• Leone
  • Chelini
  • Dalia
  • Miraglia
  • Baietti
  • Casciello
  • Meoli
  • Paleari
  • Boschetti
  • Pasquino
  • Rossetto
  • Napolitani
  • Andreotti
  • Carfagna
  • Tassone
  • Mazzone
  • Gnudi
  • Quarta
  • Alemanno
  • De Luca
  • Bonanni
  • Gelisio
  • Algeri
  • Ward
  • Coniglio
  • De Leo
  • Catizone
  • Quaglia
  • Liguori
  • Valorzi
  • Califano
  • Falco
  • Cocchi
  • Barnaba
  • Cacciatore
  • di Geso
  • Grassotti
  • Buzzatti
  • Crepet
  • Scorza
  • Romano
  • Rinaldi
  • Santaniello
  • Romano
  • Bruzzone
  • Bonetti

Lavorare da Rossopomodoro: requisiti, candidatura e stipendio

Ylenia Morra 18 Marzo 2021
Y. M.
24/07/2021

Guida completa su come fare per lavorare da Rossopomodoro: requisiti richiesti, come compilare il modulo online Lavora con Noi, candidatura spontanea e stipendio.

Non solo un franchising. Si descrivono come una grande famiglia napoletana tutti i dipendenti di Rossopomodoro che con il loro lavoro portano il gusto napoletano ed i sapori della pizza e della cucina mediterranea in giro per l’Italia e per il mondo. Ogni giorno l’azienda è alla ricerca di Store Manager, Cuochi, Pizzaiuoli, Operatori di sala capaci di far vivere ai clienti una vera e propria esperienza partenopea, come se fossero sempre a Napoli.

Nell’ottica di possibili e future possibilità di inserimento nel proprio organico, il Gruppo valuta attentamente il curriculum vitae del candidato (giovane, neolaureato oppure professionista esperto) interessato a lavorare da Rossopomodoro e nuove assunzioni utili per entrare nel team.

Nella Sezione Job del sito ufficiale della catena, è possibile quindi inviare la candidatura spontanea ed il proprio curriculum vitae per lavorare da Rossopomodoro, offerte di lavoro sono valide solo attraverso la compilazione di un modulo online. Ecco una guida piena di consigli ed informazioni utili da seguire anche per la candidatura spontanea.

Come lavorare da Rossopomodoro: Lavora con noi modulo e invio candidatura spontanea

Per lavorare da Rossopomodoro, offerte di lavoro sono visualizzatili accedendo al sito ufficiale della catena di ristorazione. In alto a destra è ben visibile la sezione Lavora con noi. Aprendola sarà possibile visualizzare quali sono le offerte di lavoro e le relative nuove assunzioni. Se l’obiettivo è quindi quello di intraprendere una carriera lavorativa con l’intero team, si potrà procedere con l’invio della candidatura.

Nella pagina selezionata, troverete la voce Invia il tuo CV in rosso. Vi verrà chiesto di inserire il vostro nome e cognome, data di nascita ed indirizzo email. In seguito, la vostra figura professionale e in allegato il curriculum vitae. Se si vuole, è possibile fornire informazioni ulteriori aggiungendo anche una lettera di presentazione. Dopo aver letto ed accettato tutta l’informativa sulla privacy, si potrà procedere con l’invio.

Requisiti lavoro da Rossopomodoro, carriera e stipendio

Le recensioni e le opinioni dei dipendenti che hanno già avuto esperienza presso i punti di ristoro Rossopomodoro raccontano di un ambiente stressante a causa della mole di lavoro da svolgere. Al contrario, pareri positivi hanno riscontrato un’esperienza formativa, un ambiente dinamico che ti permette di lavorare in team con persone giovani soprattutto. Infatti, è proprio la predisposizione al lavoro di squadra uno dei requisiti richiesti al candidato che intende lavorare da Rossopomodoro, a prescindere dalla posizione per cui ci si è candidati.

In qualità di Cuoco e Pizzaiuolo, è gradito un diploma di scuola alberghiera ed una esperienza lavorativa pregressa. Le risorse quindi si occuperanno della produzione degli alimenti da servire, tenendo sempre ben salde le regole HACCP da seguire. L’Operatore di Sala invece si occuperà della gestione e del servizio dei clienti. Doti organizzative, capacità relazionali e comunicative e una buona conoscenza dell’inglese quindi sarebbero gradite. All’interno della catena, un’ulteriore figura professionale ricercata è quella di Store Manager: responsabile del punto vendita. La risorsa viene inserita nel settore Retail, è gradita un’esperienza precedentemente svolta nello stesso ambito. Il candidato si occuperà della gestione del personale e dell’amministrazione, nonché della gestione economica.

In base al ruolo svolto all’interno del punto vendita ed alle ore lavorative effettivamente prestate, l’azienda tende a rispettare la media nazionale dei contratti di lavoro ed i relativi stipendi per i propri dipendenti.

Come aprire un franchising Rossopomodoro: passaggi e costi

Non solo nuove assunzioni. Lavorare per Rossopomodoro significa anche entrare a far parte del team non come dipendente, ma come partner. La catena infatti è sempre alla ricerca di imprenditori con esperienza (singoli oppure società) che desiderano unirsi al franchising in via d’espansione in tutto il mondo. Per potersi proporre come partner di Rossopomodoro in franchising, l’interessato dovrà inizialmente compilare ed inviare il modulo di richiesta (presente sul sito ufficiale, oppure sul portale Sebeto). Il team di sviluppo del business valuterà attentamente quanto riportato e in caso di esito positivo fisseranno un incontro a Napoli con l’aspirante partner. Dopo aver stabilito l’accordo di franchising, Rossopomodoro procederà con un sopralluogo del locale del partner scelto. Solo dopo la stipula della firma del contratto di franchising, si inizierà un percorso formativo con la conseguente apertura del proprio ristorante.

Aprire un franchising Rossopomodoro comporta inevitabilmente una disponibilità economico/finanziaria. Indubbiamente, l’ubicazione del ristorante, i requisiti geografici, le dimensioni della struttura rappresentano una variabile dei costi iniziali per intraprendere il percorso da partner. Mediamente, per un ristorante con 150 posti a sedere, sviluppato su 400 metri quadrati, si stima una spesa complessiva che oscilla tra i 400.000 ed i 600.000 euro. Inoltre, alla stipula del contratto di franchising è prevista una quota di ingresso una tantum pari a 50.000 euro. Mentre è pari al 5% del fatturato mensile la c.d. quota di royalty.

Guida per come lavorare da Rossopomodoro: cosa fare e cosa no

Da più di vent’anni Rossopomodoro porta i sapori di Napoli in tutta Italia ed in tutto il mondo. Infatti, presenta punti di ristoro a Londra, Copenaghen, San Paolo, Monaco di Baviera, Stoccolma, New York e tante altre attività. Grazie alla lunga storia ed al successo della pizza a lunga lievitazione, hanno reso il gusto napoletano di portata planetaria. Fondata nel 1997, dall’attuale presidente Franco Manna, la semplice idea di ristorazione si è trasformata in un vero e proprio franchising. Questo grazie all’appartenenza al Gruppo Sebeto fino al 2006, insieme ad altri grandi marchi come Anema e Cozze, Pizza & Contorni. Attualmente, la catena di ristorazione fa parte del Gruppo OpCapita.

Per entrare a fare parte di questo prestigioso team, è necessario quindi:

  • Recarsi sul portale ufficiale del franchising Rossopomodoro
  • In alto a destra, cliccare sulla sezione lavora con noi
  • Dopo aver individuato la posizione lavorativa più adatta, compilare il modulo lavora con noi e procedere con l’invio
Scheda Azienda
Catena italiana di pizzerie e ristoranti specializzati nella cucina mediterranea. Fondata da Franco Manna (attuale presidente), Giuseppe Marotta e Giuseppe Montella nel 1997 a Napoli.
Nome AziendaRossopomodoro
SettoreRistorazione
Regioni in cui è presenteCampania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Puglia, Sicilia, Toscana, Valle d'Aosta
Requisiti per lavorareDiploma di scuola media superiore o Laurea a seconda della posizione lavorativa, ottime capacità organizzative e relazionali, capacità di lavorare in team, conoscenza della lingua inglese
Contatti - Lavora con noihttps://www.rossopomodoro.it/it/Lavora-con-noi/job
Anagrafica Principale
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Ylenia Morra Studentessa in Giurisprudenza. Sono entrata nel mondo della Comunicazione in punta di piedi e per Controcampus mi occupo della rubrica Formazione, in particolare del settore Lavoro. Tenace, audace, con la voglia di conoscere e di mettermi sempre alla prova. Sono da sempre stata attratta dal mondo estero, mi piace affiancare l'amore per il mio Paese ad una buona "contaminazione" straniera. Ciò che più mi caratterizza è il binomio tradizione-innovazione: leitmotiv della mia vita e della mia carriera. Non accantono quelli che sono i valori costruiti e sui quali poggio, ma trovo utile accostarli sempre con la novità. Sono nata e cresciuta al passo con lo sviluppo tecnologico, essendo l'attività lavorativa di famiglia: l'innovazione, il progresso, l'apertura all'ignoto avendo sempre come supporto le "colonne tradizionali" su cui sono stata formata. "E' bello scrivere perché riunisce le due gioie: parlare da solo e parlare a una folla"; questa la massima di Cesare Pavese che ho reso mia e che accompagna ed alimenta il mio quotidiano desiderio di scrittura. Leggi tutto