Giornata internazionale dei popoli indigeni: frasi e citazioni

Carolina Campanile 9 Agosto 2020

Il giorno 9 agosto, quando si celebra la Giornata internazionale dei popoli indigeni, frasi, citazioni, aforismi ed immagini servono a far capire le origini e il significato dell'International Day of the World's Indigenous Peoples.

Gli indigeni sono conservatori di culture ormai quasi del tutto scomparse, e di segreti fondamentali come la conoscenza delle piante medicinali. Questi popoli hanno ancora la capacità di ascoltare il linguaggio della natura, che noi abbiamo ormai da anni smesso di ascoltare. Di motivi per preservare le loro popolazioni ce ne sono tanti, e ce li ricorda la Giornata mondiale dei popoli indigeni, e uno di questi motivi è la lingua. Delle quasi 7000 lingue parlate al mondo, la maggior parte è indigena. Parlando sempre e solo quelle dominanti, in particolare l’inglese, le altre rischiano di morire. Ogni due settimane una lingua si estingue, non trovando più diffusione. Di questo passo si stima che a morire saranno tra il 50 e il 90% delle lingue mondiali. E il tutto entro la fine del secolo. La Giornata internazionale dei popoli indigeni nasce quindi con degli obiettivi ben precisi.

Tra gli obiettivi troviamo la volontà di rafforzare la cooperazione internazionale, in modo da risolvere le problematiche di questi popoli. Problematiche riguardanti i diritti umani, l’ambiente, lo sviluppo, l’istruzione. Ma anche la salute e la crescita sociale ed economica. La ricorrenza è poi un’occasione per capire e studiare le migrazioni di queste persone, ormai sempre più frequenti anche a causa dei cambiamenti climatici. Ma anche, e soprattutto, un motivo per celebrare le diversità dei popoli. E portare alla luce le violazioni ed ingiustizie che continuano a subire da ormai tanti secoli.

Scopri ora le origini e il significato della Giornata dei popoli indigeni del 9 agosto, e le migliori frasi e citazioni da condividere per l’International Day of the World’s Indigenous Peoples. 

Origini Giornata internazionale dei popoli indigeni: perché si celebra il giorno 9 agosto

Istituita il 23 dicembre 1994, ogni anno il 9 agosto si celebra la Giornata internazionale dei popoli indigeni. A volerla fu l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, attraverso la Risoluzione A/RES/49/214. La data scelta non è un caso, ma indica il giorno del primo incontro del gruppo di lavoro ONU su queste popolazioni. Il gruppo, appartenente alla Sottocommissione per la promozione e la tutela dei diritti umani, si riunì per la prima volta il 9 agosto 1982. Nel 1990 l’Assemblea proclama il 1993 come Anno internazionale dei popoli indigeni del mondo. Successivamente vengono stabiliti due Decenni internazionali per lo stesso motivo. Il primo dal 1995 al 2004, con la Risoluzione A/RES/48/163. E il secondo dal 2005 al 2014, con la Risoluzione A/RES/59/174. Infine, nel 2007 è adottata la Dichiarazione delle Nazioni Unite sui diritti dei popoli indigeni. 

La Dichiarazione riconosce, tra le altre cose, il diritti alla non assimilazione forzata, a conservare e tramandare la propria lingua, cultura e tradizioni. E ancora all’educazione, al rispetto della biodiversità e dell’ambiente naturale in cui questi popoli vivono. L’attenzione e l’impegno delle Nazioni Unite verso queste persone si è poi riconfermato nel 2016. Il 19 dicembre di quell’anno, infatti, l’Assemblea generale proclama il 2019 Anno internazionale delle lingue indigene. Dalla sua adozione ad oggi, la Dichiarazione ha permesso di raggiungere alcuni importanti successi. Tuttavia è ancora troppo evidente il divario tra il riconoscimento formale e quello effettivo di questi diritti. Appare così necessaria ed importante la celebrazione della Giornata mondiale dei popoli indigeni, o anche International Day of the World’s Indigenous Peoples. Quest’ultima sin dalle sue origini si impegna affinché questi diritti vengano effettivamente garantiti e rispettati, proteggendo e salvaguardando questi popoli e le loro tradizioni culturali e linguistiche.

International Day of the World’s Indigenous Peoples

Oggi, dopo 26 anni dall’istituzione della Giornata internazionale dei popoli indigeni, la situazione è ancora molto difficile. In tutto il mondo si contano oltre 370 milioni di indigeni, che costituiscono meno del 5% della popolazione mondiale. Nonostante ciò, essi rappresentano il 15% della popolazione più povera, abitante in 90 nazioni. Essi rappresentano ben 5000 culture diverse e parlano la maggior parte delle 7000 lingue del mondo. Eredi e conservatori di culture uniche, hanno mantenuto caratteristiche totalmente diverse da quelle delle società di oggi. Caratteristiche sociali, culturali, ma anche economiche e politiche. Tra le varie sfide si aggiunge oggi quella dei cambiamenti climatici. Questi ultimi stanno infatti avendo un forte impatto su queste popolazioni, come gli incendi dell’Amazzonia. Per non parlare del problema della lingua, da sempre principale strumento di comunicazione ed integrazione sociale. Esse stanno infatti scomparendo ad un ritmo allarmante, ed oggi ben 2.680 sono in pericolo.

Il problema della difesa dei propri diritti è invece un problema comune a tutte le popolazioni. E come la nostra società ha una Giornata per la violazione dei diritti, è giusto che anche queste popolazioni abbiano una giornata per far sentire la propria voce. Dopo secoli di genocidi e colonizzazioni, è oggi arrivato il momento di adottare misure speciale per la loro protezione. In tal senso la Dichiarazione, di cui prima, è lo strumento più completo sui diritti di tali popolazioni mai adottato. Sulla loro protezione si è pronunciato anche Papa Francesco, che mediante un tweet ci ha detto come la pensa. I popoli indigeni, con la loro varietà di lingue, culture, tradizioni e conoscenze ancestrali ci ricordano che siamo tutti responsabili per la cura del creato che Dio ci ha affidato. 

Citazioni per la Giornata internazionale dei popoli indigeni: frasi

Le migliori frasi per la Giornata internazionale dei popoli indigeni del 9 agosto, citazioni famose da condividere per l’International Day of the World’s Indigenous Peoples.

  • Tre cose formano una nazione: la sua terra, il suo popolo, e le sue leggi.Abraham Lincoln
  • Invece di dare al popolo sacerdoti, soldati e maestri, sarebbe opportuno sapere se non stia morendo di fame. – Invece di dare al popolo sacerdoti, soldati e maestri, sarebbe opportuno sapere se non stia morendo di fame.Lev Tolstoj
  • I popoli non dovrebbero avere paura dei propri governi, ma sono i governi che devono aver paura dei propri popoli.Thomas Jefferson
  • Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente. Indro Montanelli
  • Il potere è del popolo, l’autorità del senato. – Cicerone
  • L’intelligenza sul nostro pianeta è costante mentre la popolazione è in crescita.Arthur Charles Clarke
  • Quando un popolo non ha più senso vitale del suo passato si spegne. La vitalità creatrice è fatta di una riserva di passato. Si diventa creatori anche noi, quando si ha un passato. La giovinezza dei popoli è una ricca vecchiaia.Cesare Pavese
  • Quando una lingua muore, un modo di intendere il mondo, un modo di guardare il mondo muore insieme ad essa.George Steiner
  • E’ bello pensare che gli uomini hanno migliaia di linguaggi estremamente complessi per esprimere i loro pensieri più seri. E che un Europeo, un Indiano ed un Arabo esprimono la loro gioia ridendo esattamente nello stesso identico modo. – Anonimo
  • Imparate una nuova lingua e avrete una nuova anima. – Proverbio Ceco
  • Una lingua diversa è una diversa visione della vita.Federico Fellini
Evento del giorno: Giornata internazionale dei popoli indigeni
Nata per volere dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, la giornata nasce per sensibilizzare la comunità internazionale sulla necessità di proteggere e salvaguardare le popolazioni indigene. E con esse la loro cultura, tradizione e lingua. Con il passare degli anni queste persone sono in cerca del riconoscimento della propria identità, tuttavia i loro diritti vengono ancora oggi violati. Queste sono infatti tra le popolazioni più svantaggiate e vulnerabili al mondo. Obiettivo principale della Giornata è celebrare la diversità dei popoli, e portare alla luce tutte le violazioni ed ingiustizie che da secoli subiscono.
Nome EventoGiornata internazionale dei popoli indigeni
Data istituzione23/12/1994
Data ricorrenza09/08/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoCelebrare e proteggere le popolazioni indigene, la loro cultura, tradizione e lingua, un vero patrimonio dell'umanità.
Evento del giorno: Giornata internazionale dei popoli indigeni
Nata per volere dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, la giornata nasce per sensibilizzare la comunità internazionale sulla necessità di proteggere e salvaguardare le popolazioni indigene. E con esse la loro cultura, tradizione e lingua. Con il passare degli anni queste persone sono in cerca del riconoscimento della propria identità, tuttavia i loro diritti vengono ancora oggi violati. Queste sono infatti tra le popolazioni più svantaggiate e vulnerabili al mondo. Obiettivo principale della Giornata è celebrare la diversità dei popoli, e portare alla luce tutte le violazioni ed ingiustizie che da secoli subiscono.
Nome EventoGiornata internazionale dei popoli indigeni
Data istituzione23/12/1994
Data ricorrenza09/08/2020
Origine e significatoLa giornata è istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, da sempre impegnata nella diffusione di temi così importanti.
ScopoCelebrare e proteggere le popolazioni indigene, la loro cultura, tradizione e lingua, un vero patrimonio dell'umanità.
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto