• Google+
  • Commenta
26 luglio 2016

Concorso per infermieri: Bari, da tutta Italia per 199 posti disponibili

Concorso per infermieri
Concorso per infermieri

Concorso per infermieri

Aggiornamenti concorso per infermieri: a Bari in 16 mila  provenienti da tutta italia per 199 posti disponibili. Ultime notizie su prova pre selettiva, e informazioni utili sulla prova scritta, pratica e orale presenti nel bando.

L’Asl di Bari ha indetto un concorso per infermieri per l’assegnazione di 199 posti a tempo indeterminato. Il bando è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami, con deliberazione n. 1590 del 7 settembre 2015. Ma nei prossimi tre anni è possibile l’assunzione a tempo determinato anche di altri 300 infermieri.

Infatti, una volta che si conosceranno i risultati delle prove scritte ed orali, verrà pubblicata la graduatoria. Insieme ai nomi di coloro i quali hanno superato la selezione e saranno assunti con un contratto a tempo indeterminato, ci saranno anche i nominativi di chi, invece, avrà un’assunzione a tempo determinato.

Si tratta di uno dei più grandi concorsi pubblici organizzati in Puglia. Dopo diversi anni di stallo, sono ripartite nuovamente le assunzioni. Il bando ha attirato adesioni da tutta Italia. Sono stati ben 16 mila a rispondere alla chiamata. L’Azienda Sanitaria Locale ha quindi dovuto allestire un’organizzazione adeguata ad accogliere un così grande numero di candidati. La prova preselettiva del concorso di Bari per infermieri si terrà nei padiglioni più grandi della Fiera del Levante (19 e 20). Dal 25 fino al 28 luglio si terrà la preselezione: su 16 mila candidati, solamente 1500 potranno accedere alle successive prove scritte ed orali.

Concorso per infermieri: a Bari in 16 mila per 199 assunzioni a tempo indeterminato

Dopo un lungo periodo di fermo, il mercato del lavoro in Puglia sembra rimettersi in moto. L’attesa è quindi finita per quanti attendevano un’occasione da tempo. Tra lunedì 25 e giovedì 28 luglio 2016, si terrà una delle più grandi preselezioni per concorsi pubblici organizzate nella regione salentina. Infatti, a rispondere alla chiamata indetta dall’ASL di Bari non sono stati solo infermieri pugliesi, ma tanti laureati in cerca di lavoro provenienti da tutta Italia.

Le prove preselettive del concorso per infermieri Bari 2016 si terranno dalle 8 di mattina fino alle 19,30. Ogni prova prevede la risoluzione di una serie di quiz a risposta multipla su materie di cultura generale e di logica. Inoltre, non sono escluse domande su materie previste per le prove d’esame. Le indicazioni e le modalità di svolgimento della prova, nonché i criteri di correzione e di attribuzione dei punteggi, saranno comunicati ai candidati immediatamente prima dello svolgimento della prova stessa.

La mancata presentazione alla prova preselettiva del concorso infermieri di Bari, comporterà l’automatica esclusione dalla procedura concorsuale. La graduatoria con l’elenco ammessi a sostenere la prova scritta del concorso sarà pubblicata sul sito dell’ASL di Bari. Sempre sul portale, sarà indicata anche la data in cui si terrà la prova scritta, nonché il luogo e l’ora dello svolgimento.

Prova scritta, pratica e orale del concorso per infermieri di Bari

Dopo aver risposto alle domande della prova pre selettiva, gli aspiranti infermieri dovranno tener sotto controllo il sopra citato sito. Infatti tutte le comunicazioni che riguardano il concorso a tempo indeterminato per infermieri saranno pubblicate proprio lì. A superare la prima selezione saranno il 1.500: di questi, solo 199 otterranno un posto fisso. La data in cui si terrà la prova scritta sarà indicata nel portale di riferimento almeno 15 giorni prima. Le date della prova pratica e della prova orale saranno indicate almeno 20 giorni prima.

  • La prova scritta del concorso per infermieri di Bari prevede la redazione di un elaborato, o la risoluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica o multipla. Le materie saranno quelle caratterizzanti il proprio percorso di studi. In particolare nel bando si specifica che la prima prova verterà “su argomenti scientifici e materie inerenti al profilo messo a concorso“.
  • La prova pratica consisterà nell’esecuzione di tecniche specifiche relative al profilo ricercato. Ai candidati potrà essere richiesto di dimostrare la propria qualificazione professionale, anche attraverso domande inerenti la prova scritta.
  • Infine, la prova orale, verterà sulle materie oggetto delle precedenti prove, sulla conoscenza dei principi do legislazione sanitaria Nazionale. I candidai dovranno dimostrare di conoscere il Piano sanitario nazionale, la documentazione sanitaria, ed altre materie indicate nell’apposito bando.

© Riproduzione Riservata