• Google+
  • Commenta
14 settembre 2011

Devi scegliere la Laurea? Controlla la classifica!

Il magazine economico americano 24/7 Wall Street, ha stilato la classifica delle dieci professioni più pagate e più ricercate del futuro. L’indagine si riferisce agli Stati Uniti ma probabilmente sarà destinata ad incidere anche sugli orientamenti europei. La ricerca condotta dalla rivista abbraccia un arco temporale abbastanza ampio di circa dieci anni, quindi i dati resi disponibili si riferiscono alle professioni che si dovrebbero maggiormente affermare negli USA nei prossimi dieci anni.

La speciale classifica prende in considerazione lavori che fornirebbero maggiore possibilità di investire le proprie conoscenze e il proprio futuro e di guadagnare maggiormente.

E’ una classifica che è stata stilata in base ad una serie di parametri. Si è valutato il costante invecchiamento della popolazione americana e l’aumento graduale della durata della vita e si presuppone, dunque, che questi due fattori portino a un crescita della domanda sul mercato di figure professionali legate al mondo medico sanitario. Di fondamentale importanza anche i cambiamenti e le variazioni registrate in economia. L’ economia americana è cambiata nel corso degli ultimi anni e si registra una quantità crescente di dati a disposizione delle imprese che porterà, secondo la rivista, a un costante aumento delle professioni legate al mondo del business. La ricerca e la proiezione condotte dalla rivista abbracciano un arco temporale abbastanza ampio di circa dieci anni.

Quali lavori rientrano nella top ten?

1. Infermieri (incremento del 22%)
2. Commercialisti e revisori dei conti (incremento del 21%)
3. Analisti di gestione (incremento del 23%)
4. Sviluppatori di applicazioni per computer (incremento del 24%)
5. Medici chirurghi (incremento del 21%)
6. Analisti di sistemi informatici (incremento del 20%)
7. Ricercatori di marketing (incremento del 28%)
8. Ingegneri civili (incremento del 24%)
9. Igienisti dentali (incremento del 36%)
10. Promotori finanziari (incremento del 30%)

Chi si laurea probabilmente o si accinge a intraprendere il proprio percorso di studi dovrà sicuramente tenere conto di queste variazioni e dunque compiere una scelta appropriata che sia indirizzata a favorire la creazione di professionisti nei settori appena citati. A sostenerlo è la stessa rivista.

Indubbiamente bisogna avere flessibilità e spirito di adattamento ma sorgono due domande: il mercato garantisce a tutti i laureati di qualsiasi ramo l’impiego? Si può compiere una scelta cosi importante, come quella di che tipo di laurea conseguire, basandosi solo sulla variazione delle tendenze del mercato? Cosa ne sarà allora della passione e dell’amore per ciò che si fa? Scegliere quale laurea conseguire infatti dovrebbe dipendere anche da aspirazioni e passioni individuali.

Bisognerebbe, perciò, che la società economica aprisse gradualmente le porte a tutti i laureati qualsiasi sia la facoltà che scelgono. Un problema questo non solo americano ma che sta diventando globale.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy