• Google+
  • Commenta
10 ottobre 2010

Piercing e tatuaggi: il 30% dei giovani ne ha uno!

Piercing e tattoo sono sempre più diffusi tra i giovani: tra gli adolescenti ben il 31,3% ha un piercing e l’11,3% un tatuaggio.

Tecnicamente il piercing, o body piercing, (dall’inglese to pierce, “perforare”) indica la pratica di forare alcune parti superficiali del corpo allo scopo di introdurre oggetti in metallo, spesso arricchiti con pietre preziose, osso, pietra o altro materiale, come abbellimento o pratica rituale, mentre il tatuaggio (dal polinesiano tatau) è sia una tecnica di decorazione (più spesso di pittura) corporale dell’uomo, sia la decorazione prodotta con tale tecnica. Tradizionalmente la decorazione è destinata a durare permanentemente, ma in tempi recenti sono state inventate tecniche per realizzare tatuaggi temporanei.

Tra gli universitari il 33% ha un buco e il 24,5% un tatuaggio, secondo uno studio dell’università Parthenope di Napoli. Il piercing è più frequente tra le ragazze e l’età è precoce: 13 anni per il piercing e 15 per il tatuaggio.

Si fa (25,7%) perchè è di moda.

Preoccupante il dato sicurezza: il 76% dei giovanissimi si rivolge a operatori non autorizzati.

Giampaolo Felli

Google+
© Riproduzione Riservata