Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare, schema dieta trimestre

Dalila D'Andrea 30 Settembre 2020

La corretta alimentazione in gravidanza: cosa deve mangiare chi è in attesa e cosa evitare per un'alimentazione corretta in gravidanza, schema e tabella con dieta per chi aspetta un bambino nel primo trimestre.

Consigli della nutrizionista Dottoressa Samantha di Geso  per l’alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare nel primo, secondo e terzo trimestre, linee guida del Ministero della salute.

Avere uno schema di dieta per una alimentazione in gravidanza salutare aiuta a prevenire anemia, diabete gestazionale e toxoplasmosi. Allo stesso modo, sapere cosa mangiare per non ingrassare troppo seguendo le regole di una corretta alimentazione in gravidanza, tutela la salute del nascituro e della gestante.

Una dieta sana è necessaria per una vita sana in qualsiasi momento, in particolare quando una donna è incinta. E prima ancora,  quando si sta programmando una gravidanza.

Mangiare bene quando una donna è in attesa significa assumere cibi essenziali e integratori come acido folico, che aiutano il bambino a crescere bene ed evitare possibili patologie determinate dall’assenza di nutrienti fondamentali.

Non è necessario seguire una dieta particolare, è importante mangiare una varietà di cibi diversi ogni giorno per ottenere il giusto equilibrio di nutrienti di cui tu e il tuo bambino avete bisogno.

Ma cosa deve mangiare a chi è incinta? Per prima cosa non devono mai mancare vitamine e minerali dagli alimenti. Ma non basta sapere cosa mangiare in gravidanza. Alcune complicazioni insorgono anche in seguito all’assunzione di “alimenti vietati” per le donne in attesa. E quindi, cosa evitare in gravidanza? Quando prendere l’acido folico in gravidanza e fino a quando? Può fumare una donna in gravidanza e quanto? Può bere il vino una donna in attesa? Quali alimenti si possono mangiare tra carne di maiale, crostacei, formaggi, funghi e pesce? 

Sara’ la nutrizionista Samantha Di Geso a spiegarci quando iniziare una dieta, quante calorie assumere e quanti kg si devono prendere.

Il menu mese per mese per un’alimentazione per chi è incinta ottimale, proteica ed equilibrata. 

Alimentazione in gravidanza: schema dieta primi mesi e primo trimestre, cosa mangiare ed evitare

Dottoressa, cosa si può mangiare in gravidanza nel primo trimestre? Quali deve evitare una donna incinta per una corretta alimentazione in gravidanza?

“La gravidanza è composta da vari trimestri. Ognuno ha una propria fisiologia, una propria fisionomia e delle proprie particolarità. A ogni trimestre, infatti, è associata una differente metodologia alimentare. Il primo trimestre è quello in cui avviene il vero e proprio trapianto dell’embrione nell’utero materno”.-spiega la Dottoressa.

“In questi primi tre mesi è importante avere un’alimentazione il più possibile priva di istamine. Queste sono molecole che segnalano la presenza di infiammazioni. Un’alimentazione anti-infiammatoria sicuramente agevola l’impianto. Le istamine, inoltre, complicano e ostacolano la formazione dei nervi nel neonato. Alimenti da evitare sono soprattutto i cibi in scatola. Evitare anche pomodori, spinaci, banane, uova e frutta secca. Ognuno di noi, poi, produce istamine verso un determinato alimento. Questo, naturalmente, anche in base alle proprie allergie ed intolleranze.” – spiega la Dottoressa Samantha di Geso-.

“Soprattutto nella prima parte della gravidanza è importante non avere alte concentrazioni batteriche. Anche una semplice candida, infatti, può determinare una malformazione del feto. Tutte le infezioni batteriche andrebbero evitate, soprattutto nella fase dell’impianto.“-afferma la nutrizionista.

Dottoressa quali cibi sono migliori per una donna incinta e in che modo cucinare per una sana alimentazione in gravidanza? 

“Scegliere cibi ricchi di vitamine e sali minerali per una corretta alimentazione in gravidanza. Consumare cereali e pesce. Scegliere solo carne buona, non di allevamenti intensivi e piena di antibiotici. Tornare a comprare le cose dal macellaio di fiducia e alla fattoria per quanto riguarda le verdure. Cibi ricchi di vitamine del gruppo B sono l’ideale. Consumare verdure poco cotte, ma non crude. Consiglio una cottura non superiore ai tre minuti, perché le vitamine del gruppo B sono termolabili.” – chiarisce la professionista in materia di nutrizione -.

Schema alimentare in gravidanza dieta secondo trimestre

Per aiutare tutte le donne in attesa a sapere cosa mangiare in gravidanza e cosa evitare, la Dottoressa indica un menù che può aiutare ad organizzare al meglio colazione, pranzo, cena e spuntino.

