• Google+
  • Commenta
19 agosto 2011

Valentina e la borsa di studio fantasma

L’episodio è il vertice di una serie di scorrettezze ai danni di altre due studentesse che non hanno potuto prendere servizio al ciclo di dottorato.Accade a Valentina Ravelli, 27 anni, studentessa romana già laureata in biologia che senza alcuna spiegazione ha subito la cancellazione dal concorso al quale aveva partecipato e dal quale era riuscita ad ottenere una borsa di studio.

La storia Valentina, si svolge alla Carlo Bo di Urbino, presso la quale la studentessa aveva già vinto due concorsi di dottorato. È stata la stessa università a richiedere il controllo di tutte le prove svolte,a tardare nella pubblicazione dei risultati e successivamente ad annullare la graduatoria per nominare una nuova commissione, che estromette Valentina dal concorso assegnando la borsa ad Angelo Giuliani, 56 anni.

Valentina, tenace e determinata fa luce su una vicenda che sa di gradimento e di corsia preferenziale, aprendo il caso e mettendo in subbuglio tutto il dipartimento di scienze della terra. L’episodio è il vertice di una serie di scorrettezze ai danni di altre due studentesse che non hanno potuto prendere servizio al ciclo di dottorato, bloccato per regolamento se tre dei posti non sono stati coperti.

Oggi è la delusione a far da padrona, ma non cala il sipario sulla vicenda, o almeno non ancora. Il TAR di Roma si pronuncerà infatti il 15 settembre, riguardo la richiesta di sospensiva e intanto Valentina non si perde d’animo, giunge da viale Trastevere il comunicato del Ministro Mariastella Gelmini, saranno raccolte maggiori informazioni possibili per chiarire quanto è accaduto. Per Valentina c’è ancora una speranza.

Valentina Quaranta

Google+
© Riproduzione Riservata