• Google+
  • Commenta
29 giugno 2012

UniSi e il Palio

Se c’è una caratteristica che si può attribuire al popolo italiano e l’essere amante delle competizioni. Come emerge dai recenti Europei di calcio in cui è palese la passione e il cuore che gli italiani mettono nel voler vincere, cercando di fare tutto il possibile e anche di più.

Il calcio non è il solo a far emergere questa caratteristica italiana Formula1 (Ferrari)e MotoGp (Valentino Rossi..) sono altri esempi in cui è possibile incontrare la determinazione e la pressione dell’Italia.

Ma non c’è bisogno di affacciarsi per forza alla finestra delle competizioni internazionali, basta guardare dentro. Dentro lo stesso Paese per accorgersi che una competizione in particolare è fortemente sentita, in cui la voglia di riuscire a sconfiggere il ‘nemico’ assume colori intensi come potrebbe essere un colore che descriva la determinazione. Si tratta del Palio di Siena.

Il Palio di Siena è un evento davvero importante che ha origini molto remote, sul sito internet www.ilpalio.org viene spiegato come il palio sia estremamente importante per il popolo senese in particolare non è fatto per scopi turistici ma troviamo scritto che ‘Esso ha origini remote con alcuni regolamenti ancor oggi validi dal 1644, anno in cui venne corso il primo palio con i cavalli, così come ancora avviene, in continuità mai interrotta’.

Dunque un appuntamento molto importante per la città di Siena. L’Università degli Studi di Siena ha deciso che in occasione del prossimo Palio il 2 luglio, parteciperà alla giornata festiva dando la possibilità a tutti coloro che lo vorranno di visitare il Palazzo del Rettorato.

Il cortile del palazzo rimarrà aperto dalle ore 9,30 alle ore 14,00. Sarà possibile partecipare a visite guidate (ore 10,00 in italiano; ore 11,30 in italiano e in inglese) che permetteranno tra l’altro di ammirare le opere d’arte conservate al suo interno. Tutti coloro che sono interessati sono invitati a presentarsi nel cortile del Rettorato prima dell’inizio delle visite.

L’Università di Siena coglierà inoltre l’opportunità di tale evento per aggiornare, con un punto informativo le future matricole sui vari corsi di studio presenti ma anche semplicemente, per cercare di chiarire al meglio come bisogna muoversi in un’istituzione che è molto diversa dalle scuole secondarie.

Dunque il Palio sembra essere molto utile all’Università di Siena quest’anno; oltre ad essere occasione per mostrare al mondo le bellezze contenute all’interno del Rettorato e anche possibilità di chiarimento e prime delucidazioni per le future matricole.

Google+
© Riproduzione Riservata