Chi è Gino Strada di Emergency: biografia, curriculum, età e moglie

Valeria Montuori Merolla 7 Dicembre 2020

Medico, attivista, fondatore dell'ONG Emergency, chi è Gino Strada: biografia, curriculum, età, vero nome, origini, moglie e figli del filantropo.

In molti lo conoscono per la sua attività legata all’associazione umanitaria, ma il suo altruismo si manifesta anche in quanto chirurgo di guerra, dal 1988.

Fino al 1994 collabora con la Croce Rossa Internazionale di Ginevra.

È stato insignito di numerosi premi e riconoscimenti, anche il Right Livelihood Award, unico italiano ad averlo ottenuto.

È autore di alcuni libri, editi da Feltrinelli Editore come Pappagalli Verdi e Diario di un chirurgo di guerra del 1999, Buskashì, viaggio dentro la guerra del 2002, Zona rossa del 2015, apprezzati dalla critica e dal pubblico italiano e internazionale.

Nel 2020, in ragione dell’emergenza Covid, è stata avanzata l’ipotesi che il dottore potesse diventare Commissario della Calabria. Una dichiarazione a cui si è fermamente opposto il presidente della Regione, Nino Spirlì. Ne abbiamo sentito parlare più volte in programmi come PiazzaPulita di Corrado Formigli.

Una lunga carriera, una vita all’insegna della solidarietà. Per questo a parlarci di lui non saranno soltanto gli ultimi fatti del Coronavirus e polemica Calabria, Gino Strada chi è, quanti anni ha, con chi è sposato, dove vive, famiglia, figli, sarà suo CV, come libri e frasi a dircelo.

Chi è Gino Strada: biografia, curriculum, vita privata, moglie e figli del fondatore dell’ONG Emergency

Per scrivere una biografia e sapere chi è Gino Strada, Facebook, Instagram, e Twitter sono un’importante finestra, oltre al curriculum e libri, grazie ai quali cercheremo di scoprire vero nome, età, vita privata, moglie e figli.

Luigi, il vero nome, è nato a Sesto San Giovanni il 21 aprile 1948, sotto il segno zodiacale del Toro. Oggi ha 72 anni. Barba e capelli grigi. Occhi scuri con una espressione molto seria.

Da piccolo respira un ambiente cattolico, per poi aderire alla corrente comunista universitaria. Intraprende gli studi classici al Liceo Carducci, dopodiché si iscrive all’Università di Milano.

È tra gli attivisti del Movimento Studentesco durante gli anni della contestazione. Frequenta il volontariato cattolico, dove, nel 1971, conosce sua moglie.

Nel 1978 si laurea in Medicina e Chirurgia. Successivamente si specializza in Chirurgia d’Urgenza. Per completare la formazione, negli anni ’80 vive per quattro anni negli Stati Uniti, dove si occupa di chirurgia dei trapianti di cuore presso l’Università di Stanford e di Pittsburgh.

Si trasferisce in Inghilterra e poi in Sud Africa. Definisce ulteriormente la sua formazione presso l’ospedale di Harefield e presso il Groote Schuur Hospital di Città del Capo, l’ospedale del primo trapianto di cuore di Christiaan Barnard.

Lavora dall’ospedale di Rho e fa pratica nel campo del trapianto di cuore fino al 1988, quando si indirizza verso la chirurgia traumatologica e la cura delle vittime di guerra. 

Pur non nascondendo il suo ateismo, è stato molto amico del prete di strada Andra Gallo.

Scontento della politica italiana, nel 2013 ha dichiarato di non votare alle elezioni da circa trent’anni. Ciononostante, nel 2014 afferma di simpatizzare per la sinistra. 

Circa la sua vita privata, sappiamo che è stato sposato, la moglie di Gino Strada è Teresa Sarti, uniti in matrimonio per 30 anni, e venuta a mancare per tumore nel 2009. La coppia ha avuto una figlia, Cecilia, nata nel 1979.

Tra le altre curiosità sul medico e fondatore di Emergency, sappiamo che nel 2017 hanno dato il suo nome a un asteroide, il 248908.

Da medico Luigi Strada, attività e fondatore di Emergency

Dopo aver scoperto le tappe fondamentali della sua vita privata, moglie, figlia, età, Gino Strada chi è come medico e fondatore Emergency, lo scopriremo grazie al curriculum e alle sue esemplari azioni.

Nel 1994 l’esperienza maturata negli anni con la Croce Rossa esorta il medico, insieme alla moglie Teresa Sarti e alcuni colleghi, a fondare Emergency. È un’associazione nata per portare cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

Dal 1994 al 2009 è stata presidente Teresa Sarti. Dal 2009 al 2017 l’incarico è stato ricoperto da Cecilia, la figlia di Gino Strada e Teresa Sarti. Attualmente presidente è Rossella Miccio.

Dopo la morte della moglie, ha aperto 13 ambulatori in Italia, tra cui uno a Roma.

Il primo progetto di Emergency è in Ruanda durante il genocidio. Poi la Cambogia, in cui resta per alcuni anni.

Nel 1998 parte per l’Afghanistan, restandoci per 7 anni. L’anno dopo, Emergency apre il primo progetto nel Paese, un Centro chirurgico per vittime di guerra ad Anabah, nella Valle del Panshir.

Dal 2005 inizia a lavorare per l’apertura del Centro Salam di cardiochirurgia in Sudan, il primo totalmente gratuito in Africa. Nel 2014 si reca in Sierra Leone, dove Emergency è presente dal 2001, per l’emergenza Ebola.

La fondazione ha fornito assistenza a oltre 11 milioni di pazienti nel mondo. L’utilizzo dei fondi e le spese dei progetti sono resi pubblici nel Bilancio di Emercency e nel Report di sostenibilità.

Nel bilancio preventivato del 2020 l’associazione ha dichiarato entrate pari a 53,299 milioni di euro, ma i costi sono stati di 53,345 milioni. Il saldo è quindi, per ora, negativo di 46.000 euro. Alcuni anni fa ha fatto notizia il lascito ereditario di un impiegato di banca di Bergamo che, al momento della sua morte, ha deciso di lasciare 1,3 milioni ad Emergency.

Cosa ha fatto e dove, chi è Gino Strada medico e attivista

Oggi chi lo conosce lo associa alla ONG Emergency, ma chi è Gino Strada medico, chirurgo, non tutti lo sanno ed è importate conoscere i suoi importanti progetti.

Nel corso della sua esemplare carriera si è fatto portavoce di diritti umani, al fianco soprattutto di coloro che ne hanno maggiormente bisogno. Cerchiamo ora di scoprire cosa ha fatto e dove, soprattutto nell’ultimo periodo.

Nel settembre 2020 il medico insieme ad Emergency ha organizzato un evento online intitolato Idee che fanno bene. L’intento è riflettere sull’importanza del sistema sanitario in un momento storico come questo e in un’emergenza sanitaria come quella che ha conseguito il Covid-19.

Medici insieme filosofi, attori, giornalisti, scrittori, comici si sono riuniti per discutere della importanza di una sanità universale, pubblica, gratuita, integrata.

Il risultato è stato un piccolo vocabolario raccontato dal chirurgo. Si tratta di una raccolta di 10 parole fondamentali su cui ricostruire, mattone per mattone, una Sanità antropocentrica, in particolar modo verso coloro che ne hanno maggiormente bisogno.

Nel novembre 2020, in ragione dell’emergenza sanitaria Coronavirus in Calabria, Gino Strada ha definito un accorso di collaborazione tra Emergency e la Protezione Civile. L’obiettivo del medico è quello di scindere il legame tra sanità pubblica e privati, per allontanare soprattutto la malavita. Si è ipotizzato che potesse essere nominato Commissario della Calabria, dichiarazione smentita dallo stesso medico ma soprattutto contestata dal presidente della Regione.

Il medico intende procedere in Calabria attraverso punti nevralgici. Per il nuovo reparto Covid opereranno una decina di medici di Emergency e saranno curati anche i malati di bassa e media intensità. Fondamentale l’introduzione di Usca, medici e infermieri disponibili per un’assistenza sul territorio per nuovi malati o già positivi.

Anagrafica Principale
Gino Strada è un medico chirurgo specializzato in Chirurgia d'emergenza. E' anche un attivista, medico di guerra, filantropo italiano e fondatore dell'ONG Emergency, un'associazione umanitaria gratuita nata per assistere le vittime di guerra.
Nome e CognomeLuigi Strada
Data di nascita21/04/1948
Luogo di nascitaSesto San Giovanni
ProfessioneMedico chirurgo, attivista, filantropo e fondatore dell'ONG Emergency.
Anagrafica Principale
Gino Strada è un medico chirurgo specializzato in Chirurgia d'emergenza. E' anche un attivista, medico di guerra, filantropo italiano e fondatore dell'ONG Emergency, un'associazione umanitaria gratuita nata per assistere le vittime di guerra.
Nome e CognomeLuigi Strada
Data di nascita21/04/1948
Luogo di nascitaSesto San Giovanni
ProfessioneMedico chirurgo, attivista, filantropo e fondatore dell'ONG Emergency.
© Riproduzione Riservata
avatar Valeria Montuori Merolla Mi chiamo Valeria, ho 24 anni e sono una napoletana che ha momentaneamente lasciato la sua terra per continuare gli studi.Sin da bambina ho sempre avuto predisposizione e passione per le materie umanistiche. Questo mi ha spinto a laurearmi in Lettere Moderne e proseguire gli studi in Editoria e Scrittura, una specialistica improntata sull’editoria e sul giornalismo.È proprio il senso di giustizia che penso di avere che mi fa essere decisa sul futuro: diventare giornalista. Leggi tutto