• Quaglia
  • Barnaba
  • Ward
  • Meoli
  • Mazzone
  • Casciello
  • Romano
  • Algeri
  • Napolitani
  • Leone
  • Califano
  • Carfagna
  • Tassone
  • Cocchi
  • Miraglia
  • Baietti
  • De Leo
  • Dalia
  • Gnudi
  • Paleari
  • Liguori
  • Rossetto
  • Coniglio
  • di Geso
  • Rinaldi
  • Buzzatti
  • Bruzzone
  • Quarta
  • Alemanno
  • Chelini
  • Ferrante
  • Romano
  • Pasquino
  • Bonetti
  • Bonanni
  • Gelisio
  • Valorzi
  • Catizone
  • Grassotti
  • Scorza
  • Crepet
  • Boschetti
  • Cacciatore
  • Santaniello
  • Andreotti
  • De Luca
  • Falco

La Riforma Gelmini continua il suo percorso in Parlamento.

22 Novembre 2010
.
01/08/2021

Nelle scorse settimane abbiamo cercato di tenervi sempre informati sul percorso accidentato del DDL Gelmini e sui tentativi di studenti ed accademici di dialogare con il governo e, quando questi sono falliti, delle proteste che vanno avanti ormai da mesi.

Notizia veloce: Domani Martedì 23 Novembre riprende la discussione alla Camera del DDL Gelmini di riforma dell’Università.

Una Riforma che è riuscita a scontentare tutti, anche più delle altre, se è vero che è riuscita a mobilitare tutti, dagli studenti ai precari, ai tanti ricercatori strutturati. Chissà se tutto questo riuscirà a fermare l’approvazione parlamentare a questo nuovo fendente all’Università pubblica, tuttavia una parziale vittoria si è avuta. Si è riusciti a convincere addirittura le opposizioni che questa è un Riforma semplicemente non giusta e così è stata rinviata il 14 Ottobre.

Naturalmente non si sa quale sarà l’esito della Riforma. Il Governo è rischio ed a rischio potrebbe anche essere l’approvazione della Riforma, ma dare la vittoria come scontata è stupido, oltre che altamente pericoloso in quanto potrebbe cancellare i sacrifici fatti da tanti mesi di protesta.

Allora si chiede a noi studenti uno sforzo partecipativo ulteriore. Un ultimo tentativo di resistere perché se questa Riforma sarà approvata allora l’unica cosa a scivolare nella dimenticanza sarà il nostro futuro e le speranze di vederlo realizzato. Per Noi e per chi verrà dopo di noi.

Domenico Lanzara

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata