• Liguori
  • Miraglia
  • Algeri
  • Bonanni
  • Rinaldi
  • Buzzatti
  • Califano
  • Pasquino
  • Andreotti
  • Crepet
  • Leone
  • Quaglia
  • di Geso
  • Gnudi
  • Bonetti
  • Tassone
  • Dalia
  • Cocchi
  • Meoli
  • Cacciatore
  • Scorza
  • Ferrante
  • Romano
  • Quarta
  • Falco
  • Valorzi
  • De Leo
  • De Luca
  • Catizone
  • Carfagna
  • Casciello
  • Paleari
  • Boschetti
  • Gelisio
  • Ward
  • Bruzzone
  • Napolitani
  • Romano
  • Santaniello
  • Coniglio
  • Barnaba
  • Alemanno
  • Chelini
  • Rossetto
  • Mazzone
  • Baietti
  • Grassotti

Cashback bollette luce, gas e utenze: quali sono in bonus

Martina Sapio 28 Dicembre 2020
M. S.
22/09/2021

Come funziona il cashback bollette utenze, acqua, luce e gas, quali compagnie hanno aderito, come si fa, come funziona il rimborso dello stato, quali rientrano e quali no.



Dall’8 dicembre 2020 è partito il piano di rimborso nazionale delle spese mensili. Quest’anno il governo ha incluso il Cashback bollette online, e non solo. Pagamenti comuni a tutti i consumatori, per cui è fondamentale sapere quali sono le modalità e come funziona cashback bollette luce e gas, le utenze che sono solitamente più importanti e costose. Oppure, come accedere al rimborso per bollettini postali, MAV, avvisi di PagoPA e bollo auto. Altra domanda frequente, è se permettere l’accesso al Cashback bollette il tabacchi, negozio diffusissimo e sempre aperto. Facciamo chiarezza sul rimborso delle utenze dallo Stato.

Come funziona cashback bollette luce, gas con app IO: come ricevere rimborso sul conto corrente

La disciplina è parzialmente diversa rispetto a quella già prevista per gli acquisti fisici tradizionali, e riguarda solo alcune categorie di utenze. In ogni caso, è comunque ammesso per accedere al Cashback bollette il bancomat.

In generale, la regola dice che il rimborso va a tutti quegli utenti, regolarmente registrati sull’App IO che effettuano degli acquisti fisici (cioè non online) senza contanti negli esercenti convenzionati. La maggior parte dei negozi tradizionali rientrano in questa categoria.

Anche per il rimborso utenza dallo Stato si segue la stessa linea guida. Per chi si chiede se è possibile effettuare il Cash-back per le bollette ENI, per esempio, o il Cash-back per bollette Hera ed Enel, la risposta è molto semplice. Sì, ma a patto che siano pagate di persona. Allo stesso modo, fa parte del piano cashback bollette il telefono; questo inteso ovviamente nel senso delle ricariche telefoniche effettuate senza contanti.

Nel programma di rimborso varato dallo Stato rientrano cioè anche il rimborso luce e gas, a patto che non siano domiciliati sul conto o sulle carte. Ciò significa che ci si dovrà recare all’ufficio postale o presso un esercente convenzionato (Sisal o Lottomatica) per pagare e ricevere la percentuale di rimborso stabilita. La ratio è sempre la stessa. Incentivare le persone ad effettuare transazioni presso negozi fisici (anche se al momento la strategia sta affrontando alcune difficoltà legate al fatto che l’app IO funziona male).

Per accedere alla restituzione le regole variano da gestore a gestore. Si può utilizzare comunque l’app IO e la SPID, ma non è sempre necessario. In particolare Enel ha messo a disposizione un suo servizio chiamato Enel X Pay, dove basta registrarsi per entrare nel circuito. Rientrano però nel cashback bollette le utenze solo pagate fisicamente presso uno dei Punti Puoi di Enel X.

Per tutti gli altri utenti, invece, ci sono varie possibilità. Per esempio, pagare in un punto vendita senza avere la SPID (e quindi svincolandosi dall’app IO) grazie a servizi come Satispay, Nexi e Hype. Volendo, si  può anche accedere al rimborso bollette in tabaccheria.

Quali bollettini non rientrano nel bonus cash-back

I pagamenti domiciliati o in addebito su conto corrente non sono rilevanti ai fini del ricorso utenze dallo Stato. Allo stesso modo sono esclusi quelli che tipicamente vengono chiamati abbonamenti. In parole povere, la somma mensile versata a piattaforme come Netflix, Amazon Prime, Sky o Spotify.

Non è chiaro se tutto ciò valga anche per il Cash-back bollette alla Coop. Si parla in questo caso della possibilità per i cittadini di pagare le utenze presso la catena di supermercati, che è collegata alla piattaforma PagoPa. La normativa al momento non ha espressamente disciplinato questa ipotesi.

Tuttavia, se si volesse avanzare un’ipotesi, si potrebbe affermare che dato che questo circuito è legato in qualche modo all’app IO (nel senso che PagoPA, il sistema della Pubblica Amministrazione, è collegato all’applicazione) allora si potrebbe ammettere che anche il pagamento fisico delle utenze presso questo esercente rientri nel piano. Allo stesso modo, Coop è legata al circuito per il Cashback bollette Satispay, che è un altro servizio che permette il rimborso. In ogni caso questa è solo una teoria, mancando al momento la conferma legislativa.

Cash-back bollette postali, MAV, RAV, avvisi PagoPa e bollo auto

Vediamo ora le regole particolari previste per il pagamento di certe utenze, come i bollettini postali, e quelle pagate con mezzi particolari.

In generale, bisogna premettere che servizi come Enel X Pay, una volta registrati, permettono il pagamento, sempre da effettuare fisicamente presso i punti dell’azienda. In questo senso la registrazione al servizio garantisce una certa uniformità di procedura.

Per quelli che invece non sono iscritti a questa piattaforma, le regole sono diverse. Per quanto riguarda le bollette postali, su queste è possibile ricevere il rimborso  anche se  non pagate presso una sede di Poste Italiane. Addirittura per ogni transazione viene dato un euro (o meglio, viene tolto un euro) dal totale complessivo. Questa procedura è però possibile solo se si paga tramite la carta PostePay con la registrazione all’omonima piattaforma.

Per tutti gli altri pagamenti, come MAV, RAV, avvisi PagoPa e bollo auto serve invece essere iscritti alla piattaforma Pay Tipper, in questo caso tramite carta che deve essere registrata sull’app IO. Va specificato che il portale fa parte del gruppo Enel, quindi ci si trova in realtà ad utilizzare, per vie traverse, il servizio di Enel X Pay. Anche in questo caso, quindi, serve che il pagamento sia effettuato in un Punto Puoi Enel fisico. Tramite questi servizi si accede comunque a tutti i benefici previsti per chi fa acquisti tradizionale tramite l’app IO.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Martina Sapio Studentessa di Giurisprudenza alla Federico II di Napoli, scrivo per la sezione Attualità e vedo nel giornalismo il modo migliore di mettere in pratica le mie conoscenze. Ho sempre amato scrivere così come ho sempre amato informarmi sul mondo che mi circonda, sul suo modo di cambiare e di evolversi. Per questo ho deciso di iniziare ad esplorare questo mondo. Capire da quali meccanismi è mossa la nostra società. Mi interesso in particolar modo di politica e di tematiche economiche, sia di carattere nazionale che internazionale, di come queste costanti influenzino tutti noi. Nello scrivere cerco di essere quanto più diretta e chiara possibile: un lavoro di ricerca e di rifinitura che ha come obiettivo la sola, vera informazione. Leggi tutto