• Bonetti
  • Baietti
  • Carfagna
  • Rinaldi
  • De Luca
  • Gelisio
  • Pasquino
  • Scorza
  • di Geso
  • Catizone
  • Romano
  • Paleari
  • Cocchi
  • Califano
  • Falco
  • Santaniello
  • Alemanno
  • Coniglio
  • Cacciatore
  • Grassotti
  • Leone
  • Andreotti
  • Miraglia
  • Mazzone
  • Quarta
  • Tassone
  • Barnaba
  • Romano
  • Napolitani
  • Ferrante
  • Ward
  • Gnudi
  • Antonucci
  • de Durante
  • Liguori
  • Boschetti
  • Quaglia
  • Bonanni
  • Algeri
  • Buzzatti
  • Bruzzone
  • Chelini
  • Casciello
  • Meoli
  • Dalia
  • Valorzi
  • Crepet
  • Rossetto
  • De Leo

Chi è Beatrice Grannò: età, fisico, altezza, compagno, fiction e film

Letizia Liguori 20 Gennaio 2022
L. L.
24/05/2022

Attrice nella fiction DOC, chi è Beatrice Grannò oggi: età, altezza, peso, fisico, origini, fidanzato, famiglia, fratello, madre, padre, film, fiction e serie tv che ha fatto.



Esordisce nel 2013 nella fiction Don Matteo 9 nel ruolo di Valentina. L’anno seguente debutta a teatro al Corbett Theater, Essex in “Endgame”, regia di J. Gillet e in “I Had Enough Swimming Lessons…”, regia di U. Roodner, Chigwell, Essex.

Seguono altre fiction nel 2018 “Il Capitano Maria” dove interpreta Luce al fianco di Vanessa Incontrada e “School Hacks” prodotta da Walt Disney Italia. L’anno seguente partecipa alla fiction “Enrico Piaggio-Un sogno italiano”.

Ma il vero successo di pubblico arriva nel 2020 con il personaggio di Carolina nella fiction Doc-Nelle tue mani è la figlia di Andrea Fanti alias Luca Argentero e  Agnese Tiberi alias Sara Lazzaro.

Ma a raccontarci davvero tutto sul suo conto non sarà solo la carriera professionale a partire da Don Matteo, Il Capitano Maria fino a Doc, Beatrice Grannò chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, fidanzato, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Beatrice Grannò: biografia, età, altezza, peso, fisico, origini, genitori, compagno e vita privata

Per mettere a fuoco la biografia e sapere chi è Beatrice Grannò, Instagram, Facebook e Twitter ci aiuteranno innanzitutto a conoscere età, altezza, peso, fisico, origini, dove vive, fidanzato, famiglia e tutto ciò che c’è da sapere sulla sua vita privata.

Nasce a Roma il 6 maggio 1993 sotto il segno del Toro. É alta 165 cm e il peso non è noto.

La pelle chiarissima, quasi eterea, gli occhi glaciali, un viso dai lineamenti dolci e gentili sono le caratteristiche dell’attrice. Una bellezza senza tempo che incanta d’avanti lo schermo sin dal primo fotogramma.

Per quanto riguarda le origini, è romana ma ha viaggiato molto e conosce vari dialetti come il toscano e il milanese oltre che il suo.

Della sua vita privata e sentimentale non conosciamo molto, l’attrice è riservata e tiene alla sua privacy. Non è nota l’identità del fidanzato di Beatrice Grannò, né tantomeno se ne abbia uno.

La nostra protagonista ha numerose passioni dalla danza contemporanea al pattinaggio artistico sino alla musica. Il suo desidero è quello di conciliare un progetto musicale con quello attoriale. Durante un’ intervista dichiara che le piacerebbe interpretare una cantante degli anni Quaranta per raccontare quella dimensione di femminilità un po’ costretta, che doveva rientrare in dei canoni precisi.

Come lei stessa racconta, scrive i brani accompagnandosi con pianoforte e ukulele. Appare con la collaborazione di Ivan Silvestrini, attore, scrittore e sceneggiatore in brani come “Hikikomori”, “Mare di lei” e “Caduta libera”.

Il profilo Instagram di Beatrice Grannò attualmente è seguito da 34,7 mila follower. Pubblica prevalentemente foto di sé stessa o dei suo lavori al cinema e sul set delle fiction.

Formazione e titoli di studio della Grannò

Se molti la conoscono per via della serie Doc, Beatrice Grannò chi è oggi come attrice e cosa ha fatto per arrivare ad essere quella che è ora, non tutti lo sanno. Conosciamo meglio la sua formazione e cerchiamo insieme di ricostruirla.

Nel 2011 ottiene la borsa di studio per l’accademia di Musical “Arteinscena” di S. Marchini e F. Miseria, Teatro Politeama Pratese. A vent’anni si trasferisce a Londra e studia presso l’ East15 Acting School London – Ba in Acting and Contemporary Theatre (CT).

Lì forma una compagnia di teatro indipendente che è tutt’ora attiva che si occupa di mettere in scena commedie clowning tipiche del teatro di strada.

Torna a Roma per un provino per una serie Rai e riscopre la sua città e da allora ha sempre fatto su e giù tra l’Italia e l’Inghilterra.

Film e fiction, Beatrice Grannò chi è oggi in tv

Dalla televisione al teatro sino al cinema d’autore, chi è Beatrice Grannò come attrice lo dimostrano le sue capacità in tutte le sue fiction fino a quella di successo, Doc Nelle tue mani. Ma quali sono gli altri suoi ultimi lavori? Conosciamola prima approfonditamente proprio nel ruolo di Carolina Fanti che le ha fornito un enorme successo di pubblico.

Chi è Carolina Fanti nella fiction scopriamolo assieme! La figlia di Andrea ex primario che ha perso la memoria, è una ventiduenne che studia medicina, abita in un piccolo appartamento con una coinquilina sua compagna di corso. Dopo la morte del fratello Mattia, della quale si sente in parte colpevole si chiude in sé stessa dedicandosi unicamente allo studio, allontanandosi dalla famiglia. Inizia a soffrire di attacchi di panico e bulimia e assume ansiolitici. Il personaggio nella seconda stagione matura e cerca di trovare un posto nel mondo e lo fa proprio nel reparto di medicina interna.

Nel 2020 debutta sul grande schermo con il film “Gli Indifferenti” tratto dall’omonimo libro di Moravia con la  regia di L. G. Seràgnoli e al fianco di attori del calibro di Valeria Bruni Tedeschi e Edoardo Pesce. Nello stesso anno lavora nel film “Tornare” di C. Comencini e Mi chiedo quanto ti mancherò per la regia di F. Fei grazie al quale riceve il Premio RB Casting come miglior giovane Interprete.

Nel 2021 è l’unica protagonista bianca della serie ZERO su Netflix diretta da P. Randi, I. Silvestrini, M. Ferri, M. Hossameldin. La serie è stata in testa alle classifiche ma accolta con maggior entusiasmo all’estero.

Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 6 maggio 1993 sotto il segno del Toro. É alta 165 cm. Si forma presso l’accademia di Musical “Arteinscena” di S. Marchini e F. Miseria e a Londra presso l' East15 Acting School London. Esordisce nel 2013 con Don Matteo 9 e debutta nello stesso anno a teatro in “Endgame” e in “I Had Enough Swimming Lessons…”. Il cinema l'accoglie nel 2020 guidata e diretta da grandi dello spettacolo in “Gli Indifferenti”, “Mi chiedo quanto ti mancherò” di F. Fei. Altre lavori in tv sono: Il Capitano Maria, School Hacks, Enrico Piaggio - Un sogno italiano, DOC - Nelle tue mani nella prima e seconda stagione.
Nome e CognomeBeatrice Grannò
Data di nascita06/05/1993
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttrice
Anagrafica Principale
Nasce a Roma il 6 maggio 1993 sotto il segno del Toro. É alta 165 cm. Si forma presso l’accademia di Musical “Arteinscena” di S. Marchini e F. Miseria e a Londra presso l' East15 Acting School London. Esordisce nel 2013 con Don Matteo 9 e debutta nello stesso anno a teatro in “Endgame” e in “I Had Enough Swimming Lessons…”. Il cinema l'accoglie nel 2020 guidata e diretta da grandi dello spettacolo in “Gli Indifferenti”, “Mi chiedo quanto ti mancherò” di F. Fei. Altre lavori in tv sono: Il Capitano Maria, School Hacks, Enrico Piaggio - Un sogno italiano, DOC - Nelle tue mani nella prima e seconda stagione.
Nome e CognomeBeatrice Grannò
Data di nascita06/05/1993
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneAttrice
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto