• Google+
  • Commenta
4 maggio 2012

Stress da “prova costume” no problem: ci pensa iDieta

A pochi mesi dalla tanto desiderata, attesa, calda e festaiola estate, il principale inciampo per moltissime donne è la “prova costume”. Una linea invidiabile è l’ossessione più grande non solo delle giovanissime ma anche delle donne più mature che sentono l’incombenza della crisi di mezza età.

Diete, assiduo allenamento in palestra, creme rassodanti e chi più ne ha più ne metta al solo scopo di indossare il tanto amato costume dell’anno passato e scoprire che ancora calza a meraviglia. C’è chi prende la “prova costume” meno seriamente, giocando sui “chiletti” di troppo, presi senza nessun rimpianto a furia di abbuffate di nutella e c’è chi inorridisce al solo pensiero di risultare più in carne.

Il rifiuto del proprio corpo, in prossimità di una stagione che inevitabilmente porta le piccole imperfezioni ad una maggiore visibilità, spesso è causa di un forte stress psicologico. Il rigetto che si prova guardandosi ripetutamente allo specchio, è il primo sintomo di un problema mentale e interiore che condiziona negativamente le giornate della persona che soffre per la propria forma fisica, tanto da condizionare il semplice gesto di “godersi una giornata al mare”.

Per evitare inutili stress psicologici, per tutti coloro (donne e uomini compresi) che vorrebbero buttare via quel chilo tanto odiato, è stata ideata un’applicazione per iPhone, chiamata iDieta. L’applicazione offre circa 16 esempi per una corretta alimentazione che riescono (senza arrecare danni alla salute) a far perdere peso. Essa è disponibile su App Store al prezzo di 0.79€.

Nonostante sia totalmente innocua, poiché offre dei consigli su quali cibi prediligere, il rimedio migliore per ovviare al problema del peso è chiedere un consulto medico specializzato e soprattutto non ricorrere ai metodi “fai da te”. Se il corpo risulta un ostacolo alla propria realizzazione, è necessario chiedere aiuto ad un esperto così da ottenere una dieta corretta e bilanciata.

Non sottovalutare quindi l’ossessione per il proprio corpo in quanto potrebbe trasformarsi in una vera e propria patologia ma d’altro canto è bene accettare quel chilo in più come segno di vivace genuinità. Non dimentichiamo che una delle più belle donne di tutti i tempi come Merilyn Monroe indossava un taglia 46!

 

Google+
© Riproduzione Riservata