• Google+
  • Commenta
28 giugno 2012

Non è mai troppo tardi: esame di maturità a 85 anni

Il Benjamin Button della realtà? No. Semplicemente un uomo che all’età di 85 anni, compiuti lo scorso 20 maggio, è ad un passo dal conseguire la sua “maturità”.

Il protagonista – È questo Giacomo Petralia,  un simpatico vecchietto, separato con due figli, nato a Capizzi, in provincia di  Messina ma che vive ormai dal 1981 a Bologna ed ha trascorso la sua vita a lavorare come artigiano e  muratore.

La scuola – Il suo iter scolastico ha interessato tutta la sua vita: ha ottenuto la licenza elementare mentre faceva il militare, ha dichiarato lo stesso Giacomo in un’ intervista al quotidiano on line Qn, dal momento che da bambino si era fermato alla terza elementare ed ha poi frequentato le scuole  medie dal 1986 al 1988.

Si è iscritto alle scuole superiori nel 1996, è stato anche bocciato, ammette senza vergogna, e ieri mattina ha sostenuto il colloquio orale dinanzi alla commissione dell’Istituto Professionale Cassiano di Imola, in provincia di Bologna,  per ottenere il tanto atteso diploma di dirigente di Comunità.

Gli obiettivi  – Per lui non è il primo esame di maturità: egli ha infatti tentato di conseguire tale titolo più volte negli ultimi 16 anni senza essere purtroppo mai promosso. Ma questa volta Giacomo spera e crede che sia finalmente la volta buona: d’altronde il famigerato pezzo di carta si rivela indispensabile per conseguire quello che è il suo più grande obiettivo: ottenere la laurea con specializzazione in Medicina omeopatica. Perché? Per «riuscire a ridurre l’uso di farmaci nella popolazione. E perché no, suggerire anche una buona riforma sanitaria che consenta di risparmiare qualcosa» ha spiegato nell’intervista su Qn.

Cosa ha scelto come traccia durante la prima prova? Semplice: il traccia dedicata ai giovani. Infatti ha annunciato che «Bisogna investire su di loro anche se il debito pubblico è quello che è. Non si possono lasciare i ragazzi senza un lavoro».

Auguriamo di tutto cuore a questo giovane ottantacinquenne di poter raggiungere i suoi obiettivi e speriamo che sia di esempio a tutti quei ragazzi che hanno poca voglia di studiare e credono che sia una fatica inutile.

 

Google+
© Riproduzione Riservata