luoghi nei quali saremmo disposti a lavorare. Quindi, ad esempio, se si desiderasse lavorare per Google in Italia, si potrebbero inserire in questo filtro le sedi di Milano e Roma per verificare le posizioni disponibili

Come presentare una candidatura spontanea e curriculum per lavorare con Google? Per presentare una candidatura spontanea basterà cliccare sull’annuncio prescelto e poi successivamente su ‘apply’, un’icona blu con una piccola matita bianca. Per ultimare la procedura è necessario possedere un account Google. A questo punto, basterà seguire gli ulteriori passaggi indicati. Si aprirà un modulo da compilare con dati anagrafici, esperienze lavorative e informazioni sulla propria formazione. Infine, nella sezione ‘resume’, dovrà essere inserito il curriculum in lingua inglese. Facoltativamente si può aggiungere una lettera di accompagnamento nella sezione ‘cover letter/other notes’.

Dopo aver controllato con attenzione il riepilogo, bisognerà cliccare su ‘next’. Il gioco è fatto!

Requisiti per iniziare un lavoro con Google e fare carriera

Il processo per essere assunti dal colosso californiano è piuttosto rigido. La grande azienda si dimostra particolarmente attenta nella selezione del personale. Si potrebbe pensare che proprio questo sia uno dei pilastri del suo successo, come nel caso dei requisiti per lavorare per Amazon. Sullo stesso portale dedicato alle assunzioni, sono stati elencati i requisiti fondamentali per chiunque volesse provare ad entrare nel Team di Google. Al primo posto, fra tutti, la capacità di leadership. Sono richieste, inoltre, competenze tecniche e di esperienza legate al ruolo per il quale ci si candida e capacità di ragionamento. Piuttosto curiosa l’ultima caratteristica riportata: la  cosiddetta ‘googleyness’, che viene singolarmente descritta da Bock, capo del personale dell’azienda, come un fattore culturale. La ‘googleyness’, secondo Laszlo Bock, non sarebbe altro che una dose di umiltà intellettuale  unita ad un certo fiuto per il futuro del mercato digitale. Sicuramente una caratteristica peculiare!

Offerte di lavoro rivolte a diversi livelli di formazione ed esperienza

L’azienda californiana, infatti, ricerca sia figure junior sia figure senior da inserire nel personale. Inoltre, Google mette a disposizione programmi di tirocini per i giovani senza alcuna esperienza, ed in alcuni casi senza laurea. I responsabili per le risorse umane, dato il numero esorbitante di candidature, avranno pochissimo tempo per valutare il curriculum vitae del candidato. Nel caso in cui si dovesse essere contattati, un iter di assunzione standard prevedrebbe uno o due colloqui telefonici, fino a cinque colloqui in presenza e una valutazione finale da parte di due diverse commissioni. Migliaia di candidature e di curriculum vengono valutati ogni anno e in media solo una persona su 400 viene assunta!

Nel caso in cui si fosse interessati a lavorare per Google in Italia è bene tenere d’occhio sempre le posizioni d’impiego per le sedi di Roma e Milano. Sono richieste, per ogni posizione d’impiego, almeno una buona conoscenza della lingua inglese e conoscenze informatiche specifiche per il ruolo prescelto. Lo stipendio varia dalla posizione impiegata. Al momento, sul portale dedicato sono presenti quattro annunci di lavoro per la sede di Roma e dodici per quella di Milano.

Guida per sapere come lavorare per Google: cosa fare e cosa evitare
  • Controllare con attenzione il portale jobs dedicato utilizzando filtri per trovare le offerte di lavoro più affini al proprio percorso di studi e alle proprie esperienze
  • Inserire una lettera di accompagnamento al curriculum non troppo lunga: le risorse umane avranno pochi minuti per valutare il curriculum. Lo stesso capo delle risorse umane, Bock, ha sostenuto in un’intervista che debba essere il lavoro a parlare per il candidato!
  •  Essere preparati per i colloqui. Preparare almeno tre risposte diverse per le domande frequenti, in quanto la prima e la seconda potrebbero risultare non soddisfacenti per l’intervistatore
  • Preparare in anticipo delle conclusioni per terminare il colloquio
  • Non temere di porre domande all’intervistatore per ottenere chiarimenti sulle questioni sollevate nel corso del colloquio
  • Dimostrare sicurezza nel corso del colloquio e formulare risposte ben strutturate: non a caso, il primo requisito richiesto dall’azienda è la capacità di leadership che prevede spiccate doti comunicative
  • Tenere sotto controllo le offerte di lavoro in Italia: le sedi di Roma e Milano sono alla ricerca di personale
  • Il portale jobs è utile anche per tenere d’occhio i tirocini per giovani e laureandi: le candidature vengono aperte in modo stagionale (spring, summer e winter business intern)
© Riproduzione Riservata
avatar Anna Borriello Mi sono laureata in filosofia ed ora sono all'ultimo anno di magistrale. Ho studiato musica per molti anni e continuo tutt'ora. Sono un'avida lettrice, principalmente di narrativa, anche se sono molto legata alla letteratura greca. Guardo troppe serie Tv e viaggio più spesso che posso. Voglio sempre essere informata su ciò che accade intorno a me: mi interesso di politica e di attualità, cercando sempre una chiave di lettura che possa fornirmi un'interpretazione sulla contemporaneità. La scrittura è, tra tutti i mezzi d'espressione che finora ho esplorato, quello che sento più vicino. E' stato da sempre uno strumento di rielaborazione, il modo per dialogare con me stessa e di mettermi faccia a faccia con il mondo esterno senza ipocrisie. Leggi tutto