• Google+
  • Commenta
14 aprile 2012

La cultura è di tutti: partecipa anche tu

Oggi si inagura la XIV edizione della Settimana della Cultura. L’iniziativa alla quale aderisce tutto il territorio italiano, prevede 9 giorni ricchi di appuntamenti, tutti (o quasi) gratuiti: mostre, visite guidate, concerti, aperture straordinarie, convegni, proiezioni cinematografiche.

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ormai da anni, dedica una settimana alla promozione del patrimonio culturale, tanto caro all’Italia, che vede la partecipazione di un vasto pubblico, non solo italiano. Quello che si registra ogni anno, rappresenta un’ottima risposta nei confronti della cultura che, alle volte, appare offuscata e messa in secondo piano.

Lo slogan scelto per quest’edizione è La cultura è di tutti: partecipa anche tu. Questo evidenzia come il nostro patrimonio artistico e culturale rappresenti un valore inestimabile in quanto risorsa meravigliosa, quanto preziosa.
Questa iniziativa è molto importante perché la scelta di aprire gratuitamente musei, ville, archivi, monumenti, ecc. fa sì che, le nuove generazioni si possano avvicinare con maggiore interesse, favorendo così una maggiore divulgazione e, al contempo, una maggiore formazione della persona stessa.

Roma aderisce a questa importante manifestazione. Nella Capitale, tanti saranno gli appuntamenti da non perdere. 20 Musei Civici e numerosi spazi culturali offriranno svariate proposte fruibili gratuitamente. Eccezion fatta per i Musei Capitolini, Musei Vaticani e Ara Pacis. Si precisa anche che l’ingresso al circuito del Colosseo, Foro Romano e Palatino rimarrà a pagamento, ma gli introiti saranno destinati ad uno specifico intervento di manutenzione straordinaria dell’area archeologica.

Per ogni tipo di informazione e per non rimanere delusi, magari dopo ore di coda, avendo in testa l’idea degli ingressi gratuiti, è meglio chiamare il seguente numero: 060608 (tutti i giorni ore 9.00 – 21.00)  o consultare i seguenti siti:

www.060608.it

www.museiincomuneroma.it

www.culturaroma.it

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata