• Google+
  • Commenta
9 maggio 2012

Facoltà di Medicina a Scampia? Certo che si

Napoli. Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, pare intenzionato a voler dare fiducia al quartiere napoletano di Scampia per posizionarvi la Facoltà di Medicina. Un accordo con il Governo sancisce la presenza di fondi economici per il progetto ed inoltre il Cipe, Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, si dice pronto ad investire un’ulteriore cifra pari a 20milioni di euro per la costruzione della struttura. Queste informazioni sono state rese note durante un convegno dell’Associazione Gesuiti e Laici per Napoli, tenutosi pochi giorni fa presso l’Istituto Galile Ferraris, a Scampia.

I lavori di costruzione della facoltà si erano fermati per la mancanza di fondi: inizialmente il finanziamento doveva essere di 50milioni, in seguito si è poi ridotto a 20 e dunque, raggiunta la suddetta quota, si è verificata una mancanza di denaro tale da rendere impossibile far progredire il cantiere. Per sbloccare la situazione, lo scorso gennaio, è intervenuto il Cipe mettendo a disposizione altri 20milioni ai quali però dovranno essere affiancati ulteriori 10milioni per l’arredamento dei locali. Avendo a disposizione queste cifre il Comune di Napoli potrà far ripartire il cantiere e terminare completamente l’opera.

Al convegno presso l’Istituto Ferraris hanno partecipato anche molti giovani abitanti del quartiere periferico a nord di Napoli. Nei loro interventi hanno rivendicato le proprie capacità e hanno voluto sottolineare quanto queste non siano prese in considerazione. Secondo la loro giusta opinione il Comune, o chi di dovere, dovrebbe agire in favore dei giovani al fine di sfruttare e valorizzare le loro capacità non costringendoli, come invece fa, a doversi spostare dalla propria città per mancanza di possibilità.

Stefano Caldoro sembra essere d’accordo con i giovani napoletani e per questo si dice fermamente deciso a puntare sul quartiere di Scampia. Nonostante i molti ed enormi problemi del quartiere questo ha anche moltissime potenzialità che devono giustamente essere sfruttate, che devono essere utilizzate per creare opportunità di crescita per Napoli, per far ciò è necessario innanzitutto smettere di guardare ad esso come ad un problema.

Il forte pregiudizio verso Scampia non è l’unico ostacolo ad impedire la sua crescita e il suo sviluppo, molto più importante è la questione della non partecipazione democratica delle persone. La partecipazione alla vita istituzionale è di fondamentale importanza per la crescita del quartiere, per far si che ciò avvenga nel migliore dei modi, dice Caldoro al convegno, bisogna prendervi parte, ciascuno col proprio lavoro o attività, bisogna interessar visi così da sapere come si vive nel quartiere, per essere consapevoli di cosa è necessario fare per migliorarlo così da mettersi in azione.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy