• Google+
  • Commenta
19 Maggio 2012

Impegnarsi a scuola, conviene?

Ancora un mese di tempo per fare le ultime interrogazioni, sostenere gli ultimi compiti in classe, cercare di rimediare a qualche insufficienza dimostrando impegno e tanta buona volontà.

Sono tanti, infatti, gli studenti italiani che trascorrono il mese di maggio nel tentativo di non essere rimandati.  L’amore per la cultura, ormai, va scemando tra i giovani.

È il sistema scolastico a non essere più efficiente o sono i ragazzi che sono sempre più demotivati a studiare?

Forse è largamente diffusa l’idea che studiare non ripaghi i sacrifici affrontati, la costanza e l’impegno che la vita scolastica prevede.

Le storie di tanti laureati, che nonostante abbiano ottenuto il massimo dei voti, restano a casa o sopravvivono con un lavoro precario spesso tra umiliazione e frustrazione, non danno certo una buona immagine di quello che è il coronamento di una carriera scolastica brillante.

Per fortuna, nonostante tutto, ci sono ancora ragazzi che scendono nelle piazze per difendere il diritto allo studio, scagliandosi contro coloro che a poco a poco stanno uccidendo il pensiero.

Sarebbe facile arrendersi alla realtà proposta da televisioni e giornali, piuttosto che rimboccarsi le maniche e cambiare il proprio destino. Certo occorre tanto impegno, dedizione, ma soprattutto tanta passione e voglia di fare. Serve ostinazione per poter raggiungere traguardi importanti e cambiare la propria vita.

In questo mondo di usurai nessuno regala nulla, bisogna conquistarsi tutto con le proprie forze, a piccoli passi, con il proprio “talento”.

Chi punta sulla cultura, chi si impegna fino in fondo e chi nonostante le avversità continua a credere nelle proprie capacità, prima o poi troverà la ricompensa che merita perché chi cerca alla fine trova, chi insiste ottiene, chi persevera raggiunge.

Forse non tutti siamo portati per lo studio, ma l’istruzione è un bene prezioso che dovremmo imparare a difendere. In fondo la conoscenza è potere, la cultura è libertà e permette di realizzare le proprie ambizioni e inseguire i propri sogni.

Phantom F. Harlock, infatti, ha detto: “I sogni non svaniscono finché le persone non li abbandonano”.

Google+
© Riproduzione Riservata