“Il secondo trimestre è la fase di navigazione. Il bambino ormai si è formato. Le infiammazioni , perciò, non sono più tanto gravi come nei primi tre mesi. Si può mangiare ciò che si è sempre mangiato, compresi crostacei, molluschi e formaggi, se non hanno mai causato problemi in precedenza. In gravidanza non esiste un cibo vietato. Basta che sia un alimento nutriente, ben cotto e non tossico. È importante non prendere peso fino al terzo e quarto mese. Questo perché l’aumento di peso raddoppia negli ultimi mesi. Nei primi mesi, quindi, mangiare sano e per una persona sola.” – spiega la nutrizionista -.

“Fondamentalmente, poi, è l’idratazione in gravidanza. Già prima della gravidanza è importante bere almeno due litri d’acqua al giorno, per evitare le tossine. Durante la gravidanza, anche due litri e mezzo. Durante l’allattamento, può berne anche tre. È assolutamente vietato il consumo di alcol durante tutta la gravidanza. Ricordiamoci che abbiamo la responsabilità di creare una vita, alla quale dobbiamo dare il meglio fin dal principio. Non dimentichiamoci che l’alcol passa direttamente dal cordone ombelicale al bambino.” – afferma la Dottoressa Di Geso .

“Il fumo, invece, comporta un irrigidimento dei tessuti e dei capillari. Per questo sarebbe meglio non fumare in generale, piuttosto che smettere in gravidanza. I tessuti, infatti, devono essere morbidi, in modo da consentire il passaggio dei nutrimenti.” -chiarisce l’esperta -.

Schema alimentazione in gravidanza dieta terzo trimestre

Una alimentazione corretta, aiuta a prevenire gravi patologie e complicanze. Cosa evitare gravidanza? Come prevenire il diabete gestazionale?

“L’ultimo trimestre è la fase più delicata. In questa fase si può soffrire di diabete gestazionale o anche produrre un parto pre-termine. Questo trimestre è detto fase diabetica. In questo periodo ogni molecola di zucchero potrebbe determinare una diversa crescita del bambino. Non solo: potrebbe causare una diversa concentrazione del liquido amniotico.
Questo determinerebbe un impoverimento nutrizionale del bambino. Fondamentalmente, in questo trimestre, più la donna mangia, meno nutre il bambino. Successivamente ci sarà la fase espulsiva. In attesa di questa fase è importante preparare il nostro corpo ad essere morbido e disinfiammato. Deve essere pronto a gestire al meglio lo spostamento delle anche e le aperture dei muscoli.” – spiega la Dottoressa Di Geso -.

Dottoressa Di Geso cosa non deve mangiare una donna incinta e cosa fa male secondo la sia dieta e corretta alimentazione in gravidanza?

“Nell’ultima fase è bene stare attenti al picco glicemico. Consiglio di mangiare pochissimi zuccheri. Evitate soprattutto quelli chimici, costruiti in laboratorio. Questi, infatti, possono provocare disfunzioni pancreatiche. Ad esempio, evitare il fruttosio contenuto nelle bevande. In alternativa, ricavare il fruttosio dalla frutta. Potete assumere zuccheri a colazione in quantità variabile in base alla persona. Al pane e alla pasta bianchi consiglio di preferire quelli di ricchi di fibre,cereali e vitamine. Ad esempio, consiglio di consumare pane di grano saraceno o di farro. Importante, poi, mangiare cereali a pranzo e proteine a cena. Tutto, naturalmente, contornato da delle buonissime e sanissime verdure.” -conclude la professionista, che ha studiato a lungo le regole per una corretta alimentazione in gravidanza per donne, bambini e studenti.

© Riproduzione Riservata
avatar Dalila D'Andrea Diplomata al liceo linguistico con 100 e lode, frequento il primo anno all'università Alma Mater Studiorum di Bologna. Ho 18 anni e amo confrontarmi con realtà nuove, viaggiare ed esplorare l'inesplorabile. Per questo scrivo per Controcampus. Amo avventurarmi al di là della mia comfort-zone e credo fortemente nel potere della comunicazione e della circolazione libera delle idee. Per questo mi è stata affidata anche la rubrica Il Professionista, dove curo interviste con personaggi di spicco del mondo del lavoro e della ricerca. Ognuno di noi ha una storia da raccontare; io fornisco la possibilità di farlo. Tra le mie interviste troverete consigli validissimi e opinioni di esperti professori, ginecologi, pediatri, psicologi, avvocati e tanto altro ancora! Sono appassionata di scrittura e sto lentamente esplorando il mondo del giornalismo, che mi ha sempre affascinata. Quando scrivo seguo sempre una celebre regola d'oro: l'interessante per mezzo, l'utile per scopo e il vero per soggetto. Leggi tutto