• Google+
  • Commenta
18 settembre 2009

Si è conclusa a Giffoni Valle Piana la VI edizione della Scuola Estiva sul Metodo e la Ricerca Sociale

Da pochi giorni si è conclusa la VI edizione della Scuola Estiva di Metodologia della Ricerca Sociale, organizzata dall’associazione Paideia e dai Dipartimenti di Scienze della Comunicazione e di Sociologia e Scienza Politica dell’Università di Salerno.

 Giffoni Valle Piana

Giffoni Valle Piana

Diverse le novità di questa edizione, a partire da una più ricca offerta formativa. Infatti, i moduli didattici sono raddoppiati, passando da due a quattro. Nella prima settimana Alberto Marradi – docente di fama internazionale dell’università di Firenze, nonché ideatore della Scuola – ha tenuto lezioni sulla costruzione degli indici e degli indicatori nella ricerca sociale: si tratta di un tema di grande interesse, date le continue diatribe su come analizzare ed interpretare l’attuale contesto politico-culturale.

L’altro modulo didattico della prima settimana ha riguardato la teoria e la tecnica del lavoro editoriale, ed è stato tenuto da Anna Desimio, dirigente della importante casa editrice Franco Angeli. I due moduli didattici della seconda settimana hanno riguardato rispettivamente l’analisi del contenuto di testi e messaggi provenienti dai “mass media”; e l’impiego della tecnica statistica di “cluster analysis” (analisi dei gruppi).

I contenuti di questi due moduli sono stati caratterizzati da un alto livello di specializzazione su temi che sono trattati poco nel normale percorso universitario. Il modulo dell’analisi del contenuto è stato condotto da Gianni Losito, docente dell’Università La Sapienza di Roma; mentre il modulo sulla “cluster analysis” è stato realizzato da Giovanni Di Franco, docente dell’Università di Salerno, nonché direttore dell’associazione Paideia.

La formula didattica è oramai consolidata da anni e si basa sulla convivenza di ricercatori, docenti, studenti nel borgo medievale di Terravecchia, frazione di Giffoni Valle Piana. Nel tempo la Scuola ha creato un vero e proprio “villaggio culturale”, in cui studiosi provenienti da tutta Italia si incontrano, lavorano assieme, condividono eventi culturali e tempo libero.
Quest’anno la formula del “villaggio culturale” ha riscosso un successo inaspettato, ancora maggiore di quello degli altri anni: ben 110 partecipanti, provenienti da tutta Italia, dalle università, e dal mondo della professioni.

La scuola di Giffoni è stata riconosciuta dall’Associazione Italiana di Sociologia fra le poche Scuole di Alta Formazione.
L’elevata qualità dell’insegnamento, l’efficacia formativa e la passione di studiosi provenienti da ogni angolo del nostro Paese si mescolano con i sapori, la storia, la buona amministrazione di un’area come Giffoni, col suo incantevole borgo, con la collaborazione dei tecnici e degli amministratori locali, e dello staff organizzativo della scuola. Il risultato è un’esperienza culturale e umana in cui si uniscono in modo armonico la crescita e la condivisione di saperi, conoscenze e amicizie.

Danilo Iammancino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy